Gad Lerner

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Ma non sono adorabili i fratellini?
« Penso che si possa pavlave di infovmazione, dando a questo tevmine il suo significato più pvofondo di atto finalizzato appunto a infovmave qualcuno di qualcosa, solo se sussiste un elemento di cviticità. »
(Gad Lerner alla domanda del figlio "Cosa si mangia oggi?")
« Tventatvè tventini entvavono a tvento tutti e tventatvè tvottevellando, tve tigvi contvo tve tigvi, una vava vana neva evva sulla vena di seva... »
(Gad Levnev su cercare di pronunciare la erre covvett...correttamente)
« Lei è un vevo cialtvone! Lei è un cvetino! Glielo voglio dire in divetta! »
(Gad Lerner un po' incazzato con un rivoluzionario.[1])

Gad Lerner, al secolo Gad Vermer, è un giornalista che per risultare ancor più antipatico ha deciso di di essere anche ebreo e interista. Non è riuscito nell'intento ma in compenso adesso emana una sfiga bestiale.

Biografia[edit]

Gli spettatori de "L'infedele" in riunione.

Gli esordi[edit]

Fratello bello di Enrico Mentana, nasce nel 33 d.c. e va a vivere in Palestina. Purtroppo lì convive con il Faustino per un po' di tempo e quindi diventa evvemosciavo e puve vompicoglioni.

Nel 34 d.C. ha rotto i coglioni a metà della popolazione palestinese ed è quindi costretto a trasferirsi a Milano. Lì diventa dapprima modello, poi giornalaio ed infine giornalista.
Grazie a una forte raccomandazione del fratellino riesce a dirigere per un paio di mesi il Tg 1 ma poi, in un'edizione di quest'ultimo, fa circolare delle foto poco ortodosse di Pippo Baudo che sodomizza un essere di dubbia appartenenza alla razza umana. Viene per questo lui stesso sodomizzato dalla Rai con una pigna di abete rosso, di quelle che entrano ma non escono.

Vita dopo il "trattamento"[edit]

Va a dirigere un programma sulla 7, "L'infedele", in cui invita persone molto rilevanti, raffinate e soprattutto senza difetti di pronuncia quali Gasparri, l'ex compagno di avventuve Fausto Bertinotti e il simpatico Cavdinale Vuini.

Curiosità[edit]

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Grazie a lui si è scoperto che il Morbo di Bruno Vespa non è ereditario, visto che lui non ne ha contratto alcuna forma a differenza di suoi consanguinei.
  • Grazie a lui si è capito che non bisogna essere per forza leccaculo e raccomandati per fare il giornalista. Basta essere raccomandati.

Pagine correlate[edit]


Note[edit]

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...


Giornalismo
Ovvero, come farsi i cazzi degli altri senza sembrare guardoni o maniaci.

Giornali Giornalai Tele-giornalai Gli strumenti del mestiere
Clicca su una categoria per espanderla.