Tuttosport

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera su cauzione.
(Rimpallato da Tuttosporc)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Nonquote contiene deliri e idiozie (forse) detti da o su Tuttosport.


Tuttosport, quotidiano sportivo noto a tutti per la sua serietà e obbiettività.
« JUVE: Maradona è tuo! »
(Tuttosport: Prima pagina del 14/06/1989)
« JUVE: è fatta per Mark Lenders! »
(Tuttosport: Prima pagina del 31/08/2002)
« JUVE: Gesù è tuo! »
(Tuttosport: Prima pagina del 25/12/1 a.C.)
« JUVE, un altro colpo in arrivo: Clark Kent »
(Tuttosport: Prima pagina del 1/11/2002)
« Incidente Spanair: nessun juventino sull'aereo secondo la Farnesina. »
(Tuttosport: Prima pagina del 20/08/2008)
La prima pagina di Tuttosport dopo l'acquisto di Rita Levi Montalcini.


Tuttosport (chiamato anche Tuttosporc, Ruttosporc o semplicemente TuttoJuve) è un quotidiano di Torino che si occupa solamente di imprese e calciomercato della Juventus e, se è avanzata qualche pagina, anche dell'altra squadra della città, il Torino F.C..

Storia

La testata giornalistica nasce il 15 febbraio 1905 in occasione dell'incontro calcistico Juventus-Scafatese valevole per il Primo Turno della Coppa Italia. Alcuni sostenitori della Scafatese, non avendo il biglietto, pensarono: "Perché non fondiamo un giornale che parli della Juventus in modo da avere gli accrediti gratis per lo stadio?". Videro che era una buona idea e si presentarono dallo strappa-biglietti con un fazzoletto trovato in un cesso con scritto sopra a penna: "JUVE: preso Al Capone!". Lo strappa-biglietti rimase stupito dalla notizia e li fece entrare. Lo strappa-biglietti si chiamava Aldo Biscardi, che divenne il primo direttore del giornale; poco tempo dopo Aldo Biscardi si evolse e andò a fare il presentatore di una trasmissione televisiva tutta dedicata alla Juventus, il Processo di Biscardi. Il posto di direttore fu lasciato a Xavier Jacobelli.

Dopo circa una cinquantina di anni si accorsero che a Torino esisteva un'altra squadra, e che per lo più qualcosa stava vincendo. Allora decisero di dedicare al Torino Calcio un trafiletto di 5 righe in fondo all'ultima pagina che, col passare del tempo, è riuscito a conquistarsi la bellezza di una pagina intera in tutto il giornale.

Oggi Tuttosport ha aperto anche a squadre non di Torino, purché esse abbiano stretti contatti con la Juventus o vi siano giocatori in procinto di essere comprate dalla Vecchia Signora.

Tuttosport ha acquistato prestigio nazionale grazie a un accordo stipulato nel 1997 con la Federazione degli Edicolanti: qualora un cliente avesse chiesto La Gazzetta dello Sport, l'edicolante avrebbe dovuto rispondere: "No, mi dispiace, è finita. Però abbiamo Tuttosport! Anche questo parla di calcio!". L'accordo fu interrotto il giorno dopo dagli stessi edicolanti, impauriti dalle reazioni isteriche e furiose dei clienti che pretendevano il rimborso dei soldi, o almeno il cambio con Novella 2000, un giornale più serio e rispettabile di Tuttosport.

Edizione-tipo di Tuttosport

Ecco cosa troveranno i lettori sfogliando un'edizione a caso di Tuttosport:

Una prima pagina di Tuttosport, stranamente imparziale.

Gadget di Tuttosport

Tuttosport si differenzia dagli altri comuni quotidiani sportivi per la marea di gadget che ogni giorno offre ai suoi lettori. Questi sono alcuni dei gadget usciti:

Edizione straordinaria di Tuttosport con doppio scoop: Messi a Torino e Del Piero alla Casa Bianca.

Curiosità

  • È stata l'ultima testata giornalistica a stampare i propri giornali a colori: ha preferito fino alla fine rimanere in bianco e nero.