Toy Story

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia lubrificata per il piacere di lui e lei.
Jump to navigation Jump to search
L'ambitissimo Buzz Lightyear in posa

Toy Story è un film Pixar del 1995 ed è il primo film di animazione in CGI, ragion per cui molti quando uscì al cinema si chiesero i nomi degli attori mentre erano costruzioni al computer.

La storia è ambientata in un mondo in cui i giocattoli si animano all'insaputa di quei tonti degli uomini ( i veri giocattoli). Vede quindi personaggi giocattoli parlanti (no, non sono assatanati, c'è una teoria che spiega perché si animano ma è una lunga storia), i protagonisti sono un giocattolo cowboy anni '70 e un giocattolo spaziale anni '90 arregnarsi come se non ci fosse un domani per complesso di inferiorità nei confronti del loro padrone. Sequel: Toy Story 2, Toy Story 3 e Toy Story 4.

Trama[merdifica facile]

Un bambino spensierato di nome Andy che non conosce il significato di tristezza ma soprattutto di dignità, dato che va in giro con un cappello cowboy, ha una ventina di giocattoli che quando lui non è presente si animano, quindi ridono, scherzano, fanno rave party, e addirittura qualcuno flirta. il suo giocattolo preferito è un bambolotto cowboy anni '70 e lo porta ovunque, persino nella vasca da bagno (non pensate male). A un certo punto Andy festeggia il compleanno e gli viene regalato un giocattolo elettronico di ultima generazione, Buzz Lightyear, che dice frasi registrate cliccando pulsanti e addirittura ha due ali, e con gli altri giocattoli fa il figo dicendo di essere un guerriero della galassia. Il bambino lo inizia a venerare come fosse Dio in terra. Allora Woody, mentre Dante Alighieri si prepara a inserirlo nel Girone degli invidiosi e mortacci suoi, si sente depresso e pisciato dal padrone e tenta di sbattere Buzz fuori dalla casa tramite un complesso piano, che fallisce così si trovano tutti e 2 per strada come fossero gigolò. Davvero, mentre si arregnavano sulla strada sembravano proprio gigolò. Ma poi li prende Sid, che non è il bradipo ma un bambino pazzo, violento e unno che come hobby by maneggia armi nucleari vietate ai minori contro i giocattoli; quando vuole stare più calmo li smonta e poi li rimonta a cazzo suo. Non a caso i suoi giocattoli sono esseri inquietanti tra cui, per citare, 2 gambe di donna con un gancio - già Sid ha interessi per grandi....

Salvati per miracolo dal saltare in aria con un razzo nucleare, i due mettono in atto un piano insieme a quegli sfigati dei giocattoli di Sid: si animano davanti a lui, lo circondano e lo minacciano di morte, garantendogli una vita da uomo discriminato per pazzia dato che lui scapperà urlando di essere stato violentato dai suoi balocchi.

Infine i due gigol... giocattoli prendono il volo tramite alcune acrobazie in mezzo al Cielo sopra una strada; le persone ovviamente non chiamano esorcisti ma continuano ad ascoltare Hakuna Matata in radio ognuno dentro la propria macchina e Woody e Buzz atterrano come piume nella macchina del loro padrone. Ovviamente essersi salvati le palle insieme porta subito Woody e Buzz a diventare amici del cuore.

Personaggi[merdifica facile]

Woody: bambolotto cowboy con un cosino attaccato che se tirato gli fa fare urli di gioia, servono altre spiegazioni? Non sa di essere un giocattolo anni '70 raro e ricercatissimo ma se lo sente nel sangue (o meglio, nella plastica) e per questo ha manie di persecuzione e complesso di inferiorità a palla.

Buzz: Uno dei primi giocattoli elettronici, considerato nel 1995 come nel 2020 un robot vero. A livello di relazioni interpersonali è un bimbominkia assoluto ma molto attraente e simpatico e pur essendo un pezzo di plastica con delle pile va sparando in giro che è un guerriero della galassia, come il personaggio da cui è tratto. Buzz è ginnicamente 200 000 volte più bravo di Cristiano Ronaldo e riesce praticamente a volare saltando da un oggetto all'altro, ovviamente in campo è un bomber.

Sid: è già descritto abbastanza nella trama, non c'è bisogno di aggiungere altro su di lui.

Andy: bambino iperattivo sempre felice che va in giro, probabilmente anche a scuola, con un cappello da cowboy come fosse tutti i giorni Carnevale per fare ridere la gente. Ma almeno lui gioca in modo umano con i suoi giocattoli inventando storie in cui qualche buono sconfigge un cattivo.

Boo Beep: bambola di pezza vestita da dama ottocentesca con movenze sensuali e fidanzata di Woody, nel film gli dice sempre cose tipo "che ne diresti se questa notte trovassi qualcun altro per sorvegliare le pecore al posto mio?"

Mr Potato: una patat... Un tubero di plastica con sopra infilati accessori come baffi, naso, bocca etc. Sempre brontolone, sempre con la battuta pronta, un po' pervertito, leghista da capo a piedi; e dopotutto lui è composto da capo e piedi.

Hamm: un salvadanaio milionario (si fa per dire) che comunque si sente giustamente milionario rispetto agli altri giochi. Anche lui sempre con la battuta pronta o meglio, sempre col dissing per Mr Potato pronto.

Rex: un giocattolo t-rex che ha paura della sua ombra ma che crede di terrorizzare.

Slynky: Classico cane bassotto a molla anni '80 che la sa molto lunga su come funziona il mondo.

Alieni verdi: pupazzetti di alieno tutti mezzi drogati che venerano il Dio Artiglio, ovvero la pinza che li pesca meccanicamente nella vetrina in cui stanno in vendita, ed essendo bigotti passano la vita a pregarlo.

Macchina telecomandata: eterna proletaria, sfruttata da tutti, non solo da Andy ma anche dagli altri balocchi sopra citati che la usano come una Ferrari per girare per la camera, ovviamente lei /lui vorrebbe probabilmente almeno uno stipendio mensile, e ha ragione.