Portale:Guerra

Jump to navigation Jump to search
Logo Portale guerra.png

Portale Guerra.png

« Uccidere è un crimine. Tutti gli assassini vengono puniti, a meno che uccidano in gran numero di persone e al suono delle trombe. »
(Voltaire mentre sposta tre carri armati gialli sulla Kamchatka)
Dibattiti bellici - Visita la categoria - Progetto
Logo Portale guerra.png Voce in Latrina
Mussolini intento a spezzare le reni a uno stelo di grano.

La battaglia del grano fu un epico scontro tra Benito Mussolini e un esercito di spighe di grano assassine, da cui Michael Bay ha tratto un film.

Roma, 1922. Il pugnace Benito Mussolini, primo classificato alla Marcia su Roma, salì al potere manganellando gli oppositori politici come se non ci fosse un domani. Il suo primo atto ufficiale consistette nell'autoproclamarsi Padre degli Italiani. Grave errore.
Trenta milioni di donne italiane lo trascinarono in tribunale sostenendo che se lui era il padre degli italiani, allora doveva sganciare gli alimenti per i figli. Una controversa sentenza della magistratura, già allora avversa ai despoti pelati, diede loro ragione e condannò Mussolini a pagare centosedici miliardi di lire.
Benny, fingendosi cerebroleso su consiglio del suo legale Carlo Taormina, ricorse in appello e riuscì a far modificare la sentenza: al posto dei centosedici miliardi era tenuto a versare a ciascun figlio mezzo chilo di farina di grano al mese, più un ossobuco a Natale.

Leggi la voce • Tutte le voci in latrina
Logo Portale guerra.png Citazioni dei sopravvissuti Logo Portale guerra.png Immagini dal fronte
« Potevano scegliere fra il disonore e la guerra. Hanno scelto il disonore e avranno la guerra. »
(Winston Churchill sulla neutralità della Svizzera)
« Perché ho fatto la guerra in Iraq? Diciamocelo: non se ne poteva più di film sul Vietnam... »
(George Bush su guerra in Iraq)
« Iniziare una guerra mondiale e perderla, è accettabile. Iniziarne due e perderle entrambe, bé, significa che non ti stai applicando. »
(Qualcuno sulla storia bellica della germania)
Guerra puffi.jpg
Conflitti armati bellico-tragici
Logo Portale guerra.png Esportazione di Pace nel dettaglio Logo Portale guerra.png Corsi di tattica
Il Generale Santana ordina la carica al sanguinario Maggiore Cabrón

La Battaglia di Alamo fu una scaramuccia che avvenne nel 1836 tra le forze messicane e texane durante la rivoluzione texana, passata alla storia come lo scontro del secolo solo per colpa dei film di John Wayne. L'attacco iniziò alle 15:30 circa, subito dopo la siesta, per venire incontro alle esigenze irrinunciabili dei soldati messicani.
Per una "soffiata fasulla", questi ultimi sovrastimarono le forze nemiche, quindi si presentarono con circa 6500 uomini contro i 187 texani. Accortosi dell'errore, il Generale Antonio de Padua María Severino López de Santa Anna y Pérez de Lebrón (detto "Santana" perché suonava la chitarra per diletto) offrì agli assediati la possibilità di una resa onorevole, il Tenente Colonnello William Barret Travis (detto "Menefrego"), dalla finestra sopra il portone, pisciò in testa al generale messicano.

Leggi la voce

Categoria Conflitti‎‎‎ non trovata

Eroi guerrafondai e celebrità terroristiche
Logo Portale guerra.png Condottiero decorato con la croce di legno Logo Portale guerra.png Personalità marziali
Il mahatma Gandhi

Mahracas Karamellach Gandhi, più semplicemente noto come मोहनदास करमचन्द गांधी, (Puobastàr, 30 settembre 1869Muortefhàmm, 30 febbraio 1948) è stato un noto dittatore e terrorista indiano. Importante guida spirituale per il suo paese, lo si conosce soprattutto col nome di Mahatma (trad. Mahatma), appellativo che gli fu conferito per la prima volta dal suo pupazzo Herbie. Gandhi è stato uno dei più noti esponenti della violenza incivile e dell’odio indiscriminato. Con le sue azioni ha ispirato molti movimenti terroristici e personalità quali Nicolae Ceausescu, Augusto Pinochet, Charles Manson, Macchia Nera, il Ku Klux Klan.
In India Gandhi è stato riconosciuto come padre del razzismo, madre dell’odio fra i popoli e figlio di buona donna e il giorno della sua nascita è lutto nazionale.

Leggi la voce

L'addestramento applicato all'uomo medio
Logo Portale guerra.png Truppe armate delle migliori intenzioni Logo Portale guerra.png Combattenti militari assortiti
L'esercito Ottomano cinge d'assedio una roccaforte bizantina
« No alla Turchia in Europa »
(La Lega santa durante la battaglia di Vienna)

L'esercito Ottomano è quella formidabile macchina da guerra grazie alla quale una banda di pecorai dell'Anatolia è riuscita a creare un impero di vastissime dimensioni, in grado fino all'epoca moderna di impensierire qualsiasi esercito europeo. Ancora oggi l'esercito ottomano incute paura in molti esponenti dell'estrema destra nostrana, che ovviamente ignorano il fatto che tale esercito non esista più. Il grottesco successo di questa armata di beduini, anche in epoche in cui gli europei dominavano i campi di battaglia di tutto il mondo, è il frutto di evidenti peculiarità ed eccellenze in campo logistico, balistico e casistico.

Leggi la voce

Categoria Eserciti‎ non trovata

Strumenti di morte e usi pratici
Logo Portale guerra.png Attrezzo di offesa personale Logo Portale guerra.png Catalogo degli armamenti
Due dei modelli più venduti, quello Luxury e quello Desert Storm
« Quando uno zombie incontra un uomo col fucile a pompa, lo zombie è uno zombie morto, di nuovo. »
(George A. Romero, Per un pugno di carne)

Il fucile a pompa, chiamato in modo improprio anche shotgun dai sofisti degli sparatutto in prima persona, è un'arma da fuoco lunga e quasi sempre a canna liscia che utilizza, per portare una nuova cartuccia in camera, un meccanismo detto sistema scorrevole (o di pompaggio). Chiamarlo semplicemente arma non è del tutto corretto, esso è un ottimo deterrente contro il crimine, la sola presenza riduce la probabilità di un'aggressione del 99%, sempre che il malintenzionato non sia un cretino totale o abbia con se un cannone a rotaia. Possiamo anche considerare il suo utilizzo come severo monito, l'estremo avvertimento, in questo caso criminale e proprietario spesso coincidono.

Leggi la voce


Categoria Metodi di tortura‎‎ non trovata