Pesce siluro

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia liberamente ispirata all'Osservatore Romano.
Jump to navigation Jump to search
La miglior esca per pescare un pesce siluro.
« Beh, si io li vendo ai rumeni a 30/35 euro al chilo... »
(Cacciatore di siluri sulla sua redditizia attività)
« Ma ora spostiamoci sulle rive del Po, dove pare che sia stato avvistato un mostro terrificante... »
(Roberto Giacobbo su un esemplare di pesce siluro di piccola taglia)
« Siamo qui, vicino ai ruderi del ponte sul Po, crollato di recente, per indagare sull'influenza degli Alieni/Siluri sui fatti... »
(Enrico Ruggeri(Con voce cavernoza) introduce una puntata di Mistero dedicata ai Siluri)
« Babbo Geppetto ti ho trovato! Eri nella pancia della balena! »
(Pinocchio trova Geppetto nel ventre di una balena)
« Col cazzo questo è un Siluro »
(Geppetto rispondendo a Pinocchio)


I Siluri sono comuni pesci presenti nelle acque più sporche e inquinate d'Italia.
Il loro peso può variare dagli ventordici ai millanta chilogrammi e ciò questo spiega quanto sia redditizia l'attività di pescatore di siluri.
Il loro nutrimento principale consiste in piccoli pesci, grossi pesci, pesci non pesci, pescatori inesperti e fanghiglia radioattiva. Sono animali socievoli e comunicano preferibilmente con le prede che hanno nello stomaco.

Origini[merdifica facile]

I primi esemplari di pesce siluro apparvero poco dopo l'esplosione della centrale nucleare di Chernobyl: si trattava di esemplari di pesce gatto che avevano assorbito massicce quantità di radiazioni.
In poco tempo la nuova specie colonizzò tutto il Vecchio Continente arrivando fino al Nord Italia grazie alla geniale trovata di qualche pescatore polentone che ebbe l'idea di immettere il siluro nelle acque dei fiumi italiani.
In pochi anni i siluri hanno fatto tabula rasa di tutte le specie ittiche del Po. È molto diffuso tra i pescatori locali questo detto:

Leggenda rumena[merdifica facile]

Secondo un antica leggenda, i rumeni erano grandi consumatori della prelibata carne dei siluri, che contrabbandano in madrepatria spacciandola per pesce spada.
Dal momento che i siluri più pregiati vivono solo nelle caratteristiche acque del Po, i rumeni avevano alcuni problemi a procurarsi il cibo: nacque così l'Ordine dei Cacciatori di Siluri.
L'ordine ha il compito di pescare un grandi quantità di siluri per garantirne un flusso continuo verso la Romania.
Per questo pescano pure di notte, appostandosi con tende rubate ai boy scout sulle rive del Po, equipaggiati con attrezzatura da bracconaggio e grosse scorte di birra e sigarette.
Normalmente queste notturne finiscono in quattro modi:

  • I Cacciatori hanno successo e tornano a casa con due o tre esemplari da almeno 50Kg;
  • I Cacciatori lo pigliano nel culo: i pesci si sentivano furbi...
  • La notturna degenera in un rave party, al quale si imbuca chiunque;
  • Una piena del Po spazza via l'accampamento e condanna a morte certa i Pescatori. Finisce quasi sempre così...

La storia dell'orribile pesce siluro, una sorta di pesce gatto gigante, che infesta le nostre acque interne è, a prima vista, difficilmente distinguibile tra leggenda e fatto reale. La leggenda rumena riferisce di due sommozzatori che immersisi in un laghetto furono aggrediti da misteriosi mostri, così enormi che potevano facilmente aggredire un sottomarino. I due risalirono velocemente ed i loro capelli erano divenuti bianchi dalla paura.

Un’altra variante afferma che nelle fauci del famelico pesce è rimasto intrappolato un cane che si stava abbeverando sulla riva di un fiume.

Un’altra variante afferma che nelle fauci del famelico pesce è rimasto intrappolato un Giuliano Ferrara che stava pisciando sulla riva di un fiume.

Nel settembre 2007 due sub professionisti dichiarano al giornale Resmina Oggi di aver avvistato a 25 metri di profondità, un siluro lungo più di cinque metri nelle acque del Po (vicino all'ex ponte). Si scoprì in seguito che avevano avvistato un Siluro (arma) nell'addome di un Siluro (pesce).
Nessuno riuscì a spiegarsi come fecero ad entrare nel suo addome. Benché meno come fece ad uscire...

Come riconoscere un Siluro[merdifica facile]

Si, lui potrebbe essere un Pesce Siluro.

Questo adorabile pesce si può riconoscere grazie ad alcuni elementi caratteristici:

  • Lunghi baffi
  • Pelle sempre ricoperta di muco luccicante (un pesce senza squame?)
  • Addome voluminoso

Se ne parla anche in Radiofreccia, il film di Ligabue con Stefano Accorsi, che sfida la sorte per pescarne uno con le proprie mani.

Dicono averlo visto venir fuori dall'acqua per inghiottire galline, anatre, cani. Qualcuno teme che possa ingoiare pure i bambini.

Secondo alcuni è una leggenda metropolitana, secondo altri è un discendente degli antichi mostri marini, capitato chissà come nel letto dei nostri fiumi.

Stando ad alcuni esperti, il siluro prediligerebbe le acque tranquille, poco profonde e a fondale molle con presenza di ricca fauna di pescatori. Durante le ore diurne lavora part-time come vigile fluviale e mentre i pescatori si divertono, tende a rimanere immobile sul fondo, affossandosi nel fango. Ma quando ha fame, non c'è rivale che tenga.