Rita Levi-Montalcini

Da Nonciclopedia, la pseudo-enciclopedia pseudo-libera.
(Rimpallato da Rita Levi Montalcini)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Rita Levi-Montalcini (1845-2012)
« Voglio un uomo che abbia un treno nelle mutande! »
(Dal diario di Rita Levi-Montalcini)
« [a proposito dell'estinzione dei dinosauri] Sì, mi ricordo bene di quell'asteroide. »
« Salutiamo la signora Rita Levi di Montalcino »
(Luca Giurato a Uno Mattina)
« [dopo aver detto "Rita Levi-Montalcini ha lo zucchero filato in testa"] Ma che mi querela a fare la Rita Levi-Montalcini? Ha 100 anni e una causa in Italia ne dura almeno 20. »

Rita Agata Maria Janna Primo Levi Strauss Usha Noa Jeans di Neanderthal Montalcini (Paleoprotozoico - 2012) è stata un'antica mummia etrusca nonché senatrice a vita, top model e neurologa italiana che ha tentato per decenni di scoprire il segreto dell'immortalità con solo parziale successo.

Nel 1986 vince il premio Nobel per l'acconciatura, ma la sua scoperta più importante rimane quella dei jeans che portano il suo nome (i Levi's Montalcini's). Durante la sua lunga e quasi ininterrotta vita ha collaborato con le più importanti riviste scientifiche, come Cell, Science, Vogue e Cosmopolitan ed è stata la prima scienziata al mondo ad isolare un batterio lanciandosi con un elastico a 500 metri d'altezza.

Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Rita Levi-Montalcini

Biografia

Rita Levi Montalcini a TRL
E la sua nuova acconciatura

Rita Levi Montalcini nasce nel Granducato di Savoia intorno al 1845. Figlia di Primo Levi e di Brunella di Montalcini, la piccola Rita nacque insieme alla sorella gemella Paola, di due anni più grande di lei. Terzogenita di due figli, Rita crebbe in un ambiente familiare di mentalità molto aperta al dialogo, purché a dialogare fossero solo i maschi e le femmine stessero in cucina a preparare il pranzo.

Nel 1915 o giù di lì uccide un qualche tipo di principe austriaco, innescando così la prima guerra mondiale; riesce abilmente a incolpare del delitto un anarchico che in quel momento era nei paraggi in cerca di fumo.

Nel 1920, durante un viaggio in Indocina, da una relazione con Dario Diario Michelangeli nascerà Arturo Michelangeli, grande pianista rompicoglioni, che lei giustamente abbandonerà alle soglie di un conservatorio-monastero tibetano nel 1922. Successivamente, vive di espedienti e facendo prostituire la sorella minore, Ritina Levini Montalcinini fino all'incontro con il Porno attore Roberto Pregadio detto "Il Corrida", poi fino al 1965 non si hanno più notizie di lei.

Nel 1965 sale alla ribalta candidandosi alla presidenza degli USA. Prima che possa riuscirci, però, l'anarchico che aveva incolpato della morte del principe austriaco riesce a tornare dall'oltretomba e per vendetta le recide i tendini d'achille. La Montalcini vede così sfumare il sogno presidenziale.

Rita Levi Montalcini sulla copertina di Cosmopolitan

Nel 1966 ha una relazione segreta con John Kennedy all'insaputa di Marilyn Monroe e grazie a questo aggancio riesce a diventare una top model famosa. Di qui cominciano le sue collaborazioni con riviste e periodici di tutto il mondo. Tra il 1967 e il 2004 la Montalcini apparirà - sempre seminuda - sulle copertine dei seguenti giornali:

Nel 2007 Francesco Storace, da tempo la sua fiamma segreta, le regala un paio di stampelle durante un ardente e intimo tête-à-tête presso la camera del Grand Hotel Montecitorio.

Carriera cinematografica

Nel 2005 Rita Levi Montalcini incontra sul fondo di un pozzo nel quale era caduta a causa d'una vigorosa intossicazione alcolica il regista Steven Spielberg. I due si conoscono a fondo durante il periodo, e nel 2006 il grande regista decide, di comune accordo con la modella, di tornare indietro nel tempo di dodici anni, girare Jurassick Park e assegnare alla Montalcini il ruolo di tutti i velociraptor.

Sul set conoscerà Yoda, con cui rimarrà sposata fino alla morte di entrambi.

Al momento Rita Levi-Montalcini, benché già deceduta, sta girando un documentario con Jenna Jameson sulla sessualità umana.

Controversie

Nel 1986 le viene assegnato fraudolentemente il Nobel per la medicina: fraudolentemente perché quel Nobel sarebbe dovuto andare ai Metallica che avevano appena finito di registrare Master Of Puppets, che però non poterono presentarsi perché l'unico dei quattro in grado di resistere per più di tre quarti d'ora senza sbronzarsi rovinosamente era Cliff Burton, che era già morto. In sostanza c'era un Nobel per la medicina da consegnare, ma nessuno sapeva a chi. La Montalcini si scopò in tempo record tutto il comitato decisionale e si fece assegnare il premio, almeno secondo la Casaleggio Associati.

Voci correlate

Collegamenti esterni

La Montalcini in alcune interviste esclusive: [1] [2]