Coraggio

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia priva di qualsivoglia contenuto.
Il coraggio incute rispetto anche ai nemici. Alexandre Dumas (padre)

Il coraggio è una virtù umana spesso confusa con l'eroismo. L'atto eroico è molto diverso dall'atto di coraggio: nel primo caso è necessaria la presenza di un eroe che, per definizione classica, è in genere un semidio o un uomo dotato di straordinarie doti fisiche e mentali; nel secondo caso invece il coraggio presuppone l'avere prima paura[1] e il superarla. Occorre un esempio per meglio esporre il concetto.

  • Garibaldi e i suoi "mille" rappresentano un fulgido esempio di coraggio. Sapevano bene che rischiavano la vita, che prima o poi avrebbero incontrato le truppe borboniche e sarebbero stati "cazzi amari", avevano tutti una paura esagerata di morire, però si fecero coraggio a Vicenza e partirono da Quarto lo stesso.
  • Achille invece è un semidio praticamente invulnerabile, non teme niente e nessuno... "e ce mancherebbe!!! Così so' bboni tutti!!". (Vabbè, lasciamo perdere và!)
« La differenza è evidente!! »
Seppur in contesti molto diversi, quando uno ha fegato si vede subito.

Però Garibaldi lo chiamavano "l'eroe dei due mondi"... allora non c'ho capito una minchia e ho confuso anche voi, scusate. A mia discolpa posso affermare che oggi c'è il transito di Urbano in trigono con Platone, ossia è una di quelle giornate in cui non ho voglia di fare un cazzo, quindi è plausibile che convenga interrompere la lettura adesso e guardare solo le figure, prima di realizzare di aver perso tempo[2].

« Chi ha coraggio, ha vantaggio. »
(Modo di dire.)
« Forza e coraggio che dopo aprile viene maggio. »
(Modo di dire di mio nonno (che non ho mai compreso a fondo).)

Etimologia, semantica e semiotica (sessapessicosè)[edit]

Deve essere il corso di perfezionamento per tiratori scelti, altrimenti il tipo con le sue palle ci gioca a bowling.

Viene dal latino coraticum o anche cor habeo, aggettivo derivante dalla parola composta cor, cordis (cuore) e dal verbo habere (avere), quindi significa letteralmente ho cuore. Ma allora per quale caspita di motivo, parlando di uno coraggioso, si dice: "quello ha fegato" o "quello ha le palle"?
È sicuramente questione "di lana caprina" ma, giunti a questo punto, vale la pena approfondire.

Immagini dal mondo animale[edit]

Immagini dal mondo umano[edit]

</gallery>

Immagini dal mondo disumano[edit]

Ci vuole un grande coraggio anche ad andare in giro con queste facce.
Ma se proprio ti vuoi suicidare, non è meglio prendere un treno?
(in faccia).
Skywalking:
una sfida per coraggiosi o un'opportunità per aspiranti suicidi?


Citazioni sul coraggio[edit]

« Chi ha il coraggio di ridere è padrone del mondo. »
(Detta da Giacomo Leopardi, che di motivi per ridere ne aveva veramente pochi.)
« È necessario un grande coraggio per donare a molti quel che spesso si dà solo all'amato. »
(Quella maiala ninfomane di Anaïs Nin.)
« Chi rende ardita l'umile mosca nella foschia fosca nella notte losca e fa sì che un moscerino la paura mai conosca? Il coraggio! »
(Il leone de Il mago di Oz.)
« Non c'è bisogno di essere eroi, basterebbe ritrovare il coraggio di aver paura, il coraggio di fare delle scelte, di denunciare. »
(Giuseppe Diana (questa era seria))

Test: Sei coraggioso?[edit]

Rispondi senza farti prendere dal panico:

1

Un rapinatore in motorino scippa la pensione a tua nonna

Ci metti venti euro di tasca tua altrimenti, con quello che prende di pensione tua nonna, il rapinatore domani non potrà mettere la benzina
Raccogli da terra un opuscolo di un corso di uncinetto e lo leggi molto interessato, fingendo di non essertene accorto
Rubi un furgone e lo insegui per tutta la città con l'obiettivo di asfaltarlo, tanto prima o poi finirà quella cazzo di benzina!

2

Finisci per sbaglio su un ring di Mixed martial arts

Ti togli la maglietta, ci scrivi sopra col sangue un numero a caso e fingi di essere la "bonazza" che segnala l'inizio dei round
Convinci l'avversario a darti una spintarella leggera, con la quale simulerai (gridando a squarciagola) la frattura di nove costole
Ti fai pestare ma aspetti il momento buono per sputargli il sangue negli occhi ed accecarlo

3

Un gattino è in cima ad un albero e non riesce a scendere

Piangi assieme alla padrona
Lo abbatti da lontano con un fucile di precisione
Piangi assieme alla padrona ma ne approfitti per palparla

4

Un pirata della strada percorre a grande velocità Via del Corso a Roma

Inizi a gridare, anche se sei a Gallarate
Commenti con "il solito rumeno ubriaco"
Fai domanda da vigile urbano al comune di Roma, tanto prima o poi quel rumeno infame lo rifarà


Risultato[edit]

  • Meno di due azzeccate. Pavido: Non vai in bicicletta perché una volta un satellite spia russo è caduto ed ha ucciso un ciclista nell'Oregon.
  • Almeno due azzeccate. Neutrale: Qualsiasi cosa accada meglio restarne fuori. Correre rischi ti interessa quanto la poesia berbera del XIII secolo.
  • Tre o più azzeccate. Eroe: Il tuo motto è: Molti nemici molto onore!, peccato che tu non abbia abbastanza costole.

Note[edit]

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ mentre l'eroe non sa cosa sia
  2. ^ l'avviso c'è stato

Voci correlate[edit]