Marco Pannella

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia gemellata con la Liberia.
Versione del 23 giu 2023 alle 20:15 di Linna (rosica | curriculum) (→‎Collegamenti esterni)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Pannella era contro. Nessuno ha mai capito contro cosa, ma lui era contro.

Giacinto Pannella, detto Marco Gran Duca degli Abruzzi e degli Aborti era un morto di fame e di figa, dal 19 maggio 2016 morto e basta. Capo del Partito Radicale, famoso per i suoi scioperi della fame e della sete in difesa di qualsiasi cosa a lui non gradita, solo recentemente ha confessato in un'intervista con Aldo Cazzullo di aver compensato gli squilibri elettrolitici dovuti ai periodi di astinenza con l'assunzione di sostanze stupefacenti, ma noto anche per aver bevuto le sue urine durante uno dei suoi tanto numerosi quanto insensati e probabilmente fasulli scioperi della fame. Nel 2009 con altri membri del suo partito ha iniziato ad appuntarsi una stella di davide sulla giacca, probabilmente con la speranza di essere violentati da qualche naziskin.

Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Marco Pannella

Storia

Le vicende biografiche inerenti l'infanzia di Pannella ci sono sconosciute: ciò dipende dal pesante utilizzo di cannabis da parte del politico durante i suoi anni in Giamaica. Le grandi battaglie della sua vita sono state combattute per l'approvazione di normative quali la legge sul divorzio e quella sull'aborto: grazie a lui ormai 6 matrimoni su 7 vanno a puttane -in tutti i sensi- e i bambini potranno entro breve essere acquistati direttamente nelle Coop grazie alle liberalizzazioni di Bersani.

Ovviamente per Pannellone queste son battaglie di libertà

L'inculatura del 2006

La panella di Pannella, alla faccia del digiuno.

In occasione delle elezioni politiche del 2006, il Partito Radicale non ha ottenuto alcun seggio in Senato: molto democraticamente Marco Pannella ha assediato l'aula reclamando per sé il diritto a una poltrona. Ha desistito dai suoi intenti rivoluzionari in seguito all'acquisto da Prodi, a prezzo di favore, di 5 kg di cocaina per uso personale.

L'inculatura del 2008

Nelle elezioni politiche per il rinnovo delle Camere del 13 e 14 aprile 2008, i radicali si sono alleati con il Partito Democratico, ma Pannella ha ricevuto l'altolà per una eventuale candidatura; i maligni parlano di una vecchia inimicizia con Veltroni riguardo una contesa amorosa per l'avvenente Anna Finocchiaro, altri dicono che l'oggetto della gelosia fosse un commesso della Camera dei Deputati, altri ancora l'On. Mirko Tremaglia.

Tra un digiuno e l'altro, però, qualche soldino pare che lo alzi sempre.


Chi voleva vederlo digiunare bene doveva andare alla sala riservata della trattoria S.Rita a Roma: lo avrebbe trovato nel pieno del digiuno.

Lo sciopero della vita del 2016

Il 19 maggio del 2016 decide di inaugurare un nuovo tipo di protesta: lo sciopero della vita. Tale iniziativa risulta tuttora in corso, non avendo ancora ottenuto lo scopo per cui era stata ideata, ossia la legalizzazione della marijuana. Quando ciò accadrà, Marco Pannella terminerà lo sciopero e ricomincerà a parlare pubblicamente.

Curiosità

L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Non tutti sanno che la campagna sull'aborto è stata in realtà intrapresa ad hoc: Pannella, ubriaco, aveva contratto un rapporto sessuale non protetto con Rosy Bindi e inaspettatamente quest'ultima rimase incinta; quando l'ecografia rivelò che il nascituro aveva le sembianze di un drago a sette teste senza coglioni, Pannella decise di scendere in campo.
  • Pannella ha più volte dichiarato di utilizzare una polverina bianca miracolosa per una sua aritmia cardiaca...
  • Una considerevole maggioranza di italiani è persuasa che gli scioperi della fame e della sete di Marco Pannella siano stati fasulli: tale ipotesi sarebbe suffragata da alcuni scatti dell'agenzia di Fabrizio Corona che ritraevano il leader radicale, durante una delle sue proteste, in procinto di entrare nel noto locale romano "Gigi il troione".
  • Il pm Henry John Woodcock si è interessato del caso Pannella e ha intercettato la conversazione telefonica del titolare del ristorante con Pannella che stava prenotando un tavolo per due persone.
  • La sua bevanda preferita è una tazza di urina calda appena fatta con uno spruzzo di graniglia al cocco.
  • Non tutti sanno che Pannella muore ad ogni campagna elettorale. I tentativi di sciopero della fame conseguenti alla morte sono frutto della spasmodica volontà del suo ologramma di tenerlo in vita. Si racconta che sia morto già 7/8 volte.
  • Nessuno ha ancora capito come mai fosse Pannella a farsi le canne, ma Mario Adinolfi ad avere i sintomi.

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni