Mostro lacustre

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Una prova evidente dell'esistenza di un mostro lacustre: Bepi Tegodin ha visto una cosa strana.

Mostro lacustre è il nome generico attribuito all'oggetto di avvistamenti di grandi animali che si specula siano presenti in alcuni laghi. Il più famoso e popolare di essi è il mostro di Loch Ness in Scozia, il suo mito è ancora oggi molto sentito, nonché assai redditizio.
Non si può dire altrettanto del mostro di Lac du Bocage, bacino inquinatissimo della zona industriale di Tolosa, che dopo un folgorante momento di gloria durato un paio di mesi, durante i quali arrivò ad incuriosire la moglie di un tecnico luci di Mistero, oggi gestisce un chiosco con i pedalò a noleggio.
Nonostante la loro esistenza non sia stata mai accertata in modo evidente, mio cuggino afferma di averne tranciato uno con la sua moto d'acqua, poteva anche essere il sommozzatore dichiarato scomparso, ma ci affideremo alla sua esperienza.
L'indagine su queste creature è affidata ai criptozoologi, invece l'appalto per fare i pupazzi di peluche è stato vinto dai cinesi.

« Ieri stavo tirando a riva un luccio di tre metri, ma è arrivato un mostro lacustre e me l'ha mangiato. »
(Tipica scusa da pescatore.)

Avvistamenti[edit]

Loch Ness con mostro e Lago di Garda con anatra.jpg
Tizio molto agitato : Quote rosso1.png Guarda! C'è qualcosa con un lungo collo proprio in mezzo al lago! Quote rosso2.png
Tizio meno agitato : Quote rosso1.png Credo sia Rocco Siffredi che fa il morto a galla, viene tutti i giovedì. Quote rosso2.png

Diversamente da un'apparizione mariana, in cui chi ha assistito all'evento viene sicuramente creduto[citazione necessaria], per i mostri lacustri permane una fastidiosa vena di scetticismo, tanto che nel primo caso si parlerà di fedeli, nel secondo di matti. Non possiamo tuttavia far finta di nulla, perché queste creature misteriose sono apparse in ogni angolo del pianeta. In America abbiamo l'Ogopogo nel lago Okanagan, il Manipogo nel lago Manitoba, il Pogopogo in un laghetto della Virginia e il Davveropogo in un minuscolo stagno del Missouri. Nel lago Nahuel Huapi, in Argentina, si pensa viva Nahuelito, che con quel nome può fare al massimo lo sponsor di un'aranciata, piuttosto che paura. Altri avvistamenti si hanno in Turchia, in Cina, persino il lago Baikal in Siberia sembra essere dimora di una di queste creature, però è surgelata.

In Italia[edit]

Il mostro del Lago di Como, avvistato la prima volta nel '46, oggi tira a campare pescando mazzancolle.
Tizio agitato : Quote rosso1.png Aiuto, accorruomo! Un mostro lacustre ha trascinato sott'acqua mia suocera! Quote rosso2.png
Carabiniere : Quote rosso1.png Mi faccia vedere il punto preciso! Quote rosso2.png
Tizio agitato : Quote rosso1.png Guardi è proprio qui, l'acqua è bassa e si vede bene il corpo! Quote rosso2.png
Carabiniere : Quote rosso1.png Le viene in mente un motivo per cui il mostro l'abbia legata a quella grossa pietra? Quote rosso2.png

Si è parlato più volte di mostri nel lago di Como, specie durante la stagione estiva, quando ci prendono il sole alcune tedesche che stazzano come la Costa Chiattona. Alcuni importanti quotidiani e periodici lombardi, come La Nazione, Il Resto del Carlino, La Domenica del Corriere e Il Sabato dello Spacciatore, riportano allarmanti notizie di attacchi da parte del mostro. Il caso che ha fatto più scalpore è quello del 1946. I giornali parlarono di un misterioso animale, col muso da carpa, le zampe da anatra e una coda lunga come un tubo dell'autospurgo[1].
Dopo una spietata caccia al mostro, durata quasi tre mesi, la creatura fu catturata da un peschereccio al comando di Capitan Findus, fatto venire espressamente dalla Svervegia per far fronte alla penosa situazione. Alla fine, il bestio si rivelò un poveraccio che aveva subito una mutazione, causata da una partita di mais trattato con un pesticida jugoslavo. Le uniche persone che aveva attaccato erano due bulletti di Musso che volevano rubargli il Guzzino 65.
Nel Lago di Garda, nel 2001, alcuni pescatori segnalarono un mostro che ingoiava tutti i pesci impigliati nelle reti. Se ne accorsero perché trovavano le reti strappate e vedevano le bolle dei rutti arrivare in superficie. Dopo un paio di settimane fu catturato un pesce siluro gigante, che si prese la colpa e la cosa finì lì.

Ipotesi[edit]

Uno spaventevole mostro lacustre catturato da un prode.

Ci sono diverse ipotesi sul fenomeno, in mancanza di prove scientifiche ci limiteremo ad elencare quelle più diffuse.

La bonifica del '95[edit]

« Questi mostri lacustri sono chiaramente un tentativo delle sinistre di destabilizzare il governo. È nostra responsabilità politica eliminarli, per questo abbiamo previsto una modifica al pacchetto sicurezza, ci occuperemo di loro prima dei negri. »
(Il Ministro dell'Interno Roberto Maroni.)
Un puma addestrato a recuperare le uova di mostro lacustre. Grazie a questi utilissimi animali è stato possibile bonificare anche il Lago Maggiore.

Nel 1995, per volere dell'allora Ministro dell'Interno Roberto Maroni, fu attuata l'operazione denominata "Occhio di bue". Il piano era inserito nel DDL 312 e rotti/95 sulla sicurezza, al Capitolo XI "Cose che non esistono realmente ma la gente ci crede e ci si possono spendere un sacco di soldi". Il fantasioso e dispendioso intervento prevedeva la bonifica (dalle uova di queste creature) di tutti i laghi, gli stagni e le paludi del nostro Paese, e si articolava in quattro fasi.

  1. Deportazione della Regina Madre, ed alcune dame di compagnia, su una sperduta isola priva di vita intelligente. Per il trasporto furono utilizzati due Cargo e ventisei Jet privati provvisti di equipaggio e trattamento all inclusive plus.
  2. Acquisto di terzundici Puma acquatici da riporto dalla Virtuality S.p.A. (Società per Allocchi avente sede a Fantabosco), bestie che all'attuale quotazione di mercato costerebbero come riparare la Costa Concordia.
  3. Rimozione delle uova e messa in sicurezza delle stesse in siti altamente protetti e attrezzati per lo smaltimento e lo stoccaggio dei rifiuti speciali.
  4. Creazione di un apposito Ministero per le Politiche Occultative, con responsabilità di vigilanza sul rispetto delle normative di chi è tenuto alla supervisione e gestione dei siti.

Il Ministero fu poi abrogato con un referendum del 2002, ma prontamente sostituito col Ministero delle Robe Davvero Brutte, con a capo Renato Brunetta.

Note[edit]

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ chiamato anche "pompammerda" (con due emme)
  2. ^ Sembra assurdo ma qualcuno lo pensa davvero.

Voci correlate[edit]


Denti di mostro superiori.png










Denti di mostro inferiori.png