Gatto di Schrödinger

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Oops! Forse cercavi Il pazzo ideatore di questo esperimento, vedi Erwin Schrödinger.
Questo articolo è una traduzione maccheronica della voce Gato de Schrödinger, importata di contrabbando dalla Nonciclopedia in spagnolo sotto licenza Creative Commons scaduta.
Dizionario Calabrese Italiano.jpg
«Nella scatola, ho detto!»
Ora sono cazzi vostri.
« Questa è l'ultima volta che mi faccio mettere dentro una scatola »
(Gatto di Schrödinger poco prima di esser rimesso in una scatola.)
« Non rompere le scatole! »
(Schrödinger in risposta al gatto.)
« Utilizziamo i gatti perché hanno 7 vite! »
(Schrödinger su esperimento del gatto.)
« Vivo, morto o X? »
(Luciano Ligabue sul destino del gatto.)

L'Esperimento del Gatto di Schrödinger o "Paradosso del povero gattino innocente che non aveva fatto nulla di male", è un esperimento inutile e insensato inventato da Schrödinger per rendere famoso il suo nome. Con questo esperimento Erwin tentò (invano) di spiegare uno dei più controversi misteri della Meccanica Quantistica: perché il toast cade sempre dal lato imburrato? Questo esperimento valse a Schrödinger il premio Nobel per la pseudo-scienza­.

La scoperta[edit]

Il gatto di Schrödinger durante un celebre esperimento sulle microonde.

Nel 1935, dopo aver inventato nel 1933 il Motore a gatto imburrato per il quale vinse un premio Nobel e annoiato perché ancora non era stato inventato il televisore, Schrödinger continuò i suoi esperimenti sul proprio gatto Albert provando a rinchiuderlo in una scatola sigillata con un atomo radioattivo e del veleno, interrogandosi per quanto tempo sarebbe sopravvissuto in quell'ambiente ostile.
Avendo però sigillato troppo bene la scatola, non riuscì più a verificare l'esito del suo esperimento e quindi dovette ricorrere a una spiegazione quantistica dell'evento, in modo che fosse possibile una contemporanea condizione di vita e morte del proprio animale. Questa spiegazione non convinse però i suoi colleghi, cosicché il fatto divenne celebre come paradosso del gatto di Schrödinger.

Il sistema[edit]

Dobbiamo immaginare una scatola che al suo interno abbia le seguenti cose:

Se gli urli del cantante sono abbastanza acuti, il cristallo si spacca e l'odore del calzino uccide il felino. Perciò la vita del gatto dipende dall'ispirazione di Pavarotti, o del tenore di turno, e quindi dalla meccanica quantistica. La possibilità che i necessari acuti si verifichino è del 50%: il gatto ha quindi le stesse possibilità di salvarsi che di morire (più o meno come uno studente universitario in periodo di esami).

Impedimenti teorico-pratici[edit]

Il sistema pronto per l'esperimento.

La sola azione di mettere un gatto dentro una scatola risulta assai difficile, in quanto il gatto si difende selvaggiamente, nonostante abbia ben il 50% di possibilità di salvarsi. Inoltre, la possibilità che possa nascere una nuova specie di Gatti Volanti radioattivi assai pericolosi è talmente alta che nessuna Università si azzarda a rischiare l'esperimento.

Varianti[edit]

Nella sua pazzia Schrödinger escogitò alcune varianti per risolvere il paradosso, tra le quali citiamo:

  • Sostituzione del calzino con una sardina in salsa piccante
  • Eliminazione del gatto dall'esperimento
  • Usare una scatola trasparente
  • Andare a ubriacarsi con gli amici invece di farsi queste seghe mentali

Curiosità[edit]

  • La canzone "Dentro a una scatola" di Mondo Marcio è ispirata a questo esperimento.
  • Ma poi scusa, se metti un gatto in una scatola d'acciaio è sicuro che muore.
  • A Erwin Schrödinger è stato dedicato il gattile della sua città natale, Vicenza.

Voci correlate[edit]


Logo Portale scienza.png
Gatto di Schrodinger WANTED.png