Forbici dalla punta arrotondata

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia denuclearizzata.
Jump to navigation Jump to search
Un famoso utilizzatore di forbici dalla punta arrotondata.

Le forbici dalla punta arrotondata sono un'arma letale partorita dalla geniale[citazione necessaria] mente senza scrupoli dello scienziato Giovanni Muciaccia, tra una sniffata di colla vinilica e l'altra, diventate tristemente famose per essere le preferita del noto gangster Dodò, capo della cosca mafiosa "Albero azzurro".

Storia[merdifica facile]

Suddetto scienziato è diventato ricco grazie a tale invenzione ormai diffusissima e usata in tutto il mondo, ricco, ma così ricco da fondare una società nominata Forbici Punta Arrotondata S.p.A. di cui egli è CEO e le cui azioni salgono vertiginosamente oggi giorno sfiorando picchi di guadagno pari allo 0.0000001%.
Dal 1989 al 1999 ha affrontato una lunga causa fattale dall'americano Edward Mani di Forbice, il quale accusò l'industria di danni fisici e morale causatogli dai loro prodotti, specialmente al basso ventre.
Dal 1999 ad oggi è invece stata querelata da tutte le associazioni di consumatori, che rimpiangono le forbici vere.

Usi[merdifica facile]

Molti consigliano l'uso di queste forbici quali per svariati semplici gesti quotidiani, in sostituzione dei più pretenziosi Miracle Blade, come pulirsi sotto le unghie o togliersi il cerume dalle orecchie.

Svantaggi[merdifica facile]

  • Non possono essere usate come armi improprie, solo come armi ufficiali. Infatti vengono spesso scelte come arma nei duelli d'onore.

Curiosità[merdifica facile]

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

  • Si stima che le forbici dalla punta arrotondata uccidano più persone di quelle con la punta normale causando loro l'illusione che siano innocue e un fatale abbassamento della guardia.
  • Le forbici dalla punta arrotondata sono state vietate dalla convenzione di Catanzaro.
  • Le forbici dalla punta arrotondata furono usate in seguito da Tonio Cartonio e dagli "amici" del fantabosco per tagliare i pezzi di carta che guardava solo con un occhio, avendo una malattia folletta che gli permetteva di guardare con un occhio al "lavoretto" e con l'altro occhio la melevisione e i suoi cartoni animati.

Voci correlate[merdifica facile]