Bassano del Grappa

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libertina.
Liechtenstein.gif
Questo articolo è uno stub


L'ambasciata di questo paese si è lamentata della brevità
dell'articolo corrispondente ed ha già sporto denucia.
Modificalo e contribuisci ad ampliare il mondo.
P.S.: Se vuoi conoscere gli altri stub relativi alla geografia, vai qui.

Italia senza il meridione.jpg
« Un paese sublime, suggestiva in particolare la sagra della bestemmia. »
(Dalla rubrica viaggi dell'Avvenire.)

Bassano del Grappa è una semiufficiale città dello stato immaginario della Padania attraversata dal corso di grappa chiamato dai bassanesi Brenta.


Storia[edit]

La città è nata ai tempi dei romani ma poi fu distrutto, dagli stessi bassanesi che si credevano romani dopo una bevuta. Fu ricostruita nel Medioevo ed insieme ad essa fu costruito anche il Ponte Vecchio ma fu distrutto diverse volte dai bassanesi stessi che si credevano crociati dopo le svariate bevute. Dopo molti anni di cose che non interessano un cazzo a nessuno, si arriva al 1915,ai tempi della Grande Guerra. Qua i bassanesi dopo le bevute si credevano guerrieri aztechi, per questo l'Italia vinse e la guerra fu combattuta principalmente nella zona del bassanese. Poi dal 1918 in poi non fotte niente a nessuno. Ciao vado a scrivere altri articoli più interessanti.


Monumenti[edit]

Le mura[edit]

Sono solo delle minchia di mura, CHE CAZZO DOVREI SCRIVERCI?


Piazza Libertà[edit]

Questa piazza è la più grande di tutta la città. È l'habitat naturale dei marocchini e secondo un decreto comunale, dal 2014 è severamente vietato dare da mangiare a loro e agli indiani (che annualmente migrano in queste zone durante le sagre del paese) dato che sono una specie protetta. La piazza è costellata da negozi italiani gestiti da iracheni che ancora non si sono integrati.

Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini[edit]

Fu costruito diverse volte e distrutto dai bassanesi ubriachi. Il progetto attuale è di Andrea Palladio e l'ultima ricostrzzz.....zzz.......zzz....



Economia[edit]

Tipico mezzo di trasporto bassanese.

Essenzialmente, la ricchezza della città deriva dalla vendita di grappe e altri superalcolici. Le bibite analcoliche, invece, sono bandite da un decreto comunale e l'unico liquido non infiammabile è l'acqua (mista a residui organici di vario tipo) che passa sotto il Ponte Vecchio.

Altra importante attività economica è la caccia alle nutrie giganti e geneticamente modificate che sguazzano sotto il ponte degli alpini e che sono diventate la base di tutti gli alimenti a base di carne di questa meravigliosa città.

Bestemmiare è la principale occupazione, oltre a sgrapparsi e a bere ogni tipo di liquido che contenga alcol (tranne l'alcol, casso, che non sa da niente!)

Popolazione[edit]

Da sempre Bassano del Grappa è ritenuta una cittadina multietnica. Andiamo ora ad analizzare la colorita composizione della popolazione:

Alpini[edit]

Gli alpini sono molto numerosi in quel di Bassano. Sono stanziati nei pressi del famoso ponte in legno di rosmarino, a cui è stato affibbiato l'originale nome di "Ponte degli Alpini". Sono facilmente riconoscibili dal loro tradizionale copricapo in pelle di austroungarico munito di penna di pregiato piccione veneziano.

Contadini[edit]

Variante dell'alpino, il contadino è dedito alla produzione di frutta, verdura e portafogli in pelle taroccati, compito che, peraltro, svolge con instancabile tenacia. Circa il 56,millemila % dei contadini bassanesi bestemmiatori sono conosciuti con il nome di Frànco, mentre il restante come Z(s)io Bepi, nonostante la maggior parte di loro non abbiano un nipote.

Extracomunitari[edit]

Comunemente chiamati terroni o africani, gli extracomunitari vengono mal visti dalla popolazione bassanese.

Altri progetti[edit]

Siamö padani, abiamö ün söniö nel cuöře, brüžare il tricölöre, brüžare il tricölöre!