Lamberto Dini

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Dini ok.jpg
ATTENZIONE!!!
Il seguente articolo tratta di Politica ma in chiave prettamente tecnica.
Nel leggere, ti invitiamo quindi alla cautela, dato che potresti ricordarti che chiunque si trovi al governo è tecnicamente pronto a succhiarti ogni forma di energia vitale per il bene del paese e quindi potresti aver voglia d'inneggiare allo sciopero fiscale, invadere il Vaticano o piazzare bombe nelle sedi di Equitalia.
Domenico Scilipoti e Antonio Razzi.jpg
ATTENZIONE: ACCERTATO VOLTAGABBANISMO CON POSSIBILITÀ DI RECIDIVA
Lamberto Dini ha la fama di sputare nel piatto in cui ha mangiato e/o tradire la causa per cui ha combattuto un certo periodo di tempo per convenienza personale! Vendete anche voi oggi stesso la vostra reputazione per qualcosa che ne valga la pena, per esempio un posto a vita in Parlamento, come hanno fatto i distinti signori qui nell'immagine!
Un esemplare di Lamberto Dini scruta la palude.
« L'ho baciato per farlo diventare un principe azzurro ma è rimasto così. »
(Principessa su Lamberto Dini.)
« Non c'è bisogno di trasformarlo, è già un cesso. »
(Strega su Lamberto Dini.)

Il Lamberto Dini è un viscido anfibio che popola i paludosi acquitrini del Centro italiano e che trascorre il suo tempo passando da una sponda all'altra della palude, a volte contemplando la sua inutilità, a volte cibandosi dell'epidermide di politici morti.

Storia[edit]

Dini imita Fonzie: "EHI!"

Il Lamberto Dini è diventato famoso grazie a un esemplare della sua specie, che è riuscito a emergere dal suo viscidume e a sedere sugli scranni più alti della politica italiana senza che nessun elettore si ricordi di lui, ma lasciando una appiccicosa bava di lumaca al suo passaggio. Il suo nome è salito alla ribalta quando divenne vicepresidente della Banca d'Italia, grazie alla raccomandazione del suo fratello più famoso, l'ipnorospo.

Ministro con Berlusconi[edit]

Un giorno la sua famiglia si trasferì nel laghetto della villa di Silvio Berlusconi; lì però fu sterminata dagli struzzi allevati nel giardino. Silvio Berlusconi, per sdebitarsi, decise di farlo entrare nel 1994 nel suo governo con l'incarico di Ministro del Tesoro in Fondo allo Stagno.

Nel 1995 però il governo Berlusconi cadde e fu necessario creare un governo di transizione fino alle elezioni successive; la scelta cadde su un individuo anonimo che sarebbe stato facilmente dimenticato dall'opinione pubblica: fu quindi scelto proprio Dini.

La parentesi col centro-sinistra[edit]

Dini al governo e sulla foto della patente.

Con il passare del tempo il suo potere all'interno dello Stato aumentò, riuscendo a far entrare nelle istituzioni pubbliche tutti i suoi amici ranocchi, fino a quando il suo clientelismo trovò riconoscimento nel successivo governo, il primo governo Prodi, in cui ebbe il ruolo di Ministro degli Esteri. La sua bruttezza e il vizio di mangiare le mosche in pubblico usando la sua lunga lingua diedero una pessima immagine dell'Italia durante quegli anni.

Christofer Lamberto Dini è un Highlander immortale, per questo è sempre tra le palle.

Dal 2001 in poi è rimasto nascosto nel fogliame della Margherita e successivamente è entrato nel PD. Dini ha trascorso quindi più di 10 anni tra le fila del centro-sinistra, ricevendo poltrone per sé e per i suo amici. Per ricambiare questo affetto è stato tra i fautori della caduta del secondo governo Prodi. In realtà ha deciso di lasciare il centro-sinistra per dimostrare a sé stesso che conta ancora qualcosa nella vita.

Come parziale giustificazione di questo tradimento, ricordiamo anche che in quel periodo Dini era turbato dall'inchiesta nei confronti della povera moglie, una casalinga figlia di un imprenditore miliardario, accusata di banali reati come:

Insomma, le solite accuse della magistratura giacobina fatte per infangare i poveri politici onesti.

Attualmente si dice che Dini stia covando nell'ombra organizzando un ritorno in grande stile nel ruolo di Ministro delle politiche faunistiche degli acquitrini all'interno del prossimo governo, di qualunque schieramento sia.

Le immagini di famiglia[edit]

Preceduto da:
Papi I
Stemma Italia.png
Presidente del consiglio
1995 - 1996
Succeduto da:
Mortadella
Bandiera del Presidente del consiglio con Pamela Anderson.png
Bandiera del Presidente del consiglio con Pamela Anderson.png
Cazzari in giacca e cravatta

Noi siamo di sinistra, ma anche di destra. Zzzzzzzzzzzzzzzz... Sono l'ultimo degli immortali, tiè! Aaaaaaaaaa... Asgratbhsfhgbcchdinbsnfa Padania! ♪♫ L'unico frutto dell'amor, è la patonza, è la patonza ♫♪

Rive Gauche In mezzo alle palle Quelli che hanno la precedenza
Rive Gauche Il sindacalista usurpatoreLo smacchiatore di giuaguariL'ammeriganoIl figlio di Topo GigioMortadellaTafazziIl nipotino dalle larghe inteseSherlock HolmesBandiera Rosso CachemireGrissino TorineseDottor SottileBill KaulitzEmmadonnaPiss-ky and SodaMani zozzeMani ancora più zozzeIl gaudente De MaialisFabbrica Tasse Padoa&SchioppaIl Webmaster dei RedditiIl verde non padanoMister FrollinoEr monnezzaLa gnocconaLa mummia di LeninCraxers salatiArturo ParigiLa VentolaIl grillo smerdanteLa cugina di campagnaIl TransitIl suo compareMassimo TonnatoL'oste del senatoRe Giorgio IIRe Carlo Azeglio IIl rottamatoreIl parcheggiatore abusivoQuello che è sempre colpa sua'O bello guaglioneFaccetta neraRumoreGiovanni CiccioliniIl becco sacrificale


Prossimo leader del Partito Democratico
Candidato Presidente della Repubblica del PD
In mezzo alle palle Il DivoRe MidaThe GasperyAldo NegroAntelope CobblerIl Gran CasinìEl ButtillónRobotLa cariatide che non ci staIl Teo-radicalLa ProletariaBuona volontéIl difensore dei bambiniIl capo dei bigottiLo sniffatoreIl suo CompareTrasforManAmintore FanfaraIl picconatoreMartina ZoliMiss cilicio bagnatoMagdi Intercambiabile AllamIl TabacchinoRanocchioForlaniAdoneNicola De EnricoCaramelle GoriaIl presidente siciliano
Quelli che hanno la precedenza Meno male che c'è!Il suo ex-camerata compagnoEl senatùrLo stratapizzatore H24PorcellumSalve SalviniL'incazzatoIl fascista solitarioIl nonno rincoglionitoEr sindacoLo scemo del gruppoIl ministro dell'InfernoMissione EsteriNomen OmenDon MarcelluzzoLa voce del padroneIl genio finanziavioCicchettoIl mini-stroDa Playboy al palazzoL'aministra del istruzzioneBocca di rosaIl suo collegae la sua apprendistaDon RaffaéMassimo BoldiGigi D'AlessioLa brunaLa biondaLa rossaCazzoneIl ministro del sottoboscoAngelino JolieLa mamma di BatmanL'avvocato del diavoloIl galeottoLo sconosciutoLa sindacalista fascio e martelloLo showmanIl ministro a sua insaputaSquacquaragnioIl ciccione ritardato2 neuroniLa formichinaIl lupacchiottoRoberto CottoIl culattone raccomandatoL'irresponsabileIl medico legaleEr BatmanIl golpistasuo figliottoLa bevanda dei coglioni


Prossimo leader del PdL