Aristotele

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia con le donnine nude.

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi le cazzate che sparava?
Antichi greci pecorina.png
ΑΤΤƐΝΖΙΏΝƐ: ΠΆΓΙΝΑ ΑΔ ΆΛΤΩ ΚΟΝΤƐΝΟΎΤΟ ƐΛΛƐΝΙΖΖΆΝΤƐ!
Questa pagina tratta argomenti legati al mondo degli antichi greci. Quindi, a meno che tu non abbia fatto il classico, non prenotare una visita oculistica perché vedi lettere strane e non scandalizzarti troppo una volta scoperto il significato del verbo ῥαφανιδόω.
Aristotele secondo le recenti ricostruzioni.
NonCitazLogo.png
Nonquote contiene deliri e idiozie (forse) detti da o su Aristotele.


« Ma se è immobile che cazzo ce ne facciamo? »
(Tecnico della Ferrari sulla teoria del motore immobile)
« I barbari sono servi per natura e meritano di essere sottomessi dai greci con la guerra. »
« I romani non sono poi così tanto barbari. »
( Aristotele dopo che i romani hanno conquistato la Grecia.)


Aristotele, anche chiamato migliore-da-lontano o, date le sue arti magiche, Harry Stottle, fu il massimo filosofo e mago dell'antichità; visse prima a Towards e poi ad Atene al tempo di Socrate, Platone, Plotino, Pompino, Diogene, Protagora, Prostatico, Antìstene, Astitico, ecc. cioè tra il V e IV sec.a.C.

In seguito San Tommaso d'Aquino proclamò la sua filosofia come corrispondente alla fede cattolica e coniò per lui il motto ipse dixit, cioè l'ha detto lui, sebbene alcuni Padri della Chiesa lo considerassero un pagano e un copiatore.

Ipse dixit[edit]

Exquisite-kfind.png   La stessa cosa ma di più: Democrito.

Infatti proprio lui lo aveva detto! che cosa? Ma certo: niente...un dannato niente...lo stesso che si presenta dinnanzi al prof nei compiti in classe!

Metafiga[edit]

La metafiga aristotelica è la scienza che studia l'Essere, siccome Aristotele aveva le idee poco chiare su questa cosa, poiché nella sua vita aveva avuto modo di vederne ravvicinatamente uno solo da sua madre quando nacque, sparò a zero una grande marea di cazzate. Innanzitutto l'essere ha varie manifestazioni:

Categorie[edit]

Una manifestazione dell'essere sono le 10 categorie (in realtà sono cinque ma un ubriaco riesce a vederne dieci):

  1. quantità (poca, tanta)
  2. qualità (di buona o di scarsa qualità)
  3. odore (dall'acido al dolce)
  4. colore (bianco come la cocaina o verde come il fumo)
  5. sostanza (LSD,crack)

La critica moderna tende sicuramente a vedere nelle categorie una spiegazione gnoseologica di come Aristotele sia arrivato alla conoscenza

Sostanza[edit]

La sostanza è la più importante di tutte le categorie, la sostanza è un sinolo di materia e formaggio che sono una coppia sadomaso. "la materia è passiva e ama il formaggio che è l' attivo" come ipse ha detto. Un altro grosso problema assillava il giovane Aristotele (oltre dove trovare soldi per la droga): se tutto era formaggio, chi lo faceva il formaggio? Ecco che introdusse la figura di un grosso caprone che si chiamava Dio. Questo era puro formaggio ed era amatissimo da tutti: come dimostrato dalle amichevoli parole di amicizia che si innalzano a lui quando si pesta una merda di cane in paseggiata, quando ci si trova una multa di 300 € per divieto di sosta o quando ci si incastrano i peli del petto tirando su la zip della tuta. Pur creando un sistema filosofico molto convincente (ammesso che tu abbia il quoziente intellettivo di un Escherichia coli) Aristotele trascura una parte molto fondamentale che se criticata fa cadere tutte le su speculazioni, il semplice fatto è che i caproni non fanno il formaggio.

La Zoologia di Aristotele[edit]

Innanzitutto si deve premettere che il suo amore per gli animali era dato dalla passione per il suo gatto, chiamato "Aristogatto".

Secondo Aristotele gli animali si classificano a seconda del loro movimento:

  1. quelli che camminano: i camini
  2. quelli che nuotano: i gatti
  3. quelli che volano: gli asini
  4. quelli che prendono il tram: i pidocchi
  5. quelli che strisciano: Vespa

La cosa sembra facile, ma stando al divieto di San Tommaso (cioè di mettere in discussione ciò che aveva detto Aristotele) per secoli non si capiva dove classificare, ad esempio, le mosche, che quando atterrano camminano, gli uccelli (idem), il Martin Pescatore che, addirittura, vola, cammina e nuota, e, dopo la nascita del santo Berlusconi, che fa cose che tu nemmeno immagini, nemmeno Dio si sapeva dove mettere. Tuttavia ipse dixit e non ci si poteva fare niente.


Fu il primo a creare la scuola peripatetica ossia per i patetici, comunemente definita oggigiorno liceo. Peripatetico significa "Atto al passeggiare". Da lì nacquero le prime prostitute e si seppe come chiamare i parassiti come i Bimbiminkia, ovvero (peri)patetici, nel senso di "atti a passeggiare sui coglioni di chi li ascolta".