Wakfu (serie animata)

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia ebbasta.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca


QUESTA PAGINA È ASSEDIATA DAI VANDALI

La pagina Wakfu (serie animata) ha ferito i tuoi sentimenti?
Allora faresti meglio a chiudere la finestra, oppure a visitare siti più gradevoli.


Il logo della serie.

Wakfu è la prova che ai francesi non dovrebbe essere permesso di creare serie d'animazione. Nel tempo libero è anche un MMORPG a cui non gioca nessuno.

Trama

Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

Stagione 1

Mille anni prima della vicenda, viveva un essere chiamato Ogrest, tormentato dalla tristezza per la sua condizione solitaria e per il nome di merda affibbiatogli dal suo alchemico creatore. Usando la bambola gonfiabile di quel morto di sonno dell'alchimista, fece amicizia con una ragazza o, per meglio dire, una stronza epocale.

Ogrest contrae una brutta sindrome dello zerbino verso la sua amicozza, che lo costrinse a procurarle sei dofus[1]. La cosa causò un gran macello e il bestione si ritrovò in guerra con gli dei, che temevano volesse farne una frittata e non dividerlo con nessuno. Fece rapidamente polpette degli avversari, ma poi si accorse di non averli conditi e pianse fino ad allagare il mondo, commettendo un'ulteriore cazzata.

A causa di questo, un mite orologiaio di nome Noximilien ci rimise la famiglia e decise di succhiare al mondo la vita per giocare con le forze fondamentali dell'universo e tornare indietro nel tempo per salvare moglie e figli, anche a costo di aprire alla realtà un buco del culo nuovo di zecca.

L'inizio

Ruel, in versione Miss Sobrietà, si aggrega al gruppo delle ragazze.

La prima stagione si apre con l'orologiaio di cui sopra, che adesso si fa chiamare Nox per risparmiare fiato e per sfuggire alla guardia di finanza, trasformatosi in un incrocio tra Darth Vader, un Ironman Steampunk e una betoniera intento a litigare con un vecchio armato di passeggino.

Si scopre che il vecchio altri non è se non Grougaloragran l'Eterno, ovvero uno dei sei Grandi Dragoni, più antico del mondo stesso, potente oltre l'immaginabile, saggio come un Dio e con lo stesso pizzetto figo di Hulk Hogan. Inoltre, il bambino che ha nel passeggino è il doppione della chiave sia del futuro del mondo sia della sopravvivenza della stirpe stessa dei draghi. Grougaloragran affida il pargolo ad Alibert, un mercenario cacciatore di taglie, facendo così ridurre il livello di saggezza del drago ad ameba. Alibert riceve assieme al pupo un messaggio nascosto nella piuma del culo di un tofu e diventa buono, forse per un lavaggio del cervello operato da Grougaloragran, ma più probabilmente per lo spigolo della mensola del bagno che colpì la sua tempia.

Anni dopo, il piccolo Yugo è ormai cresciuto e si dà da fare come aiutante in cucina di suo padre, che nel frattempo è diventato sindaco facendosi votare dalla gente che non ha mandato al patibolo per aver sputato in pubblico. Alla locanda si presenta un vecchio amico di Alibert, Ruel, un Anutrof, ovvero un essere più tirchio di uno scozzese vissuto a Genova. Nel frattempo Yugo scopre di saper creare portali di teletrasporto mentre prepara uno stufato. Pochi istanti dopo giunge un cavaliere dalla forza fisica spaventosa, ma visto che è il primo nemico, Yugo lo batte con una facilità imbarazzante.

Non c'è tempo per gioire, perché Barbalbero è incazzato e in queste situazioni si sa che manda i Triboli a trasformare tutti in piante. Ad aiutare il ragazzo ci sono Tristepan, ancora col ghiaccio in testa per le mazzate ricevute prima, e Ruel, che si trovava lì per caso. Nella foresta, il trio di simpatiche canaglie incontra Eva e Amalia, uscite fuori per bilanciare le quote rosa. Appena risolto questo sfracello, Nox attacca il villaggio, ma Alibert lo teletrasporta via inciampando sullo stufato di Yugo.

Le avventure delle simpatiche canaglie in Maccheccazzolandia

Tristepan e Cleo (la sorella piatta di Eva) in barca tentano un revival di Titanic. In effetti lui alla fine muore.

Dopo un casino con un cosplayer del Re Stregone e un filler utile solo a spiegare che Tristepan è un pirla e a fare vedere Eva in abito da sera, giunge la prima prova per questa manica di spostati: fare un revival di I sette Samurai, solo che i loro avversari non sono comuni banditi, ma minotauri alti cinque metri che in più sparano onde energetiche dalle corna.

A seguire c'è un episodio abbastanza profondo, almeno due metri e mezzo. Eva e Amalia esplorano la loro amicizia, scoprendo che è più forte nelle avversità e che supera ogni tipo di barriera [2] arrivano persino sfiorare il lesbismo; dopo 'ste menate depressive, si ritrovano tutti in una copia del Paese di Halloween disegnata dagli autori di Monster Allergy sotto acidi, mentre il cattivo viene stavolta interpretato da un incrocio tra Devilman e una presa di corrente. Tristepan ha la possibilità di dimostrare il suo valore, sfortunatamente si aggira intorno alle 5 lire. Il nemico stavolta è Vampyro, simpatico sovrano della città e generale di un'armata di Ghoul, che ha deciso di attaccarlo perché sua moglie, Ombrosa, è un demone e minacciava di tenerlo in astinenza per duecento anni.

Scoperto dove trovare la famiglia biologica di Yugo, la truppa, per arrivarci, ha bisogno di una barca che possono accaparrarsi competendo in una gara di Pappaball: un delirante sport in cui ci si passa una pecora imbottita e si dispone di repulsori, stivali a reazione e maschere degne degli Orki per sparare via gli stronzi. Il campo di battaglia può essere colmato di lacrimogeni per rendere tutto più emozionante.

Dopo una serie di annusate alla topa di Eva, la squadra ottiene la barca. Cartiglio (la mappa invasata) si stanca di collaborare, si mette su un costume da Spiderman e trasforma la nave in un'orgia di bondage, situazione a cui la sola Eva ha fatto il callo.

La guerra più totale!

Dodici episodi più tardi giungono all'isola dove si dovrebbe trovare la vera famiglia di Yugo. Intanto, Nox ha deciso di piantarla con le stronzate: ha fatto tornare normale Alibert, ha concepito un crudelissimo piano d'assalto e ha persino aiutato una vecchietta ad attraversare la strada. Nel frattempo che i suoi amici passano il tempo ad affrontare un drago nero, Yugo si trova davanti ad un nano con l'aria pallida, ma anche la faccia, che tenta di farlo picchiare a sangue da un Golem. Il nano è Adamai, un drago mutaforma, che in realtà è Grougaloragran, che in realtà è suo fratello, che in realtà si scopre che faceva parte del cast di Beautiful.

Yugo e Amalia beccati durante un cunnilingus.

Yugo scopre di far parte di una razza chiamata Elatrop, che è nata da uova di dragone cucinate al gratin. Ogni Elatrop ha inoltre un gemello drago e una mammaminkia, ma la cosa più importante è che un Elatrop creò l'Elacubo, ovvero il gingillo che Nox vuole usare per il suo barbatrucco. Gli scagnozzi di Nox però si fanno spaccare il culo e lui è costretto a usare un portale di teletrasporto per giungere con tutta la sua fortezza. Grougaloragran allora, per evitare il massacro, trasferisce tutti in Cambogia e si prepara a fronteggiare Nox da solo. Ovviamente muore.

Alla notizia della sua morte, la truppa reagisce creando la Confraternita del Tofu, alla quale per sbaglio parteciperanno diversi animalisti, e si separano. Yugo e Adamai si appartano, mentre il resto degli spostati si reca al regno Sadida. Qui entra in scena Tristepan ubriaco marcio: decide di attaccare briga con la Guardia Scelta Sadida e maciullarla di mazzate. Purtroppo, giunge Armand, che evoca così una pianta carnivora assassina che concia Tristepan così male da essere posseduto da Rubilax, che quindi concia Armand così male che deve aspettare l'inizio della seconda stagione per riprendersi. Tristepan è ora privo di controllo e quasi spezza le braccine a Eva, così si dispera e fugge nel deserto a cercare orchidee.

Nox prepara l'attacco finale mimetizzandosi nella foresta da fungo porcino.

Poco dopo, Amalia comunica con l'Albero della Vita per scoprire cosa lo affligge, ma trovano una bella sorpresa: la madre di Amalia è ancora viva, suo padre è più tollerante, suo fratello non è uno stronzo abissale, la Confraternita si è riunita e invece Tristepan è tornato ad essere il solito coglione. In realtà era tutta un'illusione.

Yugo, intanto, sta imparando ad usare i suoi mirabolanti super-poteri mentre viaggia verso l'isola dove si trova il Dofus, ma Nox gli sguinzaglia contro il suo animaletto domestico che, dopo duecento anni di esposizione all'Elacubo, è diventato una tigre dai denti a sciabola di un metro e ottanta al garrese e l'indole di Vittorio Sgarbi in preda ad una raptus isterico. Fortunatamente sfoga la rabbia repressa su degli hippy di passaggio, così Yugo può recuperare il Dofus.

Tristepan, invece, vaga per giorni nel deserto fino a giungere al sepolcro del suo Maestro, Goultard.[3] Goultard è uno Iop che sembra uscito fuori da un frontale tra Bob Marley e Cordell Walker. Si presenta con una coreografia degna di Amici di Maria De Filippi, offre la cena a Tristepan e poi lo convince ad andare a fare una rissa con Rubilax. Durante il pestaggio scopriamo che Rubilax è la reincarnazione della buon'anima di Yammi Rialgo, in versione rincoglionito; infatti ad un certo punto annuncia a Tristepan che appena finito di menarlo andrà a prendere Evangeline e la trasformerà nel nuovo corpo per Ombrosa. Viene massacrato subito dopo aver completato la frase.

E finalmente siamo allo scontro finale: Nox rimette in campo i soliti tre zombie e uno nuovo, creato partendo dalla razza di Amalia. Quest'ultimo simpaticone combatte contro Eva e cerca di abusare di lei, ma Tristepan lo mette in ginocchio e Yugo lo incula. Serve a poco perché Nox teletrasporta il suo orologio assassino e libera un incrocio tra un Dalek e un Helbrute del Caos, riducendo la foresta in briciole. Tristepan si lascia invasare da Rubilax per combattere il robot e permettere a Yugo di andare a combattere il metallaro, ma viene ammazzato dopo aver fatto da scudo umano ad Eva contro un Big Bang Attack, permettendo a Yoda di finire il robot. Yugo, incazzato perché senza Tristepan la sua serie non se la cagherebbe più nessuno manco di striscio, decide di andare ad uccidere Nox, che però riavvolge il tempo consumando tutto il Wakfu accumulato negli ultimi duecento anni. Ma ha fatto male i conti, perché è scattata l'ora legale e quindi torna indietro di soli venti minuti, non abbastanza per salvare Tristepan, ma abbastanza perché Nox decida di schiattare e farla finita con questo cartone.

Stagione 2

Riparte il delirio

Mesi dopo che Tristepan ha tirato il calzino per salvare i Sadida, questi come ringraziamento si sono inculati l'Elacubo. Mentre i Sadida giocano con un carciofo, Eva decide di riprendersi dal trauma in questo modo: soffrendo così tanto da avere le allucinazioni per il senso di colpa.

Fortunatamente, alcune cose restano sempre le stesse: Amalia non cambia il suo carattere da viziata insopportabile e Ruel resta sempre un arraffone. A causa sua si incazza un gerbillo, uno alto trenta metri che spara fulmini[4].

Salta però fuori che l'esaltato Tristepan non era morto, ma lui e Rubilax si erano scambiati i corpi; tutt'ora, il Demone delle Legnate sta usando il suo corpo per riunire gli altri Shushu sigillati, mettere insieme un esercito e far giungere in questa dimensione Rushu, Ras della Fossa dei Demoni, Gran Visir dei Bastardoni, e risultato dell'unione sacrilega tra Zodd l'Immortale, un Balrog e Burzum.

Eva invece cambia look e va a salvare il suo ragazz fidanz trombamic... tizio-che-vorrebbe-farsi-ma-non-lo-ammette-per-generare-tensione-e-far-contenti-i-fan. E dopo millemila peripezie, la nostra eroina rimane incinta, Yugo si scopa Amalia dopo aver preso a botte tutti i cattivi di turno che vogliono distruggere il mondo e vissero felici e contenti!

Gli OAV

Ah, e così tu volevi lasciare questa pagina, vero? E invece non lo farai! Sappi che Evangeline partorisce 2 pucciosissimi quanto scassamaroni marmocchi, poi i nostro eroi assieme a un gatto pulcioso di nome Kerubim e il nano Joris sconfiggono Ogrest e alla fine i nostri due piccioncini Eva e Tristepan si sposano ( in barba al Vaticano che dice no al sesso prematrimoniale! ). Ora siete pronti per la terza stagione?

Stagione 3

All'inizio della terza stagione scopriamo che Eva è rimasta incinta di nuovo (ma basta!) e vive felice con Tristepan e i mocciosi presso il nonno di Heidi. Fin qui tutto bene, fino a quando non arriva Po che rompe le palle E partono le botte tra Po, Tristepan e la figlia femmina che è un suo clone. Eva viene rapita assieme al figlio maschio suo clone perché si sa, se sei una donna e soprattutto sei bionda e bella sappi che dovrai condividere l'abbonamento per i rapimenti con la principessa Peach! Ah, intanto Tristepan le busca forte ma poi si salva e scappa via con la figliola. Naturalmente per andare a salvare l'Ocraina preferita dai nerd che amano pipparsi arrivano anche Ruel, Yugo e Amalia! Dov'erano, al bagno? No! Ovviamente erano pronti per una nuova avventura! Chi sarà il nuovo cattivone di turno? Un tizio amante dei cavalieri dello zodiaco che ama vestirsi da gufo (signori, non sto scherzando)! I nostri gonzi sono pronti per entrare nella torre di Saint Seya, ma ecco che finiscono in una trappola temporale dove invecchiano e vedono allucinazioni allucinanti e alla fine si liberano grazie a una botta di cu... Cuore! I nostri buzzurri preferiti affrontano individui fantastici come: lolite zoofile, tizi che collezionano mutande e molto altro ancora! Sapere che hanno in comune tra di loro questi individui? Sono imparentati con degli dei! Comunque sia, la nostra banda di gonzi preferita sconfigge i nemici tra scene di Beautiful e 50 sfumature di grigio (e ci sta pure un Ditto che ama clonare gente per trollarla). Nel frattempo scopriamo che Eva e il clone sono in ostaggio della moglie del gufo amante dei cavalieri dello zodiaco, un altro splendore di donna (if you know what I mean). Costei vuole fare dei figli di Eva degli Dei (perché sì, chiunque può essere Dio a Machecazzolandia). Dopo altre botte e lacrime strappascene, si scopre che l'uomo gufo non è altro che un ELATROP come Yugo e siccome sono morti tutti quelli del suo popolo, vuole uccidere gli dei e rimpiazzarli con altri. Eh beh, mi sembra giusto! Altre botte dopo, i nostri eroi sfuggono al cattivone perché sua moglie distrugge la dimensione nella quale risiede e quelli si ritrovano nella dimensione divina.

Non dimentichiamoci che in mezzo a tutto questo casino Eva ha partorito un altro clone di Tristepan con un nome che fa impallidire un qualsiasi ufficio anagrafe: Tristegnon! Detto questo, qualcuno chiami la Durex perché sennò questi appena fanno sesso figliano come conigli!

OAV dedicato a Oropo

Non poteva non mancare un episodio dedicato al nostro ateo poser preferito, Oropo! In questo episodio troviamo il nostro eroe, ehm, volevo dire cattivone a fare il capo di un party di DND fatto di casi umani. Abbiamo naturalmente Echo che fa la chierica/maga/boh, poi abbiamo un goblin con l'acne, il solito barbaro con lo spadone, un mini Chibi molesto e un mimo fallito. In questa avventura vanno a rompere i coglioni a Groug... Groooul... Groularogran! In sostanza, sembra che Oropo abbia forti daddy issues ed è pure incazzato con Yugo (quando mai qualcuno è in buoni rapporti con costui?). Groularogran si denuda con somma gioia del pubblico in sala e inizia a fare la versione poraccia di Dragonball con il barbaro cazzone. Ad aiutare il nostro dragone dal nome impronunciabile interviene Chibi, il fratello che fa casini con questo Elaculo maledetto (oh, tutti lo chiedono e lo vogliono). Dopo combattimenti al limite delle allucinazioni da funghetti degne degli anni d'oro dei Beatles e flashback in bianco e nero, il party improvvisato di Dungeons and Dragons se ne esce sconfitto. Chibi in tutto questo è morto contro il mimo del discount. Groularogran lancia via l'Elaculo perché è troppo pericoloso, e il moccioso molesto assicura che tornerà per vendicarsi. Speriamo che non torni perché era veramente molesto. Passa il tempo, e il goblin foruncoloso attenta alla vita di un incosciente Oropo che si è fatto troppi trip allucinogeni. Tuttavia Echo defenestra il molestissimo goblin, che cade urlando alla maniera di Pippo. Finisce poi con la nostra magnifica donna alata che se ne va a dormire con quel fattone di Oropo.

Stagione 4

Siccome alla fine della terza stagione i nostri buzzurri erano entrati nella dimensione divina, la trama riprende da lì, ma nessuno si prende la briga di spiegarci che sia successo agli dei. Probabilmente lo sa Roberto Giacobbo. In compenso scopriamo l'identità di quella Mammaminkia della madre di Yugo, la dea Elatrop, che tanto è inutile perché passa un buon 90% del suo tempo a piangere. Ah, e scopriamo pure che c'è Nora, sorella di Yugo che è riuscita a prelevare Qilby dal Gulag. Vengono mandati tutti quanti ognuno a casa loro, come ci insegna Matteo Salvini, tranne Yugo e Adamai, che restano lì a fare i giustizieri del discount nel magico mondo di Machecazzolandia. Adamai però fa 2+2 e se ne va. Come se non bastasse, gli occhi piazzati dalla dea tra le nuvole fanno innervosire i governanti di Machecazzolandia, perché è letteralmente 1984. Andiamo avanti. Scopriamo che dei brutti esseri scartati dai provini per il video musicale per "Thriller" di Michael Jackson vogliono invadere Machecazzolandia per ciucciare via il Wakfu, e sono capeggiati da un Mikado con i capelli che si chiama Toross Mordal. Questi essere hanno sempre fame (evidentemente il pranzo della Nonna non è bastato). Ovviamente i governanti, da bravi leghisti che sono, danno la colpa agli Elatrop (quando mai gli Elatrop sono innocenti?). Dopo una crisi di mezz'età affrontata da Yugo, affogata nei dispiaceri dell'alcool a casa di papà Alibert, Yugo fronteggia assieme a Nora e Qilby gli zombie brutti brutti e naturalmente quando poi la dea Elatrop lo viene a sapere piange e vuole (giustamente) scappare via, perché questi malefici l'hanno prosciugata di molto Wakfu, visto che lei è stata imprigionata lì per volere degli altri dei soltanto perché ha monopolizzato il pianeta con i figli suoi. Dicevamo! Yugo poi si ricongiunge con la sua adorata Amalia nella speranza anche di poter inzuppare il biscotto, ma Armand non approva e lo considera un pezzo di merda. Siccome non ci dobbiamo dimenticare che questa è una serie per bambini, vediamo che gli zombie brutti invadono il regno Sadida (sempre i soliti posti devono invadere) e ciucciano via gli alberi, con sommo dispiacere anche di tutti i giardinieri del mondo. Scopriamo poi che tra gli zombie vi è anche il gemello di Nora, il drago Efrim, ovviamente diventato uno zombie brutto per poter far scappare la sorella e liberare la mammaminkia divina. Sarà proprio Efrim a sfruttare la sorella per creare un portale da cui gli zombie brutti potranno entrare nel Mondo dei Dodici e fare la malora. Poi Toross a caso si improvvisa Fidia dei poveri e tramuta Nora in una statua. E a quanto pare lui è anche un simp di lei. Dopo innumerevoli vicende di cui non ce ne frega un cazzo, tra cui un dramma da telenovela nella famiglia di Tristepan & Evangeline e in quella di Ruel, Yugo finisce imprigionato nella dimensione degli zombie brutti brutti perché viene lasciato indietro involontariamente dai compagni, tra cui vi è anche il nanetto Joris. A Toross, nostro uomo-Mikado, non pare vero di avere uno spuntino e così fa imprigionare Yugo per pappargli via il Wakfu, e questo fatto tramuta Yugo in un adulto (alleluia). Yugo riceve pure un restyling anche grazie al nostro ateo poser preferito che per qualche arcano motivo ha risolto i suoi daddy issues a caso e toh, ha deciso di aiutare il babbo a resistere alla tortura. Yugo riesce a tornare indietro grazie a un redento Qilby, forse stufo di essere il Joker del discount. Qilby prima di crepare in maniera strappalacrime affida a Yugo l'Eliasfera, l'ennesimo artefatto magico potente rubato a una sorta di Regigigas blu. Arriviamo poi al ricongiugimento di tutta la confraternita del Tofu, tutti pronti a picchiare i non morti brutti brutti, e nella battaglia ci rimane secco il nostro re Armand perché ha usato troppo questa Eliasfera malefica. E tutto finisce a tarallucci e vino, perché Yugo si sposa con Amalia e l'uomo Mikado è stato rispedito nella sua dimensione originaria senza pranzo.

La trama è finita, leggete in pace.


Personaggi

Personaggi boni

Yugo

Yugo si è da poco convertito al buddhismo.

Il nostro piccolo protagonista, altruista, dolce, gentile e sempre pronto ad aiutare il prossimo e anche il remoto. Suo padre è l'unico cuoco dell'orbe terracqueo che non sa fare il pane e indossa un cappello che non toglie mai con la quale nasconde due ali fatte di energia magica solida e la forfora.

Di recente s'è scoperto che sarebbe il Re degli Elatrop, con tutto ciò che questo comporta, e vorrebbe che il suo popolo[5] possa tornare nel Mondo dei Dodici, ma incontra la strenua opposizione del Principe di Brakmar, un leghista convinto. Amalia nutre qualche interesse per lui e, con il fatto che 'sto ragazzino è un re, i fan non capiscono perché non abbiano ancora organizzato un matrimonio combinato. Ovviamente alla fine si sposa con Amalia.

Evangeline

L'equivalente femminile di Legolas, solo che è bona e tutti la vogliono rapire e sco... Scoprirla! È pure amica di quella scassaballe di Amalia, e mi chiedo come mai non rapiscano lei invece dell'elfa. Condivide l'abbonamento per i rapimenti con la principessa Peach. Ha dato alla luce, riuscendo a mantenere una forma fisica perfetta, tre mocciosi scassamaroni, presumibilmente creati per tirare fuori altre ventordici stagioni.

Amalia

Una principessa scassaballe. Ha un regno tutto verde e pieno di alberi, roba che farebbe fare i salti di gioia a un qualsiasi ecologista convinto. Si limona forte Yugo, ma per il momento non è una vacca sforna figli come la sua amica (e grazie al cielo).

Ruel Stronz Stroud

Prole sacrilega di Zio Paperone e Gimli il Nano, questo individuo ha un'innaturale perversione per il denaro. Coltiva l'hobby di sedurre le mogli altrui e sgraffignarsi successivamente i salvadanai in vista.

In passato è stato campione di Pappaball, star del metal, pirata, mercenario, cacciatore di tesori, cacciatore di taglie, satanista, dog-sitter, endocrinologo e grande burlone, nonché puttaniere. In un mondo dove anche i panettieri evocano golem in grado di competere con Mazinga, lui sa solo usare l'alabarda e la bilancia parlante.

Tristepan

Chiamato dagli amici Panpan, il cavaliere, il salvatore del mondo! Almeno così dice lui la prima volta che Yugo lo incontra. Il suo nome completo sarebbe "Sir Tristepan Parsifal, Cavaliere dell'ordine dei guardiani di Shushu". Tristepan è uno Yop, una razza di umanoidi nota per avere il cranio di osso pieno (Menzogne! Ne ha abbastanza per riconoscere le belle ragazze!), cosa che lo rende capace di prendere a testate persino gli Shushu. Come vedremo, è anche una delle tecniche del suo sublime maestro Gultard.


Elely, Flopin e Tristegnon

I figli cloni di Evangeline e Tristepan. Elely (la bambina) è come suo padre, Flopin (il bambino) come sua madre. Letteralmente! In seguito arriverà Tristegnon (dopo questo nome vado a vomitare quadri di Picasso), clone maschio di Tristepan e futuro Gary Stu.

Alleati, nemici amichevoli, tizi che passavano di là

Grougaloragran

- Grougaloragran: “Fòra dai piedi - o subirai l'ira di Grougaloragran!!!”
- Nox: “Eh???" (Reazione comune di chi sente per la prima volta il nome di Grougaloragran )”

Grougaloragran il potente! Grougaloragran l'eterno!! Grougaloragran il vecchio con la carrozzina!!! Almeno è così che rimarrà in mente ai telespettatori che hanno seguito la serie dalla prima puntata.

Grougaloragran è un vecchio e amabile signore, ben oltre i limite del pensionabile (qualche millennio). In realtà è un drago. In tutti i sensi. Ideato come un mix di Obi-Wan Kenobi, un samurai e Godzilla, è il padrino segreto di Yugo.

Curiosità: la voce del doppiatore originale francese sta un'ottava sotto la voce di Darth Vader. (Quando Grougaloragran parla con la voce originale, i vetri tremano).

Rubilax

La spada demoniaca! Quando non viene usata chiacchiera e insulta in continuazione il suo custode. Senza peraltro arrivare ai livelli di Excalibur. Quelle volte che si è liberato dalla spada, Rubilax, si rivela un crapone che adora dare sganassoni e distruggere tutto... esattamente come Tristepan, solo molto più demoniaco.[6]

Il Mmmmmmmmporg

Per quanto questo tizio compaia in un solo episodio, il suo nome impronunciabile (e si che la serie ci da dentro) gli merita una menzione in questa lista. Più avversario che nemico degli eroi, gioca contro di loro in una partita di calcio pappaball nell'isola maledetta di Brâkmar (ma la squadra perdente verrà decapitata!) Si può intuire che Mmmmmmmmmporg non è il suo vero nome: infatti il suo vero nome lo manda in berserk, e allora il Mmmmmmmmmporg lascia perdere tutto per pestare vigorosamente chi ha usato pronunciare il suo vero nome: Marilyn.[7][8] * SBONK * "Non dovete chiamarmi Marylin!" AAAAAAARGH![9]

Cattivi

Nox

Un orologiaio impazzito che depreda enormi quantità di wakfu. "Tornerò indietro nel tempo per riscrivere la mia pagina su Nonciclopedia prima che venga cancellata per la prima volta!"

Si dice sia ispirato agli zigomi che la Jolie non avrà mai.

Rushu

Rushu è il re degli Shushu, che fa anche rima. Gli shushu sono demoni intenzionati a invadere il mondo. Quelli che ci sono riusciti sono stati imprigionati in piccoli oggetti, come mappe, accendini, anelli, macinini... Tuttavia i proprietari (o custodi, come sarebbe meglio dire) devono fare attenzione a non farsi succhiare l'anima!

Ad esempio, il sopraddetto Rubilax è uno shushu.

Cosa dicevo? Ah sì. Rushu non è rinchiuso in nessun oggetto! Lo preferite nella versione di gigantone barbuto o di occhio con i tentacoli? Scrivete agli autori!

(Già dire chi è, è uno spoiler!)

Ossia Qilby.

Anche questo personaggio si presenta in due versioni! Flebile signore esausto e diavolo con le corna (e la falce)!

Un attimo prima della sconfitta, e dopo aver tentato di distruggere il pianeta, Qilby si lamenterà che nessuno capisce il suo dolore.

Yugo lo manda elegantemente a farsi f quel paese. Letteralmente.[10]

Oropo

Il cattivone della terza stagione, un poser ateo che vuole rimpiazzare gli dei attuali perché unico superstite del suo popolo. Ha una moglie stupenda che si chiama Echo (quella che fa rapire Eva, per intenderci) che cornifica per limonare duro con Amalia (vabbè). Alla fine pare che sia stato distrutto nella sua stessa dimensione da sua moglie, ma sicuramente Roberto Giacobbo troverà il modo per salvarlo.


Toross Mordal

Bro, seriamente dobbiamo dedicare a una sessione a costui? Tanto ha sempre fame.

Note

  1. ^ Perché uova di drago suonava male.
  2. ^ Peggio dei Minipony!
  3. ^ Che ivi riposa in pace.
    Nel senso che riposa veramente: è vivo, con la sdraio e il drink.
  4. ^ Il concetto di "fauna normale" in questo mondo è abbastanza elastico.
  5. ^ Correntemente nella Zona Fantasma a fare compagnia al Generale Zod.
  6. ^ E senza passione per le donne, il che spiega molte cose.
  7. ^ Il che, nella maschilista isola di Brâkmar, non è solo imbarazzante. È anche un reato.
  8. ^ E resta comunque imbarazzante.
  9. ^ L'avete voluto vedere? Ora sono ****** vostri.
  10. ^ In questa storia, "quel paese" esiste veramente. Ed è un posto noiosissimo.