Windows 10

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera dalla forfora.
Jump to navigation Jump to search
« Skynet è arrivato! »
(Fan di Terminator all'uscita di Windows 10.)
« Vediamo la reazione delle persone »
(Bill Gates in un'intervista)
« Non mi abbandonareee!!! »
(Windows 7 quando stai per aggiornare il sistema.)
« Finalmente posso rendere funzionante il mio pc. »
(Linus Torvalds pronto a fare l'aggiornamento.)
« Sai come chiamerò mio figlio? No, come? Mozart. Perché? Perché suona bene. »
(Cortana racconta una barzelletta.)
« Ricorda! Skynet è Windows 10, ah no scusa volevo dire Genesys. »
(Kyle Reese da giovane allo specchio.)
« Sembra che internet non stia funzionando, riprova tra un secondo. »
(Risposta tipica di Cortana a un Utente ignorante.)
« Sono molto entusiasta di far parte di Windows 10! »
(Cortana ai suoi sviluppatori.)

Quando Windows $Vista uscì sul mercato il pubblico non era ancora pronto per accettare il suo splendore, ma all'uscita di Windows 10, conosciuto anche come Skynet 2.0, il popolo era sufficiente maturo per accettare la novità. Ma andiamo con ordine.

Nel 2012, a seguito di una $Vista avuta con uno dei precedenti sistemi operativi, Bill Gates e i suoi collaboratori avviarono ai celebri laboratori Microsoft la creazione di un sistema operativo che potesse coniugare la loro voglia di leggerezza e curiosità (o golosità), così crearono Windows 10. Soddisfatti del risultato ottenuto (un misto tra le caratteristiche peggiori dei precedenti Windows 7 e Windows 8, con funzionalità virulente integrate) Bill e i suoi compari necessitavano di una proposta commerciale allettante che potesse garantire la corretta diffusione del malware cioè di Skynet in tutto il mondo, così pensarono bene di divulgarlo gratuitamente cosa che portò alla morte per collasso cardiocircolatorio diversi personaggi di Wall Street. La proposta commerciale ebbe successo. Il 29 luglio 2015 il nuovo Windows 10 venne reso disponibile sulla rete. Bill non si ricordava che il numero successivo all'otto è il nove, così è passato direttamente al dieci. Il sistema operativo è apparentemente gratuito, tuttavia, nei termini di utilizzo c'è una clausola scritta in piccolo dove si accetta, in caso di utilizzo di Windows 10, di essere spiati in continuazione, anche nei propri momenti più intimi.
I mesi passarono felici per Microsoft e company, l'apparente buco finanziario venne subito tappato dal milione di utonti che scaricarono il sistema operativo e divennero vittime inconsapevoli di pubblicità ingannevoli e mirate, con conseguenti litigi per l'apparizione di pubblicità pornografiche sul computer del coniuge. Ovviamente i soldi guadagnati non erano sufficienti allo zio Bill e sapeva bene che Windows 10 avrebbe necessitato di ulteriori aggiornamenti che potessero migliorare il suo stile a Grande fratello; e così fece. Nell'autunno del 2017 venne infatti pubblicato il Fall Creators Update, anche noto come aggiornamento del fallo.

Prestazioni e compatibilità

Al contrario delle precedenti versioni di Windows, Windows 10 è stato progettato per diffondersi come un worm. Infatti la compatibilità va dal semplice computer desktop da 60000€ (requisito minimo per garantire prestazioni decenti) agli smart occhiali che ti permettono di guidare nella realtà mentre un grosso drago sputa fuoco ti taglia la strada facendoti fare uno storico tamponamento a catena. Nonostante la vastità dei dispositivi compatibili agli sviluppatori è stata complicata ulteriolmente la vita aggiungendo la richiesta di permessi speciali, .xml e .net per rellizzare una semplice app UWP.

Sul lato dei videogiochi Windows 10 integra XBOX Play Anywhere, con il quale è possibile giocare a tutti i giochi che riuscite ad acquistare al prezzo più elevato su Microsoft Store. Il famoso gioco BSOD che ha caratterizzato le passate edizioni di Windows è stato reso quasi ingiocabile sulle ultime versioni di questo sistema operativo.

Le novità

La vera novità sono le app UWP (Users Wild Party), che riprendono lo stile delle app di Windows Phone 7 ma di fatto si rendono ancora più inutili sui computer fissi e portatili. Lente nell'esecuzione e di pessima fattura, le app UWP sono compatibili (come dice il nome) con tutte le piattaforme Windows 10 (anche con la 9 e 3/4).

Si differenziano dalle app Android per il design quadratico (non esponenziale). Visto il precedente e acclamato successo che hanno avuto in Windows 8, la Microsoft ha ben pensato di riciclarle in Windows 10 lasciando questa volta il supporto al classico Desktop a cui siamo tutti abituati.

Non dimentichiamo poi il sostanziale rinnovamento che ha subito Cortana, l'assistente vocale obbligatorio su Windows 10. Con Cortana vengono aggiunti i servizi di spionaggio e raccolta informazioni 24 ore su 24, il salvataggio coatto su un server online del numero di carta di credito e relativo PIN e un arsenale di battute (anche a sfondo sessuale) che Cortana può fare su richiesta.

Versioni

Il SO è distribuito gratuitamente* in tre versioni principali:

  • Windows 10 S riservata a masturbatori cronici e studenti.
  • Windows 10 Home per la casalinga che non sa che fare durante il giorno.
  • Windows 10 Pro per gli utenti che scrivono su Nonciclopedia.

Voci correlate

Collegamenti esterni