Daniela Santanchè

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera... finché non ci beccano!
Mostro della laguna.jpg
AAAAAAAAAARGH!!!

Il personaggio descritto in questo articolo è in realtà un MOSTRO ORRENDO!!!
PRESTO!! SCAPPA A GAMBE LEVATE!!

Daniela Santanchè (nata Damião Garnero do Nascimiento, Rio de Janeiro, 7 aprile 1961) è un famoso viados italiano di origini brasiliane, nonché maitresse di una nota catena di case chiuse, il PDL, e politico neo-fascista.

Biografia[edit]

Daniela Santanchè a 20 anni.

Figlia di una relazione clandestina tra Crudelia De Mon e Galeazzo Ciano, da piccolo (è ancora di sesso maschile) si trasferisce a Cuneo con la famiglia, cominciando subito a dimostrare tendenze femminili e dittatoriali, costringendo con la frusta i fratelli a fargli tutti i giorni manicure e pedicure.

Terminati gli studi liceali, dove si diploma con una tesi sull'importanza della cremazione degli ebrei nel fornire riscaldamento gratuito alla Germania durante il periodo della guerra, Damião fa tre anni di leva militare a Cuneo. Entra subito nelle grazie dei generali raggiungendo il grado di comandante, per "meriti speciali", dopo soli tre giorni. Col potere guadagnatosi con impegno, crea degli squadroni della morte e tenta la conquista della regione dello Champagne, in Francia, senza ottenere però alcun risultato.

Dopo il servizio militare Damião decide di dare una svolta alla sua vita e cambiare sesso. Nonostante ciò, per motivi affettivi, decide di mantenere i testicoli. Ancora oggi, col garbo e la classe che gli è consona, tiene a ricordare a chiunque commetta l'errore di darle la parola che lei è una donna con le palle. È vero - ha dichiarato alla stampa Ignazio la Russa- a Montecitorio viene sempre a pisciare nei nostri bagni!

Lei stessa, in un'intervista al settimanale Rigurgiti fascisti ha dichiarato:

« Credo di non essermi mai fatta levare i coglioni per un buon motivo: perché così la gente poteva dire "Sei una donna con le palle!" E io: "Eccome!". »
(Daniela Santanchè)


Daniela Santanchè nel pieno della carriera.

All'età di 22 anni entra cosí a lavorare in una famosa casa chiusa di Milano, la "Lele Mora Entertainment", dove comincia a fare la gavetta come pompinara free-lance, per poi diventare una delle star più famose dell'agenzia. Celebri le sue serie di film porno, tra cui "Happy Fig", "Santa va all'Inferno" e "Camere Bollenti" 1, 2 e 3. Dopo quasi venticinque anni di successi, nel 2007, la Santanchè litiga furiosamente con la sua padrona Lele, e dicendo "La figa è mia e ci faccio quello che credo!" si dimette e se ne va.

In quel periodo crea una sua catena di case chiuse in franchising, La Destra, che rapidamente si diffonde in tutto il territorio nazionale ed europeo.

Politica[edit]

Grazie alle sue conoscenze lavorative, Daniela nel 1995 entra in politica, tra le fila di Alleanza Nazionale. Si distingue nel 2005 per la proposta della porno-tax, il cui scopo principale era coprire le perdite dovute al download illegale dei suoi film porno da internet.

Famosa anche per una scena, sempre del 2005, dove, in risposta a una manifestazione di studenti a favore delle porno-professoresse, la Santanchè ha alzato il dito medio urlando: "Che se lo ficchino nel culo, quelle dilettanti!"

Nel 2008 Daniela Santanchè si candida come Presidente del Consiglio, ma viene strabattuta da lui. Daniela però non è sembrata abbattuta, anzi:

« Per una volta, è stato un altro a BATTERE me! »
(Daniela Santanchè)

Curiosità[edit]

Dopo le elezioni, la Santanchè ride della sorte degli italiani
  • Secondo alcuni il cognome "Santanchè" è in realtà un soprannome datogli dalle amiche. Un giorno avrebbe detto "Io, in fondo, sono una santa!" e tutte "Cheeee?!?", da cui Santanchè.
  • Secondo altri invece Daniela Santanchè si chiama così da quando ha assunto il cognome dell'ex marito, noto chirurgo estetico, dopo averlo mangiato vivo. I suoi resti infatti, a parte un calzino e qualche otturazione dentaria, non sono mai stati ritrovati.
  • Il cellulare di Daniela Santanchè elimina automaticamente dalla rubrica i contatti di chi guadagna meno di 500.000 euro l'anno.
  • Daniela Santanchè ha tre lauree: Scienze Politiche, Ornitologia Applicata, Insultologia italiana e straniera.
  • Daniela Santanchè è sospettata di complicità nell'attentato dell'11 settembre 2001.
  • Daniela Santanchè è una donna che si è rifatta da sola.
  • Daniela Santanchè è inventrice del tanga alla liquirizia.
  • Daniela Santanchè è cliente fissa del Billionaire di Flavio Briatore, altro famoso pappone.
  • Daniela Santanchè si è assottigliata il naso, gonfiata le labbra e rassodata le tette, ma il cervello purtroppo è rimasto uguale.

Video[edit]

Intervista a Daniela Santanchè.

Un programma politico concreto.
L'ingresso della villa di Daniela Santanchè.
Original video

Voci correlate[edit]

È una paladina della giustizia e ci difende contro il male rosso.

Altri progetti[edit]

Cazzari in giacca e cravatta

Noi siamo di sinistra, ma anche di destra. Zzzzzzzzzzzzzzzz... Sono l'ultimo degli immortali, tiè! Aaaaaaaaaa... Asgratbhsfhgbcchdinbsnfa Padania! ♪♫ L'unico frutto dell'amor, è la patonza, è la patonza ♫♪

Rive Gauche In mezzo alle palle Quelli che hanno la precedenza
Clicca su una categoria per espanderla.