Oliviero Diliberto

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera su cauzione.
Jump to navigation Jump to search
Clippy.gif
Ciao! Sono Clippy!
Perfino io alle ultime elezioni ho preso più voti della sinistra arcobaleno!
« Ma che cazzo di comunisti sono!? »
(La salma di Lenin a Oliviero Diliberto e al suo partito)
« Al billionare imbottito di tritolo! »
(Diliberto alla domanda: preferisce una sera con Berlusconi o al billionare ?)
« Chi cazzo è? Ah quello che ha detto che mi odia? Boh non ricordo... »
(Berlusconi su Diliberto)

Oliviero Diliberto è una diretta emanazione di Joseph Stalin quando ebbe una grave indisposizione viscerale. Diliberto è un alieno comunista sbarcato sulla terra poiché esiliato dal suo pianeta. Ha la capacità di abbattere un punto percentuale ogni 20 parole pronunciate e della sua ideologia ama profondamente il colore rosso e il simbolo della falce e martello che gli ricorda la sua colf filippina assunta in nero. I suoi nemici sono:

  • Re Faust, re di Rifondonia, che catalizza su di se l'attenzione e prende sempre molti più voti.
  • Testa D'Asfalto, il nano che vuole conquistare l'universo, l'immunità e le 6 reti italiane ma che non lo caga manco se gli dice che lo odia.
  • Beppe Grillo che ha conquistato il posto di AntiBerlusconi a cui lui aspirava da quando è nato.
Oliviero, ancora fantolino, offre un mazzo di fiori al suo idolo Giuseppe Stalin poco prima di essere mangiato da lui.

Profilo dell'uomo e del politico[merdifica facile]

Vive per il comunismo ma confessa di non sapere cos'è e lotta con temerarietà contro il suo acerrimo nemico, la "destra", sempre presente a manifestazioni di operai o sulla pace, cui giunge a bordo della sua Ferrari Enzo da 600 cavalli (prima possedeva una Ford, ma era Amerikana e la demolì).

Per sua dichiarazione è amico di Dell'Utri (il Vero Silvio) con il quale si dedica alla bibliomania e ricerca libri pornigrafici a contenuto bisex che poi legge nel letto con Alphonse Pecoraro Scanio.

Diliberto è un ex membro dei Collettivi Stalinisti per il Comunismo di Guerra, organizzazione marxista-militarista che si proponeva di diffondere la guerra (proletaria) in tutto il pianeta e che aveva come slogan: La guerra, sola igiene del mondo!

Attualmente vorrebbe portare la rivoluzione fin nelle aule del parlamento, e sogna l'insurrezione di tutti gli squatters del Burghina Faso presenti in Italia.

Curiosità[merdifica facile]

Dopo la recente disfatta elettorale dell'ambiguo cartello politico (e della droga libera) detto "Sinistra Arcobaleno" per la lotta anti-capitalista, Oliviero Diliberto sembra disposto ad andare in Africa, nelle missioni proletarie, a diffondere fra gli indigeni il verbo neo-marxista, portandosi dietro i vetusti simboli della falce e del martello.

Da piccolo, Oliviero quando giocava alla seconda guerra mondiale con i compagni (in quel caso, di scuola elementare) assumeva sempre il ruolo del commissario politico.

Il giovane Oliviero, fin da scolaretto affascinato dal mito sovrumano del comunismo di matrice sovietica, si rivolgeva anche alla sua nonnina con il poco affettuoso termine di "Compagno!".

Diliberto conserva ancora, nella soffitta della sua sontuosa residenza estiva, un gigantesco quadro che ritrae Giuseppe Stalin mentre mangia i bambini.

Passioni[merdifica facile]

Diliberto è professore di quello che lui pensa che sia diritto vigente: il diritto Romano. Da quando ha litigato con Romano però non vuole più ripetere a memoria il digesto la mattina. Nonostante questo considera il Corpus Iuris come la sua bibbia al pari del Capitale e infatti ogni tanto confonde la teoria del plusvalore con dei passi del giurista Paolo.

Cazzari in giacca e cravatta

Noi siamo di sinistra, ma anche di destra. Zzzzzzzzzzzzzzzz... Sono l'ultimo degli immortali, tiè! Aaaaaaaaaa... Asgratbhsfhgbcchdinbsnfa Padania! ♪♫ L'unico frutto dell'amor, è la patonza, è la patonza ♫♪

Rive Gauche In mezzo alle palle Quelli che hanno la precedenza
Rive Gauche Il sindacalista usurpatoreLo smacchiatore di giuaguariL'ammeriganoIl figlio di Topo GigioMortadellaTafazziIl nipotino dalle larghe inteseSherlock HolmesBandiera Rosso CachemireGrissino TorineseDottor SottileBill KaulitzEmmadonnaPiss-ky and SodaMani zozzeMani ancora più zozzeIl gaudente De MaialisFabbrica Tasse Padoa&SchioppaIl Webmaster dei RedditiIl verde non padanoMister FrollinoEr monnezzaLa gnocconaLa mummia di LeninCraxers salatiArturo ParigiLa VentolaIl grillo smerdanteLa cugina di campagnaIl TransitIl suo compareMassimo TonnatoL'oste del senatoRe Giorgio IIRe Carlo Azeglio IIl rottamatoreIl parcheggiatore abusivoQuello che è sempre colpa sua'O bello guaglioneFaccetta neraRumoreGiovanni CiccioliniIl becco sacrificale


Prossimo leader del Partito Democratico
Candidato Presidente della Repubblica del PD
In mezzo alle palle Il DivoRe MidaThe GasperyAldo NegroAntelope CobblerIl Gran CasinìEl ButtillónRobotLa cariatide che non ci staIl Teo-radicalLa ProletariaBuona volontéIl difensore dei bambiniIl capo dei bigottiLo sniffatoreIl suo CompareTrasforManAmintore FanfaraIl picconatoreMartina ZoliMiss cilicio bagnatoMagdi Intercambiabile AllamIl TabacchinoRanocchioForlaniAdoneNicola De EnricoCaramelle GoriaIl presidente siciliano
Quelli che hanno la precedenza Meno male che c'è!Il suo ex-camerata compagnoEl senatùrLo stratapizzatore H24PorcellumSalve SalviniL'incazzatoIl fascista solitarioIl nonno rincoglionitoEr sindacoLo scemo del gruppoIl ministro dell'InfernoMissione EsteriNomen OmenDon MarcelluzzoLa voce del padroneIl genio finanziavioCicchettoIl mini-stroDa Playboy al palazzoL'aministra del istruzzioneBocca di rosaIl suo collegae la sua apprendistaDon RaffaéMassimo BoldiGigi D'AlessioLa brunaLa biondaLa rossaCazzoneIl ministro del sottoboscoAngelino JolieLa mamma di BatmanL'avvocato del diavoloIl galeottoLo sconosciutoLa sindacalista fascio e martelloLo showmanIl ministro a sua insaputaSquacquaragnioIl ciccione ritardato2 neuroniLa formichinaIl lupacchiottoRoberto CottoIl culattone raccomandatoL'irresponsabileIl medico legaleEr BatmanIl golpistasuo figliottoLa bevanda dei coglioni


Prossimo leader del PdL