Alsazia

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera dagli inestetismi della cellulite.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
L'Alsazia, talvolta nel pomeriggio. Si noti il paesaggio ricco di orchidee e fiori di campo morti.

L'Alsazia è una regione a cavallo tra Francia e Germania, che se la scambiano ogni tot. anni come fosse le Figurine Panini. Attualmente è in mano dei mangiarane, ma i suoi abitanti si sentono più crucchi che francesi, nonostante siano i primi a festeggiare per qualsiasi importante risultato ottenuto dalla Francia.

Economia

L'unica risorsa storica dell'Alsazia è il carbone: tale combustibile fossile ha lasciato una marcatissima impronta nel paesaggio: le case erano nere, i piatti da mangiare sapevano di fuliggine, la gente nemmeno usava il sapone sapendo che sarebbe stato inutile.

Cucina

Rinomata in tutto il mondo e decantata dai migliori chef come uno dei gloriosi esempi e capisaldi della cucina regionale di Francia, la cucina tipica alsaziana vanta le seguenti raffinatezze:

  • Choucroute: carne di maiale e crauti, in ricordo del loro orgoglio tedesco
  • Baeckeoffe: carne di maiale, in ricordo del loro orgoglio tedesco (crauti a piacere)
  • Flammeküche: carne di maiale e la pizza avanza del giorno prima (crauti se ne sono rimasti)

Purtroppo a livello vinicolo la nostra beneamata Alsazia non riesce a esprimere il meglio della sua produzione: anzi si può ben dire che il peggio della produzione vinicola francese spetti all'area delimitata tra Metz e Strasburgo.

  • AOC Alsazia: notando la varietà e la fantasia alsaziana nel nominare i loro vini, il primo e insuperato capostipite: usato nelle torture a Guantanamo, dai Cambogiani per avvelenare le falde acquifere e dai Nordcoreani per paventare un invasione a Seoul. Ben sei tipi di vini bianchi, per un nettare dal sapore di formaggio rancido, con sentore di cane bagnato e retrogusto di calzino.
  • Alsazia Grand Cru: Gran riserva viene conferito solo a vini che corrispondono a controlli severissimi (da qui la resa particolarmente limitata a 5 bottiglie ogni 60 anni): Estratto da viti adiacenti le miniere, si differenzia per il netto sapore di carbone.
  • AOC CREMANT D'Alsace: il tentativo di alcuni geniali viticoltori alsaziani di aggiungere un flavour diverso aggiungendo crema al vino: i risultati sono comunque controversi, spaccando la critica in due. Molti però hanno criticato aspramente la scelta di aggiungere crema scaduta, altri invece hanno trovato più piacevole e dissetante la somministrazione forzata di AOC Alsazia, soprattutto durante le crisi di febbre tifoidea. Questo vino è particolarmente indicato per i ricevimenti e le feste (soprattutto se vorreste vedere i vostri ospiti fuori di casa nel minor tempo possibile).

Curiosità

  • È famosa solo per il turismo sessuale minerario: i geologi gay potevano finalmente coltivare l'amore libero.