Paul Gauguin

Jump to navigation Jump to search
« Cara, esco un attimo a comprare le sigarette »
(Gauguin alla moglie, prima di scapparsene a Tahiti)
Fototessera di Paul Gaugain. Notare i baffetti da vero pornoattore (John Holmes insegna), le comprensibili occhiaie e lo sguardo perso a fissare uno spogliarello in TV

Pòl Goghèn, ma anche Paul Gauguin perché no, è stato un pittore francese, famoso nel mondo per aver inventato il turismo sessuale con un secolo buono di anticipo.

Biografia[merdifica facile | merdifica]

La giovinezza[merdifica facile | merdifica]

Nacque a Parigi il 7 giugno 1848, figlio di un imbianchino e di una cameriera con l'hobby della prostituzione. Il giovane Paul ebbe così l'occasione di approfondire fin da bambino quelli che saranno i principali interessi di tutta la sua vita: la pittura e le donne nude.

Dieci anni più tardi, il giovane Gauguin aveva già quindici denunce per atti osceni in luogo pubblico e per essere stato sorpreso a spiare le ragazze che facevano il bagno nello stagno delle ninfee di Claude Monet, altro bel guardone.

A vent'anni venne buttato fuori dal Louvre perché sorpreso a palpeggiare la Venere di Milo. Per riprendersi da questo brutto colpo si chiuse per un intero anno all'Orsay, a riflettere approfonditamente sull'origine del mondo.

Nel frattempo la sua carriera di artista stava spiccando il volo: i suoi quadri Nudo di donna, Nudo di donna che cuce, Nudo di donna al mare, Nudo di donna con poppe al vento e via dicendo erano esposti nelle sale da barbiere e nelle officine dei meccanici più in voga di Parigi[1].

Ma la vita non era solo gioia per lui: i giudici ignoranti e soprattutto la maledettissima buoncostume, a lui da sempre avversa, continuavano a tarpare la sua 'creatività' con denunce, diffide e interdizioni da spogliatoi di scuole e palestre, da bagni femminili e locali per spogliarelli, fonti primarie della sua ispirazione. Il colpo peggiore però lo ebbe nel 1878, allorché in un blitz i gendarmi gli sequestrarono l'intera collezione di biancheria intima raccolta in anni e anni di furti.

Il viaggio[merdifica facile | merdifica]

Assalito dalla depressione, si diresse al porto di Parigi[2] e senza dire niente a nessuno si imbarcò su un cargo battente bandiera liberiana, facendo due volte il giro del mondo senza riuscire a capire cosa cazzo trasportasse quella nave[3]. Alla fine, stufi di avercelo tra i piedi, i marinai lo sbarcarono a calci in culo ad Hakalamakolahumihailani, un'isola sperduta vicino Tahiti. Venne accolto da due indigene tettone dai fianchi enormi vestite solo di una collana di perline. E fu la svolta della sua vita.

Oggi, 7 maggio 2021, Paul vive ancora lì, e ha da poco per compiuto 160 anni. Due volte al giorno una giovane isolana lo imbocca di semolino al cocco, lascio immaginare a voi come. Gli abitanti del luogo lo chiamano Makalohatalahananenanenai, ovvero "Bacucco pazzo che tocca culi, dipinge tette e mangia a scrocco" e lo venerano come una divinità. Ogni tanto manda una cartolina a parenti ed eredi, recante sul retto un nudo più o meno osceno e sul rovescio sempre la stessa frase: "Ciucciatemi il pennello, sfigati!"

Opere famose[merdifica facile | merdifica]

Tahitiana con cesto di frutta mostra le sue pere
olio su tela, 46 x 38 cm, 1893, Playboy Mansion, Chicago

L'opera omnia di Paul Gauguin è stata recentemente raccolta e pubblicata in volumi da Hugh Hefner. Fra le varie porcate, le più degne di nota sono:

Note[merdifica facile | merdifica]

  1. ^ Il fatto che nel 1870 non esistessero ancora Playboy e riviste affini contribuì al suo successo
  2. ^ Parigi, per chi non lo sapesse, è un importante snodo marittimo. Celebre è il detto di Tolouse-Lautrec: "Se Bari avesse il mare, sarebbe una piccola Parigi"
  3. ^ Ma forse un giorno lo capì: droga
  4. ^ Su Wikimedia Commons sono presenti immagini di opere italiane, francesti, inglesi, basche, padane. Ma i titotoli sono sempre in tedesco. Ci avete mai fatto caso?

Voci correlate[merdifica facile | merdifica]

Collegamenti esterni[merdifica facile | merdifica]

Uomini col pennello...Tavolozza.png
Grandi Maestri: Botticelli - Buchanan - Giotto - Tintoretto - Antonio del Pollaiolo
Tartarughe Ninja: Donatello - Leonardo - Michelangelo - Raffaello
Pittori che non sanno disegnare: Gauguin - Klimt - Modigliani - Pinturicchio - Munch - Picasso - Monet - Renoir - Chagall - Cezanne - Fernando Botero - Bruegel il Vecchio
Pittori che non si capisce una sega: Miró - Kandinskij - Pollock - Burri
Imbianchini da televendita: Fontana - Haring - Hirst - Klein - Manzoni - Warhol - Schifano - Duchamp - Canova
Pazzi furiosi: Caravaggio - Bosch - de Chirico - Dalí - Magritte - van Gogh - Courbet - Ligabue
Roba dei Mangiarane

La Grande Nation Francia FranceseFrancia Tedesca - Francia ArabaNon Proprio Francia - Francia Italiana - Francia NegraFrancia del Medio OrienteLussemburgoFrancia NoiosaRegno di SarkozySpacca culi-francesi
Imperatori Francesi Asterix - Carlo Martello - Pipino il Breve - Carlo MagnoLuigi XIV - Maria Antonietta - Napoleone Bonaparte - Barone Haussmann - Nicolas Sarkozy - Maximilien de Robespierre
Troie Francesi Carla Bruni - Giovanna d'Arco - Lady Oscar - Monica Bellucci - Paris Hilton - Alizée
Popoli Francesi GalliFranchi - Francesi - Nazionale di calcio della Francia
"Intellettuali" Francesi Auguste Comte - Marchese de Sade - Paul Gauguin - Claude Monet - Blaise Pascal - Pierre-Auguste Renoir - Jean Paul Sartre - Paul Verlaine - Voltaire - Charles Baudelaire - Antoine de Saint-Exupéry
Gente inutile ancora viva Jean Claude - Raymond Domenech - Jean Michel Jarre - Hercule Poirot - David Trezeguet - Zinedine Zidane - Ispettore Clouseau
Nouvelle Cuisine Cucina francese - Baguette - Champagne - Croissant - Formaggio - Vino
Roba di Parigi Ghigliottina - Museo dell'Ouvre - Donna Nostra di Parigi - Parigi - Rivoluzioni - Tour Eiffel - Gustave Eiffel
Altra roba inutile francese Cannes - Citroën - Désencyclopédie - Esercito francese - Evve moscia - Illuminismo - Reggia di Versailles - L'origine del mondo - Lingua francese - Ratatouille - Renault - Peugeot 106 - Wakfu (serie animata)