Bruno Vespa

Da Nonciclopedia, la cosa che cosa.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Vespa rende servile omaggio al suo padrone prima dell'inizio della diretta.
« Sembra un maniaco pluriomicida con problemi intestinali. »
(Daniele Luttazzi su Bruno Vespa)
« Chi striscia non inciampa! »
(Serpente su Bruno Vespa)
« Prende il Viagra. Per non pisciarsi sulle scarpe. »
(Daniele Luttazzi su Bruno Vespa)
« Quando lo vedo mi viene in mente il negativo dei Pan di Stelle. »
(Pier Paolo Pasolini su Bruno Vespa)


Bruno Vespa (noto negli ambienti RAI come chi striscia non inciampa) è un giornalista, scrittore e grande leccaculo italiano.

Nella figura di giornalista, va segnalato che al pari di altri giornalisti quali Emilio Fede e Clemente Mimun mantiene sempre una certa distanza dai poteri forti al governo (a circa due centimetri dalle loro chiappe).

NonNews

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Bruno Vespa.

Nella figura di scrittore va segnalato che sforna libri grossi quanto elenchi del telefono con cadenza bimestrale, manco li cagasse già scritti dopo essere andato in bagno. Di solito si regalano per dimostrare a qualcuno che gli stai sulle balle. Chi li ha visti dice che Vespa scrive solo i primi 3 capitoli, tutto il resto sono pagine bianche.

Nella figura di leccaculo va sottolineato l'encomiabile intuito con cui dal suo infelice approdo nei palinsesti televisivi italiani riesce a mettersi sempre dalla parte del più potente, fiutando il potere come un topo in calore fiuta i feromoni della femmina durante il suo ciclo estrale.

Vespa ha un ottimo metodo per calmare gli animi.

Biografia

Vespa con due parlamentari.

Famoso in gioventù per l'allevamento di nei che ha sulla faccia, li ha poi venduti in cambio di un po' d'erba. Tanto gli ricrescono a ogni luna piena, come i peli ai licantropi. Ha fatto parte per un certo periodo, come vocalist e tastierista, del noto gruppo degli Slurposi.
La sua data di nascita si perde nella notte dei tempi: sin dall'antica Roma praticava leccaggio del culo ai vari reggenti che si susseguivano.Secondo i massimi esperti di storia antica sarebbe proprio lui il carnefice di Cesare (da cui la celebre frase "Tu quoque Bruno, mio lacchè"), sotto commissione del leader dell'opposizione Berlusconio il Tappo.

Controindicazioni

  • Può essere trasmesso per via sessuale e per Via Teulada;
  • La sua visione nei soggetti più ricettivi può provocare oltre a un leggero torpore, la perdita della mascella e la scabbia;
  • Si raccomanda di cuocere sempre la carne poiché il suddetto personaggio è in realtà una tenia.

Curiosità

Bruno Pan di Stelle™: una colazione per crescere sani, forti e leccapiedi.
  • Unendo tutti i nei di Bruno Vespa viene fuori uno dei disegni della Settimana Enigmistica;
  • La lingua di Bruno Vespa è approvata dall'Organizzazione Mondiale Leccaculi;
  • A proposito dei delitti di Cogne, Erba e Garlasco il capo della polizia di Stato Antonio Manganelli ha dichiarato: l'unico anello di congiunzione fra tutti i delitti è Bruno Vespa;
  • È campione nazionale di hardcore fisting;
  • Bruno Vespa conserva in cantina i modellini delle case che si fa costruire. Per anni ha fatto giocare suo figlio col modellino della casa di Cogne.
  • Ha una relazione extraconiugale con un certo Silvio Berlusconi;
  • Ha scritto un manuale intitolato "Onanismo e nei";
  • Non è neo-fascista, né neo-socialista, né neo-democristiano, né neo-comunista, né neo-con: è un neo e basta;
  • Nella sua vita ha avuto molte donne, che avevano tutte una importante virtù: non guardavano in faccia a nessuno;
  • Per un periodo fu iscritto al sindacato UIL perché pensava significasse Unione Italiana Leccapiedi.
  • Nessuno l'ha mai visto nelle "riunioni" di Arcore, anche se più di una stagista che ha frequentato i corsi intensivi di marketting tenuti a casa Berlusconi si è lamentata di un water al secondo piano unto, peloso e pieno di nei.
  • Nelle prime puntate di Porta a Porta Bruno Vespa aveva l'abitudine di camuffarsi da zerbino quando l'ospite entrava dalla porta dello studio; in questo modo riusciva pure a vedere se le sue ospiti femminili portassero le mutande. Col tempo la concorrenza tra zerbini è diventata agguerrita e così ha preferito cambiare mestiere e improvvisarsi sarto, per cucire le puntate della trasmissione su misura per i suoi ospiti.
Bruno Vespa prima del trucco.

Onorificenze

  • - Discepolo dell'ordine dei Protetti da Silvio

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni