Dark Water

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Mai fidarsi di un condominio coi cessi sporchi.

Dark Water (titolo giapponese: Orinatoi Kagata) è un film di paura che fa paura. Fa paura sul serio, non quelle cose che ti dicono che fa paura e poi vai a vedere, esci dalla sala e dici: vabbe' non era tutto ‘sto granché. No! Dark Water è un film talmente di paura che il suo regista alla fine del montaggio non l’ha voluto vedere perché aveva paura di vederlo. Adesso vende palloncini a forma di Titti all’uscita di un supermercato, tanto per farvi capire.

Dark Water ha partecipato a tantissimi concorsi cinematografici e li avrebbe vinti tutti, se non fosse che la giuria non si è mai presentata perché aveva paura. Quindi se decidi di guardare Dark Water assicurati di non guardarlo o potresti non dormire per giorni, oppure se già non dormivi riprenderai a dormire e in quel caso la visione di questo film potrà avere i suoi vantaggi.

Trama[edit]

Che sia un water è fuori discussione ed è anche bello dark: è il Dark Water del film.

Dark Water è tratto dal romanzo dello scrittore Choivermij Indapanza, lo Stephen King di Kyoto, il quale non completò mai il libro perché aveva paura di finirlo. Per questo il regista del film Mi Kago Soto ha seguito fedelmente il libro fin dove è stato scritto dall’autore; poi per gli ultimi trenta minuti ha fatto di testa sua ed ha messo un finale a cazzo.

La giovane ottantasettenne Konchisi Masturbava, è una brillante donna divorziata con un matrimonio alle spalle, tanto che appena si volta riesce a vederlo benissimo e a salutare gli sposi.

La donna è affetta da turbe psichiche notevoli. Vede la gente morta ma non vede la gente viva e perciò spesso va a sbattere addosso ai passanti che la considerano ubriaca, forse anche un po’ stronza.

Una delle scene più spaventose del film.

Konchisi non vive da sola, le è stata affidata la sua giovane figlia di sei anni Piloro, con la quale cerca una casa dove andare a vivere. La vita in Giappone è molto difficile, perché lì non c’è Tecnocasa e così se devi trovare un appartamento sono cazzi tuoi dalla testa ai piedi.

La povera Konchisi visita diversi appartamenti ma fanno tutti cagare. Inspiegabilmente però sceglierà di abitare proprio nell’appartamento che fa più cagare di tutti, una palazzina alla periferia di Tokyo talmente umida che gli inquilini camminano con le pinne. Il signor Yorubo Yamaha è l’amministratore della palazzina e fa vedere l’appartamento a Konchisi. Ben presto la donna e la bambina si accorgono che c’è qualcosa che non va. Il lampadario è stato comprato da IKEA sì, ma non è quello il problema. È qualcosa che sentono nell'aria ma che non riescono ancora a definire bene. Tuttavia (caso unico nella storia delle compravendite) pur non essendo pienamente convinte dell’acquisto vanno a vivere in quella casa lo stesso.

Una scena poi tagliata nella versione definitiva del film perché ritenuta troppo paurosa.

Dopo alcuni giorni all’interno di quello stabile inquietante cominciano ad avvenire degli accadimenti poco spiegabili. Il frigo si apre se si tira la maniglia, la luce si accende se si preme l’interruttore e girando le maniglie le porte si aprono. Oltre a questi fatti assurdi le due donne notano una macchia sul soffitto che sembra piscio ma forse non lo è. Forse la signora del piano di sopra è una vecchia rincoglionita che ha lasciato aperta la manopola del bidet.

Nel finale del film il regista spiazza tutti inserendo Julio Iglesias.

Così mentre Masturbava con molta calma va a vedere al piano di sopra la piccola Piloro resta sola in casa. L’appartamento sopra il loro è disabitato e c’è acqua ovunque. Preoccupata ed impaurita la donna chiede spiegazioni all’amministratore il quale le spiega che l’appartamento è stato affittato fino a due mesi fa ad una coppia di tonni che se ne erano andati, evidentemente senza chiudere le manopole del lavandino. La storia dei tonni andati via senza dare spiegazioni è davvero troppo per la povera Konchisi che decide che quel posto le fa davvero troppa paura. Frattanto la piccola Piloro sente un tanfo sempre più forte propagarsi per tutta la casa. Non saprebbe definirlo ma giura di aver già sentito un odore simile, forse nei cessi di qualche Autogrill. Intanto da dietro una porta chiusa della casa iniziano a provenire strani rumori, come un gorgoglio soffuso, come un lamento profuso, come Gennaro Gattuso e cose simili.

Il volto degli spettatori alla fine del film.

Il rumore si fa sempre più forte, assieme a quell’odore nauseabondo. La povera Konchisi ritorna nel suo appartamento e quasi sviene dalla puzza, sembra di stare a Calcutta durante una partita di hockey su merda. Così, armate di un lucidalabbra sfondano la porta misteriosa che rivela la tragica verità: c’è un water maleodorante e pieno di acqua sozza, sopra il quale sta seduto un vecchio che emette quegli strani gorgoglii, nient’altro che scoregge ritmiche dovute a un timballo di melanzane maldigerito.

Il vecchio racconta di essere stato chiuso qui per errore ben 8 mesi fa, mentre cercava di evacuare. Da allora non riuscendo ad uscire dal bagno ha cercato di mantenere la sua mente lucida parlando col lavabo e facendo quei cruciverba facili che stanno sulla prima pagina dei giornali di enigmistica. Il mistero è risolto e dopo aver spurgato il water da mesi e mesi di deiezioni la situazione torna alla normalità. Nel finale inventato di sana pianta dal regista la signora Masturbava duetta con Julio Iglesias sulle note di Shake your Booty. La performance è possibile ascoltarla qui[1].

Commenti all'uscita dalle sale[edit]

« Dio mio...chi avrà più il coraggio di sedersi sulla tazza? »
« Un film di un realismo estremo, la puzza di merda sembrava di sentirla davvero. Ora scusate devo andare a casa a cambiarmi le mutande. »
(casalingo di Rovigo)
« La cosa che mi ha fatto più paura? Julio Iglesias, senza dubbio. »
(accalappiacani di Cosenza)
Papocchio ciak 2.png Orgogli e vergogne della settima arte Papocchio ciak.png
Logo NonCinema.JPG
Fantascienza e avventura Animazione
Fantasy Film d'azione
Comico Orrore
Film vincitori del premio "Nobody cares" Attori vincitori del Premio Oscarrafone
Tutto lo spaventoso mondo del cinema Categorie
Clicca su una voce per espanderla.
Fantasy

Le coliche di Narnia, Il Principe Gaspare - Il signore delle parure - Aragorn - Aborto per ragazzine - Cronache di una bulimia nervosa - Il Miglio verde - il Film dove Ade è Metallaro - Quello che vedi se ti fai troppo di canne - La maschera verde - I duellanti - Conigli e viaggi nel tempo - Sette anime in Tibet - Miscela di grecità random

Film d'azione

V per Vaffanculo - Io sono leggero - Kill Bill Kaulitz - La foresta delle pugnette volanti - I cruciverba - Road trap - Troia - Cuore bravo - Spartaaaaaaaa! - Salvate il soldato Ryanair - I tre balenghi - Gli amici di Charlie Manson - Il nemico a Porta a Porta - Full mafia racket - Un giorno di ordinaria demenza - Life is now - Plasmoon - Puolp Fiction - La città in bianco e nero - Robocop vs Cinesini Saltellanti - Top Gun - Shut the fuck up Island - Cani Riservati... - ... e incazzati - Il riassunto - I guerrieri della botte - Black Hawk Down - Sconti titanici - Il tassinaro - vacanze mafiose a Milano - Fausto e Furio contro l'autovelox - L'uomo di ferro & figlio - La reunion dall'ospizio di attori di action movie vari - Non avere la testa è più divertente - Demoralition man - Le Solite Polpette - La sagra dell'harakiri - I Vendemmiatori - Il mi' Uest, maremma maiala! - Gente con problemi mentali - Alba zozza - Burino al cimitero - Battledogs - Pacific Rimmel - Quelli che è meglio non toccare

Comico

Nemici tuoi - Fantocci - 10.000 lire - La Febbra 1 e 2 - Mobbasta - Momenevado - Fuga da Napoli - Natale al cesso - Il nonsense della vita - Il finto Gesù di Nazareth - Torta Americana - Quel mostro di Franco - Film Spaventoso - L'alba dei morti balbuzienti - Il grande Swarowski

Orrore

Non battete quella porta - Collina zitta - Sega - Il pozzo dei desideri - Derby - Sciamalaiaaaaaaan! - Redrum redrum redrum - Il silenzio della Innocenti - Il sollevatore dell'Inferno - The Vigentina Bitch Project - Setten - Il pianeta dei terroni - Alien vs Predator - Dark Water - Paranormal Activity - Caso cestino e seguito - 30 giorni di buio - Nek - Pecora Nera - Anche l'horror è romantico - Il buco - Il fratello di Van Halen - Giuda ballerino! - L'attacco dei pomodori assassini - V per Vicenza - Non violentate Jennifer - Le mani fatate - Il Discesa - A bad book

Film vincitori del premio "Nobody cares"

Alex l'ariete - Il prequel di Lost - American Biuti - Casto lontano - Diverso a chi? - Quello che corse per 3 anni - Grazie Padre Pio - Grease - Vaselina - Harry Fotter - High School Bordello - 'O Savvatore - Non mi chiamo Qualcuno - La partita a scacchi con la morte - L'ultimo film orrendo di Nicolas Cage - Il GPS nuovo - La cagata pazzesca - La febbre del sabato sera - Gente che evade passando in tunnel pieni di merda - Lemonade Mouth - Il paradosso di Gaetano - Mission (non quella Impossible) - La donna che visse una volta sola - Tredici - Quello che faceva un rumorino da niente - Troppo Belli - Tre metri dentro al culo - Ultimo mango a Parigi - Tormentone natalizio - Il film con Grissom capellone e Goblin truzzo - 100 peggiori film di tutti i tempi - De Drimers - Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto - Vi presento Joe Black - Locke

Attori vincitori del Premio Oscarrafone

Gionni Profondo - Gesuccristo - Uataaaaa! - Il furioso - Fei belliffima... - Lo sbabbaro - Scavicchimanonapra evolution - The Tres - Scamorzoun' - Frocettino - Maccio Capatonda - Brucia lì - Modello Giuditta - Cinetto Arco - Pelo Ponneso - Orso Pozzi - Cipollino - Erberto Dancer - Ispettore Frank Drebin - La moglie di Cletus il bifolco - Il cowboy - La roccia - Marlon Brandy - Miss Divorzio - Tommaso Matasse - Nicolas Toupet - Black Lee - Miss Occhiaie - La produttrice di detergenti intimi - Quella che si spoglia sempre nelle pubblicità - Sabrinona nazionale - L'androide paranoide - Quello che in Italia lavora solo lui - L'uomo dalle mille espressioni - Il baffo - Il mozzaorecchie - Paolo Metropoli - Renato Pozzo senza fondo - Caz Woman - Lupo Alberto è sordo - Lo stupìdo... - ... il compare Cicciozzilla... - ... e la loro fusione - Blackjack - Attenti al gorilla - La serial killer - Guglielmo Fabbro - Quelli originali - Quello nella scatola di latta - Roberto Del Negro

Tutto lo spaventoso mondo del cinema

Film - Come realizzare un film - Cinema - Gente che rompe le palle nei cinema - Hollywood - Cinecittà - TV - Western - Horror - Snuff movie - Cinepanettone - The Asylum - Oscar...rafone - Anche in Albania fanno film - Spada e sandali - Cineturismo

Categorie

Tutte le pellicole - Le fuckcions - Tutti gli attori, le attrici e i registi - Il meglio - Tutte le locandine dei film

Fantascienza e avventura

Star Whores - La sua versione turca - E il suo sequel - Star Treccina - Ettì - La guerra degli immondi - Tremori - La saga di Mosconi Wars - Parco nazionale dei dinosauri domestici - Libertà per il Pride! - Numerix - Pelati dei Caraibi - I Gummies - Rita Levi Montalcini - La storia del barbone matto che mangia le bacche velenose e poi muore a causa della dissenteria - Macachi su Marte - Ritorno al futuro - Avatar - Inception - Il film con la ninfomane fatta in casa - Prometheus - Mostriciattoli verdi che si moltiplicano se bagnati - Babylon A.D. - The Revenant - Jupiter - Il destino dell'universo - Luogo di nascita di George W. Bush e Maurizio Gasparri - Doomsday - il regista senza giudizio

Animazione

Emmmorta!!! - Mostrone verde - L'era del freezer - L'era di sbrinare il freezer - La terza era, arriva la carne - L'era in cui il freezer va in tilt - Sta finendo il mondo e ti preoccupi del freezer? - La pantegana che cucina - No alla depilazione!!! - La storia dei vibra... ehm giocattoli - McDonald's City - Il cattivo di un videogioco che spacca tutto - Vichinghi vs draghi pucciosi - Qualcuno ha visto Nemo? - Bianca e Berna nella terra di Fanculo - Titanic:in space - L'attacco dell'addetta al reparto surgelati