Videogioco

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Attenzione!
Combattimento con mosse speciali.gif

Questo videogioco può provocarti crisi epilettiche, secchezza dei bulbi oculari, invecchiamento precoce ed improvvisi attacchi di sete di sangue.
Il Ministero della Salute impone l'immediato spegnimento della tua console.

Exquisite-kfind.png   La stessa cosa ma di più: Assuefazione da videogame.
« Ho sempre adorato i videogiochi, una volta ne ho costruito uno con un filo di rame, un criceto e una graffetta. »
(MacGyver sui videogiochi)
Una tipica videogiocatrice.
« Ai nostri tempi ci si drogava »
(Vecchio sui videogiochi)
« I videogiochi fanno perdere la memoria. »
(Tuo nonno sui videogiochi)
« Non è vero. Ma tu chi sei vecchio di merda!?. »
(Tu a tuo nonno)

Un videogioco (o videogame) è un oggetto che all'apparenza sembrerebbe innocuo: sulla scatola non ci sono né donne nude né squartamenti di marmottine odorose. Ma appena si inserisce il videogioco dentro l'apposito lettore, che può essere un computer, una console o l'ano, gli effetti che si vengono a manifestare possono produrre una serie di serie patologie: come epilessia, vomito e anorgasmia.

Il fine ultimo dei videogiochi per un nerd, è vedere quanto si può masturbare un joystick prima che questo sborri.

Storia del videogioco[edit]

Evoluzione dei videogiochi, qualcosa è andato palesemente storto.

I videogiochi, così come li conosciamo oggi, nascono nel XX secolo, quando le macchine, stanche di rompersi in due per l'uomo, decidono di prendere il sopravvento sulla razza umana e la trasformano in semplice fonte di energia elettrica, tipo una batteria ma più grande. A quel punto però esse, che non sapevano più come passare il tempo, iniziarono a programmare una realtà virtuale simile alla Terra originale, nella quale potevano divertirsi con tutti gli umani ad essa collegati tramite spinotti ficcati su per il naso (e naturalmente altri orifizi). Questa fu l'origine di moltissimi giochi di successo come:

Ultimamente vanno molto di moda gli FPS (Fottiti la Puttana di tua Sorella), specialmente tra molti sfigati privi di una vita sociale, apparentemente gratuiti, ma con il fine recondito di conquistare il mondo radunando un esercito di sfigati, armati di patatine ed occhiali. Alcuni esempi: Combat Arms, Warrock (anche chiamato Hackrock), ecc.

Critiche e perplessità[edit]

I videogiochi sono molto dannosi, soprattutto per i bambini, per il loro grande difetto di prendere se stessi troppo sul serio: se ci si accanisce troppo su un joypad vibrante infatti questo rischia di infuriarsi e di tentare di sferrare un' stupro nei confronti del suo utilizzatore. In parte va ricordato, è colpa dei giapponesi e di Nintendo.

Secondo il MOIGE ed i suoi "autorevoli studi", i videogiochi tramutano i videogiocatori ed i poveri pampini in spietati killer visto che tutte le stragi sono state causate da gittià.

Per questo numerose associazioni di genitori picchettarono nel 2002 l'ambasciata americana in Iran, chiedendo con educazione che venissero ritirati dai negozi prodotti ritenuti indecenti come il famoso Vaginity 3 della Sony. Queste non ottennero la censura richiesta, ma in compenso tutti i loro appartenenti vennero fucilati. Ciò dimostra la pericolosità dei videogiochi. Quindi bisogna prestare molta attenzione.

Tipi di videogiochi[edit]

Ecco una lista dei tipi di videogioco più comuni.

Picchia/cazzo duro[edit]

I comuni mortali possono ricorrere a questo genere di giochi per emulare il proprio idolo. Di questo genere i più famosi sono: Street Fighter (un vero classico, molto classico, pure troppo), Mortal Kombat (botte, mazzate, violenza sempre più), Tekken e Dead or Alive (decisamente rivali), Soul Calibur (anche colpire qualcuno con una spada può essere divertente) e Super Smash Bros. Brawl (e pure colpire qualcuno con qualsiasi cosa a disposizione).

Sparatutto in prima persona[edit]

Giochi come Metroid Prime, Teeworlds, The Conduit, Duke Nukem 3D,Wolfenstein 3D, Doom, Half-life, Quake 3 Arena, Call of Duty, Halo, Fortnite, Battle Royale, Overwatch ed Unreal Tournament. Il modo giusto per perdere serate facendo volare ovunque frattaglie umane con armi di ogni tipo.

Giochi di ruolo[edit]

Tipologia in cui si raccolgono gli storici Final fantasy, sono giochi piuttosto insensati. Un gdr può definirsi tale rispettando 4 condizioni:

  • Devono essere approvati dall'Uomo del Monte.
  • Il mondo è in pericolo e voi dovete salvarlo/Qualcuno viene rapito (e voi dovete salvarlo).
  • I protagonisti sono emo che soffrono demenza senile a 14 anni.
  • La storia deve fare concorrenza a Beautiful.

Strategia[edit]

Tu mentre giochi a Barbie Raperonzolo.

sono invece giochi come Red Alert, Dune 2000, Age of Empires, Medieval 2: Total War (ma anche Pikmin) dove si deve utilizzare un po' di strategia in bellicose tattiche di guerra che col passare del tempo rischiano di tritarti i coglioni dalla noia e da un momento all'altro ti può venire in mente l'idea di afferrare un coltello da cucina ed uscire ad assassinare il primo innocente che becchi per strada giusto cosi per un po' d'azione...

Avventura grafica (detta anche Punta & Clicca)[edit]

Giochi come Monkey Island e Professor Layton, dove per una volta vengono messi in moto i due neuroni supersiti di un videogiocatore per cercare di effettuare dei ragionamenti più o meno illogici (tranne nel secondo capitolo, perché non c'è proprio nulla di logico nell'usare una scimmia come chiave inglese, anche se consenziente).

Simulatore di guida[edit]

L'ideale per chi vuole fare danni per le strade senza dover spiegare nulla all'assicurazione. P.S:Nei giochi di f1 la (Ma)Fia ti squalificherà a vita se non sei in mcla(d)ren.

Simulatore calcistico[edit]

In Italia ad esempio ci sono 60 milioni di commissari tecnici. Come dar loro libero sfogo?

Platform[edit]

Hai presente? Idraulici panzoni e vestiti di rosso che si fanno di funghi e saltano su qualsiasi cosa che si muova?

Hentai[edit]

Quei diavoletti dei giapponesi si sono poi anche inventati i videogiochi hentai, per sfuggire alla scure della censura contro la pedofilia e la coprofilia. In questi videogiochi particolarmente perversi, disegni di bimbette delle elementari particolarmente sviluppate si affiancano spesso a mostri tentacolari che si insinuano in ogni dove. Naturalmente queste porcate hanno avuto un grosso successo in tutto il mondo civile occidentale. Ma non in Iran o Busholandia.

Argomenti correlati[edit]

Collegamenti esterni[edit]

Altri progetti[edit]