Abdul Alhazred

Da Nonciclopedia, la pseudo-enciclopedia pseudo-libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Abdul Alhazred nel momento in cui ebbe l'idea per il suo Necronomicon.
« Musulmani del cazzo. Ma perché non tornano al paese loro? »
(Fondamentalista cristiano che sta per essere ucciso da una creatura pandimensionale)
« Un testo divertente e godibile dallo stile impeccabile e lineare. »
(Recensione del Necronomicon a cura delle Bestie di Satana)
Abdul Alhazred : Non è morto ciò che in eterno può attendere, e con strani eoni anche la morte può morire.
Amico di Abdul : Va bene, ma io ti avevo chiesto se ti andava di bere qualcosa...

Abdul Alhazred fu un famoso autore di bestseller arabi dell'antichità. Il libro che gli diede il successo fu il Necronomicon.

Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Abdul Alhazred

Vita

Abdul nacque in Arabia da una coppia di fan accaniti di Emma Marrone, dai quali ereditò la sconvolgente pazzia. Il piccolo Abdul diede infatti prova della sua sanità mentale fin da piccolo, lavandosi i denti con la segatura e cercando di trovare battute divertenti in una puntata di Zack e Cody al Grand Hotel. Dopo aver trascorso un eccitante week-end nel deserto del Sahara a contare i granelli di sabbia, Abdul fece un sogno in cui un mostro tentacolato proveniente dal mare andava a caccia delle anime degli esseri umani, così scrisse il suo primo libro: Pirati dei Caraibi. Dopodiché fece un altro sogno, nel quale stavolta un mostro tentacolato proveniente dallo spazio andava a caccia delle anime degli esseri umani. Dopo aver tentato senza successo di vendere la trama alla Dreamworks perché ne traessero un film d'animazione dal titolo Il mio amico Polipo Interstellare, Abdul decise di scriverci un libro, il Necronomicon (traducibile dal greco come "Elenco telefonico dei nomi dei morti ma cosa cazzo li chiami se tanto sono morti scusa?"). Morì nel 738, divorato da un empio e blasfemo invisibile unicorno rosa che l'aveva scambiato per una balla di fieno.

Il Necronomicon

   La stessa cosa ma di più: Necronomicon.
Il Necronomicon. Non è molto fotogenico, non c'è che dire.

Il Necronomicon è un libro scritto da Abdul Alhazred col suo sangue dopo aver perso la propria fidata BIC; pare che alcune versioni siano rilegate in pelle umana, per la precisione con la pelle delle ragazze che mandarono Abdul in bianco. Nel tomo è raccontata la storia di Cthulhu e dei Grandi Antichi, dall'arrivo sulla Terra come immigrati clandestini con valigie di cartone alla divinizzazione da parte degli Indios sfigati coi perizomi di pelliccia. L'arabo pazzo descrive anche empi rituali per evocare queste creature, il più perverso dei quali consisterebbe nell'ingerire una Mentos dopo un abbondante bicchiere di Coca Cola.

Curiosità

L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Alhazred è famoso per il Necronomicon, ma scrisse altri libri nella sua carriera, tra cui "Le ricette di nonna Hydra", "Le cure dimagranti del dr. Yig" e "Essere al centro dell'universo, corso avanzato di ballo forsennato in collaborazione con Azathoth".


Tutti gli amici immaginari dello scrittore di Providence