Francesco Graziani

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia Liberty.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ciccio che sottolinea pacificamente un'imprecisione commessa da un suo giocatore.
« MAREMMA STRONZO CANE... IO T'AMMAZZO, DEFICIENTE!!! CHE CAZZO COMBINI!! »
(Ciccio sulla stampante che si ostina a non cuocergli i toast)
« AHO' MA CHE CAZZO FAI?? A STRONZO, MA CHE SEI 'NA RAZZA STRANA?? »
(Ciccio mentre incoraggia un suo giocatore durante la partita)
« So’ preso lu trongo! »
(Ciccio Graziani raccontando di quando un suo tiro finì sul palo)
« Stiamo facendo un programma talmente innovativo che se ci guardiamo indietro guardiamo il futuro. »
(Ciccio Graziani presentando il reality show "Campioni" dice cose che non capisce neppure lui)
« Disponetevi a coppie di tre. »
(Ciccio Graziani apre una nuova frontiera della matematica)
« Mannaggia a te e a chi te fa giocà! »
(Ciccio Graziani si compiace per il proprio acume tattico)

Francesco Graziani detto Ciccio è un prodotto delle conoscenze di ingegneria genetica del dottor Gelo, ottenuto incrociando cellule staminali di Luca Giurato, Vittorio Sgarbi e del Sergente Maggiore Hartman.

Biografia

Ciccio Graziani in una foto da bambino.

Nasce a Smalville da un'avventura estiva di Lionel Luthor con l'allora avvenente Wanna Marchi. In seguito i due decisero di scegliere la carriera piuttosto che la famiglia e abbandonarono il piccolo Ciccio in un cassonetto sulla Nomentana. Fu trovato in un giorno d'autunno da Tomas Milian (da cui eredita il linguaggio pulito e la sua proverbiale pacatezza), che lo allevò nel suo monolocale facendolo allattare da Bombolo. Si dice che fu proprio il latte particolare con cui fu nutrito che lo rese cosi forte.

Cresciuto sulla Tiburtina, Ciccio Graziani si rende conto delle sue doti atletiche quando prese a calci un muro sul quale era andato a sbattere insultandolo: "Mannaggia a te e chi te ha eretto!!". Fu così che iniziò la sua gloriosa e indimenticabile militanza nella A.S. Roma, dove totalizzò il record di presenze in tribuna (1322), riuscendo anche a farsi espellere in diverse occasioni.

Carriera

Ciccio da ragazzo.

Nel 1977 dopo ben 45 stagioni alla Roma, alla tenera età di 56 anni decise di andare a giocare altrove perché non riusciva a trovare spazio nella rosa titolare, militando nelle fila di prestigiosi club come lo Spoleto, il Voghera e l'Atletico Bardonecchia, senza ottenere importanti successi sportivi tranne il mondiale vinto nell'82 con la nazionale italiana: il suo contributo da panchinaro di sfondamento fu indispensabile per la vittoria, un po' come quello di Filippo Inzaghi nei Mondiali di calcio del 2006. All'età di 84 anni decide di appendere le scarpe al chiodo per tentare la carriera da allenatore.

Allenatore

Ciccio Graziani è un allenatore di grande carattere e determinazione. I suoi famosi metodi si basano sulla stima e la fiducia nell'individuo, e sull'evitare in tutti i modi di mancare di rispetto nei confronti di chi commette qualche errore, tenendo sempre un comportamento pacato e rispettoso anche nelle situazioni più difficili.
In tempi più recenti l'acquisto di un tablet gli è valso il posto di Gran Capo Opinionista della redazione informatica di SportMediaset, in cui svolge anche l'invidiatissimo ruolo di uomo-marchetta.

I consigli di Ciccio

  • "Meglio non andarci dal medico.......se vai sano torni malato........se vai malato muori..."
  • "...però bisognerebbe trovare la giusta traiettroia della palla..."
  • "La palla viene dal cuoio, il cuoio dalla mucca, la mucca mangia l'erba: la palla deve strisciare sull'erba!!!"
  • Ciccio a inizio stagione: "Noi dobbiamo essere un esempio pecchì ce segue"
  • Ciccio nell'intervallo di una partita: "Giuffrida ascolta quando sei in area buttate! Pecchè a noi dell'etica nun ce ne frega 'n cazzo!!"
  • Ciccio durante un allenamento: "Ragazzi mettetevi a coppie di tre dai..."
  • Ciccio a Patanè dopo che ha segnato: "Patanè, vieni qua! Ora te hai fatto gol, no?... ma hai fatto una giocata contraria, perché devi metterla subito a Salzano..."
  • "Gullo, quando ti fai la doccia fai cadere la saponetta, così sei sicuro che qualcosa di bono entra in te"
  • "All'età tua a vent'anni io la mangiavo l'erba... la prendevo, la portavo a casa, dicevo: mamma, mettici un po' de olio e un po' de sale che me la mangio"

Palmarès

Giocatore

Allenatore

  • 1 titolo regionale ottenuto con la squadra A.C. Polli 10+ di Francesco Amadori, cat. pulcini, stagione 1998-1999
  • 1 promozione in serie D col Cervia, stagione 2004-2005
  • 2 titoli europei "Migliore testa a palla da bowling" nel 2002 e nel 2005

Riconoscimenti sportivi

  • Miglior panchinaro stagione 1983-1984 con A.S. Roma
  • 3 Tapiri d'oro

Curiosità

Il neo fratello Lex Luthor.
  • Ha scoperto da poco di essere fratello di Lex Luthor.
  • Ha anche una sorellastra. Il suo nome è Ciccio Lina.
  • Possiede circa un milione di paia di occhiali diversi.
  • È stato controfigura in alcuni spot pubblicitari di Mastro Lindo.
  • È l'unico uomo in grado di dire 998 imprecazioni in un petosecondo.
  • Pare abbia avuto una storia d'amore con il giornalista Davide De Zan.
  • Gli è stata diagnosticata di recente una grave forma di dislessia.
  • È stato l'unico essere dopo Chuck Norris ad aver formato una coppia di tre.
  • Ha un figlio di nome Ciccio Bello.
  • Si è sposato con la madre di Francesco Gullo.
  • È un accanito consumatore di vasellina, che al contrario del resto del mondo usa per lucidare la testa, ma infondo la sua scelta non è sbagliata, essendo una testa di cazzo.
  • Ciccio è nato senza capelli e non gli sono mai più cresciuti. Nella sua 'splendida' carriera da calciatore utilizzava un mix di parrucchini modificati geneticamente, tra cui si crede ci fosse anche quello di Antonio Conte.
  • L'immotivatore comparso a 'pipponi del cuore' è in realtà insieme a Lex il secondo fratello di Ciccio, che lo ha raccomandato a Mediaset. I tre si ritrovano ogni 15 del mese per una partita a tressette col morto, ruolo interpretato magnificamente dal mister Magrini.

Reperti audiovisivi