Michail Aleksandrovič Bakunin

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Falce e Martello.png
Il partito non approva questo personaggio!

e invita tutti i compagni ad accopparlo per il bene del partito.

I presidenti di URSS e Germania Est che seguono fedelmente gli ideali di Marx ed Engels
« Quel bastardo »
(Engels su Bakunin)
« Quell'idiota »
(Marx su Bakunin)
« Quei due sono sempre in giro assieme, non è che son finocchi? »
(Bakunin su Marx e Engels)

Michail Aleksandrovič Bakunin (Михаи́л Алекса́ндрович seи²α Баку́нин) (Prjamuchino, governatorato di Tver', in provincia di Como, 1814 - Berna 1876) è considerato uno dei padri fondatori dell'anarchismo moderno. Fu autore di molti scritti, tra i quali Stato e Anemonia, Stato e Anartrìa e L'impero Knouto-germanico.

Pensiero (?)[edit]

In apparenza asistematico, il pensiero di Bakunin è asistematico. No, scherzo: esso ruota attorno a tre idee fondamentali, quella di natura (come materia), quella di libertà e quella di qualcos'altro[citazione necessaria].

Il materialismo di Bakunin è monistico e deterministico: egli ha dell'universo una concezione armonicistica e unitaria, secondo la quale tutto si concatena e progredisce insieme, dove le leggi che governano la materia brutta sono armonizzate con quelle che promuovono lo sviluppo dello spirito umano giungendo quindi al contrasto e all'incoerenza con l'idea di libertà, simile a quella degli Stoici, cioè di fare ciò che è già scritto dalle leggi della materia. Questa visione universalistica si riassume nell'aforisma “Se una farfalla batte le ali a New York, c'è una rivoluzione in Ungheria.

« L'uomo non è libero e quindi deve potersi liberare da questo vincolo di prigionia; una volta liberato, però, si trova a essere obbligato a seguire il corso della storia, eterno fluire in cui l'uomo può solo soccombere. Da ciò deriva che l'uomo non può che rassegnarsi alla mancanza di libertà del corso umano, quindi se fosse rimasto a casa a guardare Amici di Maria De Filippi sarebbe stato meglio. Da ciò deriva il fatto che con l'anarchia non si arriva da nessuna parte, ma tanto so' cazzi vostri. Suca! »
(Michail Aleksandrovič Bakunin)

Ormai assodato il fatto che il pensiero filosofico di Bakunin è utile come molestare una vecchia possiamo passare alle cose serie come la descrizione della futura società anarchica, allora siete pronti? Via!

Sterpaglia.gif
Una scala di assemblee.

Ah ah ah! ma davvero credevate che quello lì si fosse preso la briga di descrivere la società giunta al gioioso avvenire? Poveri idioti. No, Bakunin non ha mai fatto un tubo in vita sua e tanto meno ha pensato a strutturare una nuova società. L'unico sforzo compiuto è stato di riprendere dal pensiero di Proudhon il cosiddetto federalismo libertario, teoria che prevede una scala di assemblee organizzate dal basso verso l'alto.

Opere[edit]

  • Stato e Anemonia, è l'opera in cui propugna la convinzione che si debba abbattere il sitema corallino per poter assicurare la piena evoluzione e uguaglianza di ogni singolo anemone, altrimenti oppresso dal granitico sistema dei coralli e deriso dalle forze dei P.P. (Pesci Pagliaccio), una fazione di orientamento social-illiberale.
  • Stato e Anartrìa, un saggio medico-filologico sulla necessità di slegare le parole da un qualsiasi sistema sintattico-periodico repressivo.
  • L'impero Knouto-germanico (o Das Klingor-krukken Imperen), è il reseconto dei suoi anni trascorsi in Cermania, per lo più nel carcere di Dresda, e di come esso sia strutturato.

Opere di altri[edit]

  • Il diavolo al Pontelungo di R. Bacchelli, è il romanzo che prende spunto dalle parti non protette da copyright delle opere di Bakunin. In esso viene narrata la vicenda italiana di Bakunin e di come egli sia riuscito a fregare tutti non andando mai realmente in Italia.
« Mo' te fo' vede' io, bella fia, 'uanto l'è lungo il mi' ponte »
(da Il Diavolo al Pontelungo di R. Bacchelli)

Curiosità[edit]

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Si dice che Berlusconi abbia preso spunto dai suoi ideali per l'abbattimento dello stato liberale.
  • Questa pagina verrà abbattuta al prossimo congresso della Lega per la Pace e la Libertà.
Terroristi e Supremi Dittatori del mondo

Dittatori fascisti Dittatori comunisti Dittatori e basta
Leader religiosi Terroristi e leader razzisti Le categorie del Terrore
Clicca su una categoria per espanderla.