Ash Ketchum

dà noccicolopedia lencicopedia libbera da lortografia
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
L'allenatore di pokémon più speciale del mondo si prepara a conquistare il titolo di Maestro dell'Autismo.
« Il mio è duro come una roccia e lunghissimo, non hai speranze! »
(Brock confronta il suo Onix con il Pikachu di Ash)
« Quest'anno il torneo di Pokémon sarà mio! »
(Ash Ketchup prima di arrivare 8459° alla 146esima edizione del torneo di Pokémon)
« Oshawott scelgo te! »
(Ash alla lega di Unima che manda a puttane tutta l'esperienza fatta nei suoi viaggi a Kanto, Johto, Hoenn e Sinnoh schierando il suo pokemon più mezza sega contro uno pseudo leggendario come Hydreigon.)

Ash Ketchum, (Biancavilla di Catania, 22 maggio 1982 - 24 marzo 2023) è il giovane protagonista di una serie animata rinomata in tutto il mondo per aver rovinato la reputazione di un videogioco fighissimo.


Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Ash Ketchum

Storia

Gligar supplica Ash di liberarlo.
Secondo una teoria dei fan quelli del Team Rocket non sarebbero altro che assistenti sociali incaricati di monitorare Ash.

Ash nasce da madre casalinga disperata e padre ignoto. La povera ragazza madre lo alleva da sola e con dedizione, nonostante il palese ritardo mentale del figlio, fino all'età di 10 anni, quando i servizi sociali della Regione Kanto inviano un finanziamento per tutti i bimbi speciali, permettendo loro di curarsi con la pet therapy. Essa consiste nell'allevare strani animaletti, i Pokémon, e girare per il mondo, così da fare esperienza di vita e liberare i genitori dal peso di avere un menomato in famiglia.
Ash riceve quindi dal Professor Oak un Pikachu addestrato per assisterlo nelle più normali questioni della vita, dal farsi il bidet a stringere nuove amicizie, e lo sprona ad abbandonare la città il prima possibile, tanto penserà lui a sua madre.
Così il giovane si incammina in compagnia del suo roditore elettrico guida in mezzo all'erba alta... pessima scelta. Prima di subito si trova attaccato da bestiacce di tutti i tipi, ma per fortuna sono tutte troppo buone per sparare sulla croce rossa. Alcune di loro decidono di unirsi al suo team perché impietosite dalla sua condizione e così Ash passa dall'essere un semplice ritardato a essere un ritardato con manie di grandezza.
Si convince di poter diventare maestro di Pokémon e conquistare il mondo. Il suo delirio, purtroppo, continua a persistere e ad accrescersi indisturbato, dato che ogni capopalestra, mosso da pietà ed eventualmente da qualche incentivo, gli concede la medaglia del caso, pur di non doverlo pestare a sangue, per motivi che sono tutto fuorché la sua abilità nelle lotte...
Finché non arriva alla Lega. I suoi componenti, essendo la crém della crém degli allenatori dell'intera regione, si rifiutano di dar vita facile ad Ash e, sistematicamente, il nostro eroe speciale fallisce nel conquistare il titolo di campione. Non importa che ogni anno cambi regione e campionanto, il risultato è sempre quello. Dopo 12 anni alcune domande se le sarebbe dovute fare.

Ogni stagione in sintesi

  1. Ash arriva in una nuova regione perchè ha sbagliato ad impostare la meta su Maps.
  2. Ash e il suo fedele Pikazzo Pikachu decidono di girare come degli zingari per la regione insieme ad una combriccola di disadattati del posto[1] per rubare ottenere delle medaglie dalle palestre locali, così da andare alla Lega Pokemon.
  3. Il Team Rocket, a cadenza di puntata, va a rompere i coglioni ad Ash perchè vuole il suo Pikachu[2].
  4. Ash mena e fa stuprare dal suo team i Pokemon di quelli del Team Rocket e, al grido di "ALLAH AKBAR!", li fa saltare in aria facendoli "ripartire" alla velocità della luce[3].
  5. Ash entra abusivamente nelle palestre delle varie città e sfida i capipalestra.
  6. Ash, spesso, perde brutalmente, ma riesce ad avere la medaglia tramite favori. In caso di vittoria e lecito ottenimento della medaglia, il capopalestra si suicida fuori scena per l'imbarazzo.
  7. A otto medaglie, Ash va alla Lega, dove perde o perchè è così scarso che i suoi Pokemona non lo cagano di striscio, o perchè gli avversari usano i leggendari e nessun arbitro li caccia fuori a calci in culo, o perchè gli si slacciano le scarpe durante lo scontro.
  8. Ash "accetta" la sconfitta, ma sempre fuori scena squarta brutalmente il suo avversario così che non vinca.
  9. Ash scopre che l'altro ieri è sbucata una nuova regione proprio accanto alla sua, e insieme al Team Rocket ci si lancia di corsa.

Le ultime due stagioni hanno visto Ash vincere la Lega ad Alola e Galar, causando una disconnessione nella logica e nel continuum spazio-tempo e la cruenta morte e sostituzione del nostro[4].

Squadra

Una cruda testimonianza di come Ash trascuri i propri Pokémon, lasciando che si cannibalizzino per la troppa fame.

Una delle caratteristiche principali di Ash è di non avere pokémon degni di nota, se gli capitano li libera subito. Sarebbe troppo facile.

  • Pikachu: un topo giallo ed elettrico che non vuole rientrare nella sfera. Come ogni animale da compagnia, finisce con l'assomigliare al padrone e non imparare mai nulla,
  • Bulbasaur: una specie di cane-ranocchio con una pianta allucinogena sulla schiena usata da Ash per alleviare il peso dei propri fallimenti.
    « Charizard! Usa pistolacqua!! »
    (Poi ci chiediamo perché non lo ascoltasse...)
  • Squirtle: rifiutata tra le tartarughe ninja per incapacità di linguaggio,
  • Charizard: un grosso drago a cui Ash sta sui coglioni, giustamente,
  • Butterfree: una farfalla che ha abbandonato Ash al suo destino preferendo concentrarsi sulla figa,
  • Kingler: un sushi mancato,
  • Primeape: un gorilla-orangotango affetto da schizofrenia. Abbandonato da Ash, si pensa per fargli fare una terapia di gestione della rabbia,
  • Pidgeot: il primo pennuto catturato da Ash quando ancora era un Pidgeotto. Liberato anche lui da Ash per fargli combattere degli incontri di aero wrestling contro Fearow,
  • Lapras: un incesto fra un cucciolo di stegosauro e un Gastrodon, nonostante la sua backstory di bullizzata dai suoi stessi amici, viene solo usata nelle Isole Orange come barca,
  • Heracross: un bacherozzo gigante il cui unico desiderio è succhiare il bulbo a Bulbasaur,
  • Sceptile: Goemon fatto Pokémon, si serve delle sue braccia-lame per affettare chiunque mentre fuma foglie di Bellossom,
  • Infernape: un Super Saiyan che dimostra la sua frustrazione incendiando chiunque, anche il suo stesso padrone,
  • Greninja: un ranocchio ninja geneticamente modificato che si fonde con Ash ma non si trasforma mai nella volpe a nove code,
  • Lycanroc: un cane-licantropo che non esita a prendersela con Ash se non gli si pulisce il pelo. Era l'animale domestico di Wolverine.
  • Incineroar: Una volta gattino domestico di JBL, questo felino wrestler ha stupito tutti per poter riprodurre la mossa finale del suo ex padrone. Non è chiaro se Ash voglia mandarlo nella DabliùDabliùesticazzi.
  • Dragonite: Il secondo ma finora unico pseudo-leggendario posseduto da Ash se si escludono Goodra calciorotato e Gible che non è ancora arrivato manco al secondo stadio d'evoluzione. Non si sa se nonostante mosse di un certo spessore potrà pisciare in testa a Lance.
  • Gengar: Non pago dell'esperienza con i fantasmi avuta trentordici anni fa con Haunter, Ash decide di farsi del male da solo catturando questo fantasma che si diverte a cagargli il cazzo entrando nella sua ombra.
  • Lucario: Ebbene si, Lucario già da Riolu è finito per andare a scorreggiare addosso al Pikachu di Ash. Grazie a lui adesso anche Ash canta come canzone "L'aura non c'è".

La cruenta morte

Dopo oltre 20 anni di "P1KAZZO, SCELGO TEEE!1!1!1!", anche per Ash è arrivata la fine. Infatti, nella puntata finale, si rende conto che campare di bacche selvatiche avvelenate e resti dei cadaveri in putrefazione dei membri del Team Rocket non è il massimo, e così torna a Kanto, dove capisce anche che essere un Maestro Pokemon significa fare il mantenuto[5].

Ash decide quindi di abbandonare dal Prof. Oak tutti, anche Pikazzo, e di andare ad aprire una pescheria per fatti suoi. La sua vita diventa così deprimente[6] che decide di uccidersi, facendosi sbranare dai suoi stessi Pokemona, che per evitare di morire hanno divorato anche il decrepito Prof. Oak e la madre stessa di Ash, causando la fine immonda di un era e di tre vite innocenti.

Tutt'oggi i Pokemona del defunto Ash sono dispersi per i boschi di Kanto, che col tempo si è evoluta e ha scordato i Pokemona.

MA EHI! Ci sono due nuovi protagonisti, tali Liko e Roy, pronti a fermare ancora il tempo per altri 20 anni e catturare altri 38374774 Pokemona di decima generazione!

Note

Template:Ref

  1. ^ Nel caso di Alola, insieme ad un'intera gang!
  2. ^ Purtroppo, non esiste la parte in cui Ash li manda semplicemente a cagare consigliando di rubare un leggendario che crea venti gelati ruttando anzichè un topo giallo lobotomizzato che sa soltanto dire "PIKA PI"...
  3. ^ E poi ci si lamenta che da bambini si tifavano i cattivi...
  4. ^ Ulteriori spiegazioni dopo...
  5. ^ A meno che non si cominci a fare tornei competitivi sui giochi.
  6. ^ Soprattutto per il fatto che, con l'apertura della pescheria, il tempo è tornato a scorrere normalmente, e Ash è diventato presto un quarantenne con problemi di prostata.