Marco Nappi

Da Nonciclopedia, la pseudo-enciclopedia pseudo-libera.
Jump to navigation Jump to search
« Mi piace giocare a Genova, sento che qui sarà la mia vera casa. »
(Nappi prima di cambiare altre 74 squadre)
« Era ora! »
(Giornalisti alla conferenza stampa dell'addio di Nappi)

Marco Nappi è un ex attaccante italiano, noto anche con i soprannomi Nippo, Nappo e quello scarpone biondo. Pur avendo militato all'incirca nel 75% delle squadre di serie A e serie B, è riuscito comunque in molti casi a diventare una bandiera dei club in cui ha giocato: quella del calcio d'angolo.

Uno dei maggiori exploit della sua carriera avvenne durante una semifinale di Coppa UEFA tra Fiorentina e Werder Brema, quando brevettò il suo caratteristico numero della foca percorrendo circa 50 metri palleggiando con la testa, eludendo gli interventi dei difensori tedeschi e correndo esultante verso i tifosi viola, dimenticando la palla al limite dell'area piccola.

Carriera[merdifica facile | merdifica]

Nippo muove i primi passi da bambino nella Polisportiva San Vito in Fuorigioco, una squadretta talmente malridotta che come divise aveva delle magliette della salute col numero scritto a pennarello: in trasferta, invece, indossava casacche grigie, ottenute trascinando sull'asfalto le maglie bianche lungo tutto il percorso. In quella squadra, inoltre, nessuno poteva permettersi gli scarpini, dal momento che costavano quanto il reddito medio annuo delle famiglie dei giovani calciatori: fu per questo che il buon Nippo si contraddistinse fin dall'inizio per il palleggio di testa, smentendo le voci secondo cui avrebbe mutuato questa tecnica dalla visione di Holly e Benji in un'intervista a Panorama, nella quale dichiarò:

« Nel nostro quartiere si faceva talmente la fame che la televisione ce l'aveva solo il bar, e noi non potevamo mai entrarci perché mio padre non saldava il conto da vent'anni. »

Grazie alla sua abilità di testa fu notato dalla Lazio, che lo mise sotto contratto senza sapere che prima della firma non aveva mai preso a calci nemmeno il culo del fratellino rompiballe: i tecnici delle giovanili biancocelesti se ne accorsero solo quando gli fecero battere un calcio di rigore, che Nippo provò a battere lasciandosi scivolare a pancia in giù dal cerchio di centrocampo. Segnando, fra l'altro, perché il portiere durante l'esecuzione del tiro ebbe una violenta crisi respiratoria a causa delle risate.

Nappi interviene in scivolata su un avversario.

Fu quindi ceduto al Cesena in cambio di due risme di fogli per la fotocopiatrice, che giocarono più partite di lui nella prima squadra biancoceleste. I bianconeri romagnoli lo cedettero quindi in prestito per due stagioni al Ravenna e per una terza alla Vis Pesaro, sia per tenerlo lontano dalla prima squadra sia per cementare la storica rivalità con queste due società: da questi episodi iniziò inoltre ad affermarsi come uno dei pezzi più scaricati pregiati di ogni sessione di calciomercato.

Passò quindi all'ambizioso Arezzo, che puntava decisamente alla promozione. Il suo acquisto fu caldeggiato dall'allenatore dei toscani, Corrado Orrico, che lo riteneva un elemento centrale nei meccanismi della squadra. Centrale difensivo, per l'esattezza, incurante del fatto che avesse sempre giocato da ala. Fu per questo che l'Arezzo concluse ultimissimo in classifica e Orrico finì per essere chiamato alla guida dell'Inter. L'anno successivo finisce al Genoa, dove contribuisce in modo decisivo alla promozione in serie A saltando per infortunio l'intero girone di ritorno.

In estate passa al Brescia, ma viene nuovamente ceduto dopo due sole apparizioni, dopo che l'allenatore delle Rondinelle si rese finalmente conto che il nuovo attaccante biondo che il presidente gli aveva comprato non era Klinsmann. Passa quindi alla Fiorentina, dove rimane per ben due anni a fare da spalla a campioni del calibro di Dunga, Roberto Baggio e Stefano Borgonovo come cono da allenamento, prima di trasferirsi all'Udinese e conquistare di nuovo la promozione grazie ad alcuni gol decisivi come quello realizzato contro l'Avellino, quando calciando perse lo scarpino che venne parato dal portiere mentre il pallone rotolava dentro.

Nella stagione seguente è ceduto nel mercato invernale alla Spal, unendosi però alla nuova squadra solo a primavera inoltrata perché non riusciva a trovare la città di Spal sulla cartina.

Ritorno a Genova[merdifica facile | merdifica]

Nel 1993 ritorna nella sponda rossoblù di Genova, riuscendo a stabilirsi per qualche anno dopo aver trascorso stagioni intere a cambiare casacca più spesso di Scilipoti. Appena tornato afferma di aver ritrovato la squadra che più gli è rimasta nel cuore e il suo annuncio di voler restare a lungo è salutato da un'ovazione dei tifosi. Della Sampdoria.

Al Genoa rimane per cinque anni, durante i quali il Grifone retrocede e poi perde in più occasioni la promozione per un soffio, vale a dire per colpa di talmente tanti suoi errori sotto porta che se al suo posto ci fossero stati Pancev o Calloni il Genoa sarebbe stato promosso a gennaio. Trascorre in prestito solo la stagione 1994-1995, quando vive un altro ritorno, questa volta al Brescia, in un campionato che vede i lombardi retrocedere già alla quarta giornata.

Malgrado le buone intenzioni, tuttavia, Nappi si ritrova di nuovo costretto a emigrare nel 1999, braccato dal padrone di casa cui non pagava l'affitto da quattro anni. Passa quindi all'Atalanta, dove in breve riesce a ritagliarsi un posto sulla fascia sinistra della tribuna.

Un saggio della bravura di Nippo[merdifica facile | merdifica]



Curiosità[merdifica facile | merdifica]

  • Non sarà stato quel granché di calciatore ma di sicuro era più utile di Coco.
  • Al Fantacalcio per scaramanzia non si comprava mai. Mica scemo.
  • E famoso solo perché sua sorella è Valentina Nappi
ErbaCalcio.pngQuesto gioco del ca...lcioErbaCalcio.png
LogoStadio.gif Grandi avvenimenti Champions LeagueCoppa del NonnoCoppa IntertotoCoppa ItaliaEuropa LigCoppa IntercontinentaleTrofeo Birra MorattiLa coppa benedettaTorneo parrocchialeMondialiEuropeiConfederescion CapMondiali 1930Mondiali del 1934 e 1938Mondiali 1950Mondiali 1954Mondiali 1958Mondiali 1962Mondiali 1966Mondiali 1970Mondiali 1974Mondiali 1978Mondiali 1982Mondiali 1986Mondiali 1990Mondiali 1994Mondiali 1998Europei 2000Mondiali 2002Europei 2004Mondiali 2006Mondiali 2010Mondiali 2014Coppa del Mondo della Terra di Mezzo FIFAPirlone d'OroSerie ASerie BLega ProPremier LeagueLa LigaBundesligaPeace CupCampionato d'agostoSupercoppa italianaSupercoppa europeaScudetto degli onestiBattaglia di SantiagoAssociation Sportive ADEMA Analamanga-Stade Olympique de l'Emyrne Antananarivo 149-0Partita del secoloZambia - Italia 4-05 maggio 2002Tragedia di SupergaJugoslavia-Zaire 9-0Clamoroso al CibaliMineirazoStrage dell'Heysel
LogoFischietto.png Arbitri e istituzioni FIFAUEFAUFOFIGCMichel PlatiniJoseph BlatterArbitroGuardalineeQuarto uomoArbitro di portaCollinaItoMorenoTomboliniBomberismoDiscriminazione territorialeRivalità calcistica Italia-Germania
LogoScarpa1.png Ruoli PortiereDifensoreTerzinoStopperLiberoMedianoCentrocampistaAlaTrequartistaAttaccanteRegistaPrima puntaSeconda puntaPanchinaroEx giocatore dell'Inter
LogoScarpa2.png Giornalisti e programmi BagniBartolettiBergomiBiscardiCaressaCiottiCivoliCompagnoniCornooo!CriscitielloCrudeliStefano De Grandis da BordocampoFaillaGaleazziJacobelliMarianellaMauroMoscaMughiniOrdineParisPellegattiPiccininiPizzulRecalcatiSumaTosattiVarriale
Telecronista90°ControcacchioLa domenica sul divanoQuelli che... il ca...Qui Qualunquismo a Voi Capi UltràTutte le interruzioni minuto per minuto
LogoBorsa.png Dirigenti AbramovichAgnelli IAgnelli IIBeckenbauerBerlusconiBettegaCairoDe LaurentiisDella ValleFranzaGallianiGaucciLotitoMarottaMatarrese IMatarrese IIMoggiMorattiPreziosiRaiolaRossiSeccoSensi ISensi IITavecchioZamparini
LogoBlockNotes.png Allenatori Allenatore dell'U.S. Città di PalermoAncelottiBagnoliBaldiniBearzotBoskovCapelloCloughDelneriDomenechDonadoniFergusonGrazianiGuidolinGullitLeonardoLippiMalesaniManciniMazzarriMazzoneMihajlovicMourinhoRejaRanieriSacchiSimoniSpallettiTrapVenturaZaccheroniZemanZengaZolaMutande di Bendtner
Pallone.jpg Club Bisnes Clas: il BergamoSoccmelSalto CarpiatoChiavo VeronaHeavoniaFootball MaremmamaialaFrocinoneGenoa Per NoiInter WCRubentusLazieBbilanNapulePaleeeemmmo'A MaggicaSampeiCazzuoloGranata al LimoneMandimandimandiPirlas Verona

Classe Economica: Olive F.C.AvellinobanfiU' BàarUccellacci bianchiCastedduC'è SenoComodinoScrotoneLatrina CalcioBoiadèTortellino PowerVecchiaraMelugiaRapugnetta'sPro VermicelliThe PesciarolsSpezzatinoThyssenKruppBlack and DeckerBOH Dal MicinChiava(to)riLinciano

Derelitti e sfigati misti: AlbinoCHE?Lu CataniaCentro Scommesse CremonaScatarraroLusulelumareluientuParmacotto FCScorregginaCozzballBora BoraSvarionese

Ministero degli esteri:

Albione: ScarsenalChel$ki AbramogradNevertonLiwhirlpoolMinaretochester United 2Ducato di Ferguson

Iberia: Solari BilbaoFC PorcellonaRepubblican Madrid

Gallia: Merz CalcioOlympique SimbaOmmmmmmmmmmParigi San MosconiGiacobini violetti

Crucchia: Baiern FrateBorussia DormiMusicanti VerdiForza PaninoBaier quell'altro

Continente: Ajax PavimentiDinamo BadantiBentopaI texaniI padaniMonte OlympiakosLe Panatine

Fifa coppa del mondo.png Nazionali Carampano Continente: Andostà?SacherlandiaCavol(ett)i (di Bruxelles) RossiCraxiaLa leva calcistica del '92Fare le OreFrociarìaCrukkiaMacachi FCSpartaaai pionieriPOPOPOEminflexoniaAmaro MonteabbronzatoTulipaniaPolacchiaPortoGaioCecatiaROMlandiaUЯSSSan CulamoBanda delle CornamuseSerbi della Glebale Furie MosseSchfizeraFigoniaI kebabbariFamiglia ShevchenkoQuelli che erano invincibili

Suonatori di bonghi: Camerun da lettoUna massa di DrogbatiLe MummieGhana PadanoIl figlio di GheddafiLavavetri UnitedAgbonavbarèI Ricchi e PoveriOlympique Hammamet

Asia Argento e i mari del Sud: La Rabbia SubitaQuelli a capasottaCinciuèI dentistiByron MorenoAlfieri dell'Uomo del GiapponePersiaUSA 2Ka mate! Ka ora!I numeri ultimi

Sudditi della Casabbianca e Mangiacucujanji: MaradonidiJoga BollitoI CaimaniCileccail cartello di MedellinTosta PheecaRastamenArribarribarribaAcciuffainghippiQuelli che il "Soccer"...Urrà Gay

Boschetto della mia fantasia: PadaniaNazionale cantanti
Calcio olimpiadi.png Tecniche Colpo di testaCalcio rotanteRovesciataAutogolSimulazione di falloTestata SardaTrivelaPallonettoCucchiaioCatapulta infernaleCatenaccioContropiedeDoppie punteFalloFuorigiocoMarcaturaRigorePunizioneVuvuzela attacksSbagliare un calcio di rigoreTiki-taka
Gamepad.png Videogiochi FIGAFIGA StreetFootball ManagerHattrickWinning Eleven + Patch - Potenza e superpotenza
ErbaCalcio.png Pallone-calcio-nike.png I Calciattori Nike-scarpa-calcio.png ErbaCalcio.png
Portieri AbbiatiBorucButtChimentiDidaDoniDudekFioriKalacManningerMarchettiMattoliniMusleraNeuerPizzaballaRossiSovieroWarner
Difensori AronicaBagniBaresiBenettiBergomiBettariniBoumsongBurdissoCarrozzieriChielliniCirilloCocoDavid LuizFerriGreškoIulianoKaladzeLúcioMaiconMaldiniMellbergMolinaroMonteroNeqrouzOkanOnyewuRuganiSantonSenderosTerryZanettiZapataZé MariaZenoni
Centrocampisti AndradeBaBeckhamBiapirljiderBoatengBrocchiCaniggiaCapparellaCasertaDiegoDzemailiFelipe MeloFellainiFlaminiGheddafiGiaccheriniGnocchiHamsikLampardLedesmaManciniMontolivoMorfeoNakataNedvedNserekoQuaresmaPadoinPerdomoPlatiniPogbaPoulsenRenatoSeedorfSissokoStrootmanTedescoTiagoValderramaVerrattiVidalVolpi
Attaccanti AdrianoAguileraAltafiniAmauriAmorosoAmorusoBaggioBalotelliBatistutaBendtnerBestBettegaBorrielloBrienzaCalaiòCaraccioloCassanoCavaniChinagliaCorradiCrouchCruzDi NataleEijkelkampEto'oFindleyFlachiFrickGiovincoHuntelaarIbrahimovicInsigneIturbeJacobsenKakàLarriveyLavezziLendersMakinwaMarachellaMatriMessiMiccoliMilitoMoscardelliMutuNappiNeymarOliveiraOsvaldoPančevPandevPatoPazziniPeléPlasmatiPoggiQuagliarellaRecobaRivaRocchiRonaldinhoC. RonaldoRonaldoRooneyG. RossiP.RossiSchillaciShevchenkoSimoneSuazoTareTevezToffoliTorresTrezeguetVan NistelrooyVerpakovskisVieriVucinicZalayetaZampagnaZarateZidaneMutande di BendtnerJuan Manuel Iturbe
Allenatori Allenatore dell'U.S. Città di PalermoAncelottiBagnoliBaldiniBearzotBeckenbauerBenettiBenitezBoskovCapelloCloughConteCoriniDi CanioDelneriDomenechDonadoniFergusonFerraraGarciaGascoigneGiordanoGrazianiGuidolinGullitHiddinkLeonardoLippiLöwManciniMaradonaMazzarriMihajlovicMourinhoPrandelliRanieriSacchiSimoniSpallettiTrapVenturaZaccheroniZemanZengaZola
Campioni del mondo 2006 1 Buffon • 2 Zaccardo • 3 Grosso • 4 De Rossi• 5 Cannavaro • 6 Barzagli • 7 Del Piero • 8 Gattuso • 9 Toni • 10 Totti • 11 Gilardino • 12 Peruzzi • 13 Nesta • 14 Amelia • 15 Iaquinta • 16 Camoranesi • 17 Barone • 18 Inzaghi • 19 Zambrotta • 20 Perrotta • 21 Pirlo • 22 Oddo • 23 Materazzi