Nichi Vendola

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Purtroppo sì, questa è la conferma. Quello che hai sempre temuto è vero:
Faccina rosa.png SEI OMOSESSUALE! Faccina rosa.png
E il fatto che tu sia venuto a leggere questa pagina lo conferma. Accettalo. Leggi pure, ma poi considera di fare coming out: non c'è niente di male! Basta usare la vaselina!
Se avvisti Nichi, non perdere tempo inutilmente. Telefona subito al 1515 o al 115 per dare l'allarme. E ricorda: la protezione civile sei anche tu.
« Siamo comunisti non per replicare, nei secoli dei secoli, una storia codificata, una liturgia monotona, una forma statica che contiene una verità rivelata: ma per liberarci dai fantasmi e dai feticci di un mondo che strumentalizza la vita, mercifica il lavoro, distrugge la socialità. »
(Nichi Vendola rispondendo alla maestra che gli chiedeva di spiegare il teorema di Pitagora)
« Io ho paura che, tradotta in italiano, questa riformulazione un po' confusa della strategia di Bersani significhi annessione del Pd al terzo polo. »
(Nichi Vendola, tenta di razionalizzare e spiegare l'irrazionale e inspiegabile strategia del PD)
« A' Nichi... Ma che cazzo stai a di'? »
(Chiunque sui suoi monologhi)
« Al mattino gradisco un vocabolario che annego personalmente nel latte. »
(Nichi sul segreto della sua parlantina)

Nichi Vendola è un politico italiano, leader di Sinistra friendly. È gay, comunista e c'ha pure la zeppola in bocca.

Biografia[edit]

NonNews

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Nichi Vendola.

Ordunque, ponderiamo: qual infante mi aggrada manducare stamane?

Nichi Vendola nasce a Londra il 24 marzo del 1989 e manifesta fin dall'infanzia due terribili malattie che lo perseguiteranno tutta la vita: una precoce canizie e una fine retorica ricca di ossimori, figure allegoriche e allitterazioni, che lo rendeva incomprensibile ai più e in particolare ai suoi genitori londinesi che lo abbandonarono dunque sul Tamigi.

Raccolto da un gruppo di immigrati clandestini italiani in procinto di essere espulsi dal regno di sua maestà, crebbe in Puglia dove si innamorò della letteratura di Pier Paolo Pasolini, tanto da imitarne lo stile di vita da intellettuale critico, la passione politica per la sinistra e le capacità da oratore (complicando il suo già acuto problema di incomprensibilità).

Foto del congresso di Rifondazione. Ferrero ha appena preso il forcone con il quale subito dopo allontanerà Vendola dal partito.
Vendola mostra ai giornalisti i vantaggi di Amazon prime.

Iscrittosi al Partito Comunista Italiano giusto in tempo per criticare la "Svolta della Bolognina" voluta dallo sveglio[eeeh?] Achille Occhetto, Vendola fu tra i fondatori del Partito della Rifondazione Comunista (PRC), che grazie al suo voto decisivo non prese invece il nome di "Comunisti Cattivi Cucinatori di Poppanti" (CCCP), sostenuto invece dal compagno-rivale Paolo Ferrero. Da quel momento fu odio aperto tra i due.

Nel 2005 fu inaspettatamente scelto, tramite le elezioni primarie, come candidato della coalizione di centrosinistra alla presidenza della Regione Puglia, sconfiggendo Francesco Boccia con 40.358 voti (50,8%) contro le 38.676 (49,2%) preferenze ottenute dal suo avversario. Confesserà poi che qualche settimana prima, mentre si recava all'anagrafe per un cambio di residenza, entrò per sbaglio all'ufficio elettorale del Comune lasciando lì i suoi dati agli impiegati, ritrovandosi poi inaspettatamente eletto.

Nello stesso anno vinse le elezioni regionali ottenendo il 49,8% dei consensi, sovvertendo i pronostici che lo davano in svantaggio rispetto al candidato del centrodestra e padrino presidente uscente Raffaele Fitto.

Dopo la disfatta della sinistra nelle elezioni politiche del 2008, con un gruppo di amici, cercò di convincere gli alieni comunisti a diventare alieni pacifisti, femministi, ecologisti, alternativi e solidali, ma la sua nemesi, il suo Salieri, colui che aveva convinto i suoi genitori ad abbandonarlo sul Tamigi (ebbene sì, era stato proprio lui) Paolo Ferrero, forse perché invidioso della canizie alla Richard Gere di Vendola, forse perché non aveva capito una parola del discorso del suo rivale (in questo scusato dall'incomprensibile linguaggio di Vendola stesso), si fece portatore dell'ortodossia assoluta del socialismo reale.

Nel 2009 la linea di Ferrero, sostenuta dalla potente lobby del cioccolato, vinse dentro il partito e Vendola decise dunque di candidarsi alle elezioni europee con un nuovo partito chiamato "Sinistra e Libertà", sperando tra l'altro di poter rubare il voto di qualche distratto elettore del Popolo delle Libertà.

Ma il progetto è un completo, totale, colossale e spettacolare fallimento e per evitare di dover pagare i danni si è costretti a cambiare nome al partito in "Sinistra Ecologia Libertà".

Allo scadere del primo mandato da presidente della regione Puglia, nel 2010 il centro-sinistra organizza le nuove primarie per decidere chi candidare. Il PD ricandida Francesco Boccia, con la ormai classica e fallimentare strategia politica del PD del ricandidare sempre chi ha già perso una o, meglio ancora, più volte. Come tutti si aspettavano è un plebiscito per Vendola che vince con la strabiliante percentuale del 167,24% delle preferenze.
Viene poi rieletto presidente della Puglia alle elezioni del 29 e 28 marzo 2010.

Il 28 febbraio 2016 lui e il suo compagno dànno il lieto annuncio: diventeranno padri. Si scatena la polemica in Parlamento e sui social network: lo sfruttamento di una povera donna canadese da parte di due malvagi comunisti che vogliono il piacere di provare un piatto esotico è inaccettabile!

Voci correlate[edit]

Cazzari in giacca e cravatta

Noi siamo di sinistra, ma anche di destra. Zzzzzzzzzzzzzzzz... Sono l'ultimo degli immortali, tiè! Aaaaaaaaaa... Asgratbhsfhgbcchdinbsnfa Padania! ♪♫ L'unico frutto dell'amor, è la patonza, è la patonza ♫♪

Rive Gauche In mezzo alle palle Quelli che hanno la precedenza
Rive Gauche Il sindacalista usurpatoreLo smacchiatore di giuaguariL'ammeriganoIl figlio di Topo GigioMortadellaTafazziIl nipotino dalle larghe inteseSherlock HolmesBandiera Rosso CachemireGrissino TorineseDottor SottileBill KaulitzEmmadonnaPiss-ky and SodaMani zozzeMani ancora più zozzeIl gaudente De MaialisFabbrica Tasse Padoa&SchioppaIl Webmaster dei RedditiIl verde non padanoMister FrollinoEr monnezzaLa gnocconaLa mummia di LeninCraxers salatiArturo ParigiLa VentolaIl grillo smerdanteLa cugina di campagnaIl TransitIl suo compareMassimo TonnatoL'oste del senatoRe Giorgio IIRe Carlo Azeglio IIl rottamatoreIl parcheggiatore abusivoQuello che è sempre colpa sua'O bello guaglioneFaccetta neraRumoreGiovanni CiccioliniIl becco sacrificale


Prossimo leader del Partito Democratico
Candidato Presidente della Repubblica del PD
In mezzo alle palle Il DivoRe MidaThe GasperyAldo NegroAntelope CobblerIl Gran CasinìEl ButtillónRobotLa cariatide che non ci staIl Teo-radicalLa ProletariaBuona volontéIl difensore dei bambiniIl capo dei bigottiLo sniffatoreIl suo CompareTrasforManAmintore FanfaraIl picconatoreMartina ZoliMiss cilicio bagnatoMagdi Intercambiabile AllamIl TabacchinoRanocchioForlaniAdoneNicola De EnricoCaramelle GoriaIl presidente siciliano
Quelli che hanno la precedenza Meno male che c'è!Il suo ex-camerata compagnoEl senatùrLo stratapizzatore H24PorcellumSalve SalviniL'incazzatoIl fascista solitarioIl nonno rincoglionitoEr sindacoLo scemo del gruppoIl ministro dell'InfernoMissione EsteriNomen OmenDon MarcelluzzoLa voce del padroneIl genio finanziavioCicchettoIl mini-stroDa Playboy al palazzoL'aministra del istruzzioneBocca di rosaIl suo collegae la sua apprendistaDon RaffaéMassimo BoldiGigi D'AlessioLa brunaLa biondaLa rossaCazzoneIl ministro del sottoboscoAngelino JolieLa mamma di BatmanL'avvocato del diavoloIl galeottoLo sconosciutoLa sindacalista fascio e martelloLo showmanIl ministro a sua insaputaSquacquaragnioIl ciccione ritardato2 neuroniLa formichinaIl lupacchiottoRoberto CottoIl culattone raccomandatoL'irresponsabileIl medico legaleEr BatmanIl golpistasuo figliottoLa bevanda dei coglioni


Prossimo leader del PdL