Orrore (genere)

D4 n0nCic10P3d1A, l'3ncIc10p3D14 L337
(Rimpallato da Horror)
Jump to navigation Jump to search
Spaventoso, nevvero?

Storia

Il genere horror nasce con Edgar Allan Poe. Infatti sua madre, al momento del parto, non partorì solo il piccolo Edgar, ma anche il genere horror. Edgar alla nascita non piange: il suo sguardo è fisso nel vuoto, il suo volto è una maschera. Quei primi nove mesi, passati a strettissimo contatto con il fratello, lo traumatizzano a vita: i suoi genitori moriranno prima di vederlo sorridere (cosa che accadrà soltanto quando apprese della loro morte, dovuta a un tremendo incidente stradale che li aveva costretti ad una lunga e sofferente agonia). In quell'occasione piegò appena gli angoli della bocca verso l'alto, poi girò e riprese a scrivere Il cuore rivelatore, simpatico racconto con cui voleva dimostrare al mondo intero la sua sanità mentale.

Edgar crebbe con suo fratello, ma non ci sono foto che li ritraggono insieme. C'è soltanto questa testimonianza della sua allegria.

Quando muore suo fratello Edgar il genere horror fa spallucce e comincia a girare per il mondo. Dopo qualche anno incontra lo scrittore H. P. Lovecraft, che fin da bambino di è sempre dimostrato perfettamente sano[senza fonte], e ci fa amicizia.

Lovecraft ci mostra il suo meraviglioso sorriso.

Dopodiché incontrerà un parecchi registi e un sacco di scrittori, uno fra tutti Stephen King, l'unico uomo sulla faccia della terra in grado di scrivere un libro di 700 pagine sulla prima cosa che gli viene in mente quando si sveglia la mattina.

Come creare l'horror perfetto

Per creare un film, un libro, un fumetto, un rotolo di carta igienica che sia davvero horror vi basterà seguire questa ricetta:

Ingredienti

  • Un nero (essenziale)
  • Degli amici stupidi
  • Un mostro/Creatura/Bidet
  • Un'ambientazione scura

Procedimento

Prendere il gruppo di amici (di cui fa parte il nero) e metterlo in una cittadina inglese o americana anonima e inventata. Fare accadere qualcosa di strano nella cittadina, e mandare gli amici a controllare. Fare accadere qualcosa di spaventoso, così che gli amici abbiano un problema da risolvere e un motivo per dividersi. Aggiungere i camaleonti e un poco d'olio, poi far morire il nero. Successivamente far morire gli altri amici, aggiungere sale ad occhio e servire freddo.

Definizione

Il termine inglese horror si presta a una miriade di interpretazioni e accezioni. Convenzionalmente ci si rifà alla definizione data da Pier Paolo Pasolini, secondo cui l'horror è "una puntata della Domenica Sportiva con Giampiero Galeazzi in topless e Paola Ferrari senza trucco".