Mario Magnotta

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Il nostro eroe nel blasone dell'Aquila
La banconota da 480000 lire.


« Magnotta...sniff...è MORTO! »
(Friedrich Nietzsche su Mario Magnotta (eggià...))
« Me iscrivo ai terroristi! »
(Mario Magnotta all'epoca della contestazione studentesca)
« Offreghete! »
(Mario Magnotta sui massimi sistemi)
« Modestamente Antonello Venditti è un bravissimo cantautore! »
(Mario Magnotta su Antonello Venditti)
« "E Ora Mario, figlio della lavandaia, bidello di scuola... preferisce imparare a bestemmiare sugli imbrogli del Bontempi, non usa mai banconote da 480000 lire per pagare... seppelliva sua madre in un cimitero di lavatrici..." »
(Fabrizio De André decantando dell'eroe Magnotta)

San Mario Magnotta è stato un importante bidello, filosofo, teologo e Dj, precursore dell'agnosticismo mosconiano. È inoltre l'inventore della banconota da 480000 lire, utile per pagare le lavatrici velocemente.



Biografia[edit]

NonNews

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Mario Magnotta.

Mario Magnotta nasce a L'Aquila nel 666 (av)anti cristo.

Fin da giovane dimostrò la sua devozione alla religione, paragonabile a quella del Vate Germano Mosconi. Allo stesso modo in cui Mosconi aveva come nemesi quel mona che come arma usava battere la porta e chiudere urlando, egli aveva come nemico Bontempi che come arma aveva lavatrici, frigoriferi e asciugacapelli, tutti rigorosamente San Giorgio.

Prende tutti i sacramenti all'età record di 16 anni, perdendoli tutti 2 minuti e mezzo dopo la cerimonia della su

Una foto che ritrae il grande Magnotta.

a stessa cresima, con una terribile bestemmia in occasione di una scivolata sulla navata della chiesa.

Dopo una burrascosa carriera scolastica, rischiando molte volte la bocciatura in religione alle scuole medie e andando molto vicino alla sospensione per aver organizzato delle rivolte armate alle scuole superiori, Magnotta si laurea a 24 anni in Scienze delle Bestemmie, con discussione della tesi su "L'Articolo 660 del Codice Penale, Molestia o Disturbo alle persone ovvero il Reato di Rompere i Cojoni" con voto di 666 e lode. Magnotta volle inizialmente discutere la tesi in Cristologia, ma dopo che bestemmiò in faccia al suo tutor fu rifiutato dal professore, che affermava ripetutamente di non poter accettare la sua tesi dato che gli "appioppava le sue idee".

Col Magnotta si può fare.

I suoi duelli telefonici con Bontempi e co. sono reperibili in rete, essi dimostrano la superiorità del Magnotta che, a suon di bestemmie, "Nooooooooooooooooooo!!", "Maledetto il giorno che l'ho comprata" e soprattutto "Nonnevogliosapere" sconfisse il suo nemico, che si arrese quando Magnotta affermò "Ve metto 'na bomba!" e ancor di più quando disse "Me iscrivo a li terroristi!". In onore alla vittoria riportata, egli ha remixato i suoi duelli telefonici.

È stato protagonista di numerosi film, tra i quali i più famosi sono "The Washing Machine Project", "Harry Portamela, e chi te la paga", "Ritorno al Bucato", "L'avvocato della San Giorgio", "Il signore dei bidelli, la compagnia di Bontempi", "Trappola da Bontempi", "Maledetto il giorno che ti ho comprato!", "Io, Magnot" e il memorabile Magnotta Vs. Mosconi.

Oltre alla comodissima invenzione della 480 mila lire, Magnotta è famoso per avere aderito ad un gruppo di terroristi che aveva come obbiettivo quello di fare saltare in aria tutte le agenzie San Giorgio d'Italia, questo sparuto ma temibile nucleo di terroristi elevò Magnotta a loro capo indiscusso per merito di una telefonata avuta con il Direttore di questa multinazionale.

Il programma articolatissimo di questo nucleo aveva come obbiettivo le stesse lavatrici San Giorgio che rapivano e torturavano per giorni, che con una telefonata anonima facevano ritrovare in qualche discarica le povere lavatrice ancora

Il quarto arresto di Magnotta, evaso 16 minuti e 21 secondi dopo, eseguito dall'InterPorc a seguito delle accuse di terrorismo internazionale e detenzione di arma da fuoco a fini di 'shparare in bocca' contro ignoti

imbavagliate.

Queste erano esecuzioni esemplari per far capire alla ditta Cinque e Bontempi di che pasta erano fatti i componenti di questo violentissimo gruppo di terroristi. Balzarono agli onori della cronaca per un rapimento di una Lavatrice IGNIS di seconda mano, infatti questa operazione fu un fallimento, poiché la Ignis non centrava "Un Gazzo Niente" come affermo lo stesso Magnotta in un comunicato. Ma la ferocia del Magnotta non conosceva limiti, infatti trucidò lo stesso la IGNIS pur essendo innocente, la prese a martellate sul cestello, stremata ma ancora viva la lavatrice venne finita dallo stesso Mario con un veleno mortale che gli spacciò per anticalcare. Da quel momento i componenti dell'Anomina Magnotta rimaserono disgustati da tanta violenza e decisero di scioglere le fila del gruppo. Tra il 1988 e il 1994, il Mario Nazionale si è reso protagonista di tantissime feroci sommosse nei paesi dell'America Latina e del sud-est asiatico, portando caos e distruzione ad un livello mai visto per un essere umano. Nei diari di viaggio di Ernestino Chic-guevara junior sono nominate più volte le gesta del Mario, che decise di affiancarlo per ribaltare la dittatura appena istituita a Cuba da Batista (junior pure lui), scambiato in un primo momento per la reincarnazione di Bontempi: mentre i guerriglieri cubani si occupavano delle sparatorie in mezzo alle risaie, Mario col suo esercito privato sequestrava in pieno stile stealth le lavadoras calandosi dal camino a testa in giù, non avendo pietà neanche per gli asciugacapelli. In seguito, l'ultimo giorno di guerriglia, i seguaci di Batista jr. non avendo più mezzi per lavare i propri panni, si allontanarono dal palazzo del governo (bestemmiando), permettendo a Chic-guevara jr. di assaltare l'obiettivo (con due elicotteri rattoppati con scotch e lo sputo, che promanavano un brano remixato del 'NOO!' del Magnotta a mo' della 'Cavalcata delle Valchirie' di Wagner), uccidere il dittatore e instaurare la 'libertà' (per usare un parolone-one!) su Cuba.

È stato rivelato da Julian Assange, grandissimo esponente del diritto alla privacy, che Magnotta uccise di persona Pablo Escobar, narcotrafficante, terrorista e attivista per i diritti umani nel dicembre del 1993, a causa di un tragico errore da parte del benefattore colombiano. Dai fatti emerge che quest'ultimo abbia sbagliato a comporre il prefisso telefonico statunitense +862, e quindi abbia chiamato proprio casa del Mario Nazionale. Pensando che si trattasse dell' ennesima chiamata da parte di Bontempi, Magnotta si recò in Colombia in poche ore e fece fuori tutta la scorta. Sebbene si sia reso conto del qui pro quo, il terrorista aquilano uccise Escobar poiché vide che si stava arricchendo con lo spaccio delle San Giorgio, ribattezzate Santo Jorge.

Dopo molti anni di ribellione nei confronti delle lobby di elettrodomestici, Magnotta aveva liberato gran parte del pianeta Terra dal controllo economico dei ricchi padroni di lavatrici e frigoriferi, e ciò portò ovviamente ad una reazione da parte di questi ultimi. Magnotta fu rapito in un vicoletto di Bangkok nel 1995 da p

La 'trappola mortale' organizzata da De Paolis, Cinque, Imperia e Bontempi.

arte di alcuni rapitori specializzati 'col camice bianco' mandati dalla San Giorgio. Egli riuscì ad ucciderne 2 con una bestemmia e ne ferì altri 5 lanciando vari telefoni cellulari, ma il gruppo di malviventi riuscì infine a immobilizzarlo e a caricarlo su un furgone della ditta. Il Mario Nazionale si risvegliò in una lavanderia automatica costruita appositamente per lui allo scopo di eliminarlo dalla faccia della terra, e dopo 15 minuti di tentativo di fuga cadde svenuto, e rimase in coma per 5 lunghi anni nell'ospedale di Ciuncianchì-e-Ciuncialà, sotto la direzione di Pdor, figlio di Khmer. Si risvegliò nel settembre del 2000 e fuggì il giorno stesso, riuscendo in pochi mesi a rintracciare De Paolis e ad eliminarlo con una battaglia telefonica di 8 minuti a colpi di urla e di maledizioni. Il famoso direttore fu dichiarato morto il 32 novembre 2000 alle 04:19 a causa di una lacerazione cerebrale con esplosione del canale auricolare, dovuta a un terrificante urlo di 980 decibel.

Poco o nulla si sa della signora Cinque, dichiarata scomparsa tra le lande del Circolo Polare Artico pochi mesi dopo la morte di De Paolis. Si vocifera che sia stato proprio Magnotta a portarla di persona con un elicottero al Polo Nord e ad abbandonarla al freddo e al gelo, non prima di averle fatto ben capire il motto dell'Aquilano più famoso del mondo: "Plata... o plomo. Nonnevojosapere!". Moltissimi adepti magnottiani sono attualmente dispersi nel tentativo di ritrovare il corpo della signora Cinque tra i ghiacciai ma da tantissimi anni non è stato trovato nulla. 

Nel 2001 Magnotta tiene fede ad una promessa fatta in un caldo pomeriggio di quattordici anni prima. Imperia fu il penultimo della lista nera a perire e proprio nel modo esatto in cui fu minacciato dal Bidello della Mort

Immagine rilasciata pochi minuti fa dalla sede di Sulmona dell'FBI: Mario Magnotta durante la chiamata mortale al direttore De Paolis

e, con un colpo di Beretta 92 sudafricana in bocca. Il corpo fu ritrovato gettato in un cassonetto con il telefono fisso sul petto e un biglietto firmato Anonima Magnotta che raccontava le motivazioni della sua vendetta: la libertà dei semplici clienti, la possibilità di autodeterminazione, la facoltà di comprare lavatrici ed essere liberi di acquistare qualsiasi elettrodomestico senza l'odiosa mano delle lobby dei padroni e dell'economia e non meno importante lo stare fuori di ogni discussione. 

Lascia il mondo dei vivi per rincorrere una volta per tutte gliu ciecu e prenderlo a calci, di quel benedetto contratto, di quella benedetta lavatrice, nella notte tra il 4 ed il 5 gennaio 2009. In occasione della sua morte si è tenuto, in tutte le scuole italiane, un minuto di bestemmie. A pochi giorni dalla sua scomparsa, non avendo più clienti cui rifilare la merce, la San Giorgio ha chiuso i battenti.

Si dice che l'esercito terroristico dell'Isis, nei suoi numerosi attentati degli ultimi anni, non sia altro che il continuo della cellula terroristica del vate Mario, tanto da ispirarsi anche nel nome alla lavatrice di proprietà dello stesso Mario, la Ignis (Ìgnese, secondo la pronuncia del Magnotta).

Una necromante, alla luce degli avvenimenti politici accaduti in Spagna per l'indipendenza della Catalogna, ha contattato il Magnotta e ha affermato che il Vate, dall'aldilà, ha scomunicato tutti coloro che appartengono alla regione indipendentista, sostenendo che questi sono "fuori di ogni discussione" dato che il loro Santo Patrono è San Giorgio . Dopo aver pronunciato 3 bestemmie in una lingua ultraterrena e aver intimato di essere lasciato in pace alla medium, sembra aver urlato "¡Magnotta, para vosotros, es muerto, es muerto, puerca la Virgen!" e si è dileguato in una nube di vetri di lavatrici rotti, con tanto di esplosioni di tutti i telefoni nel raggio di 1.5 km.

Il lascito culturale[edit]

Una verità indiscutibile.

Il 16 settembre di ogni anno, veri cultori e adepti del Magnotta si ritrovano davanti ad un qualsiasi negozio di elettrodomestici autorizzato dalla San Giorgio per celebrare il loro maestro. La cerimonia è la seguente: tutti gli interessati, allo scoccare della mezzanotte, si siedono attorno ad una lavatrice (di marca rigorosamente Ignis) ed esclamano: oggi è 16 settembre; se a questo punto dall'oblò appare il volto del Magnotta si può continuare con la cerimonia, che prevede un mormorio di gruppo che recita io con la San Giorgio voglio chiudere, porco dio; a questo punto il Magnotta potrebbe innervosirsi e dire due frasi: M'avete rotto i cojoni ed andarsene, con esito negativo della seduta, oppure Perchè mi volete appioppiare la roba, porco dio?! e lì immediatamente i seguaci devono alzarsi e togliersi da davanti all'entrata del negozio, poiché le successive bestemmie del Mario distruggeranno tutti gli elettrodomestici all'interno. A questo punto si può dare fuoco alla lavatrice, cantando ad alta voce Offreghe.

Dal 1987, ogni dieci anni questo rituale va consumato dinanzi al negozio Bontempi originale, dove si recò il Magnotta nel 1981 a L'Aquila. Si narra che i capigruppo del rituale la mattina successiva ricevano chiamate moleste con voci che gridano: Noooo! Noooo!


« Vivi secondo il credo: Stai sempre fuori 'di ogni discussione', non appioppare mai la roba a nessuno, stai all'oscuro, non farti rompere i cojoni »
(Il Messia Mario)

La "Bestemmia Combo"[edit]

Magnotta ha donato una grande opera d'arte all'umanità, un'opera che moltissimi non comprendono. Nello scherzo architettato dal malvagio Bruno, ossia Brì, riguardante la Moglie del Magnotta, notiamo che già nei primi minuti della terza telefonata il nostro eroe si prodiga in una bestemmia terribilmente letale, tale che l'ISTAT ha recentemente affermato il tasso di mortalità del 73% al primo ascolto.

"Ma che te te 'ncazzi, che me ne frega a me, porco dio? Mo te denuncio pure... perché me stai rompendo pure i cojoni, porco dio. Senti, tu te la si' voluta incollà? E te la incolli, mo che cazzo voi da me? Ma porco dio, tu te la si voluta incollà? E mo te la tieni, no? Porco dio 'n 'ata vota, eh, porco di-"

Siamo di fronte ad una bestemmia quintupla, dove l'esclamazione rappresenta tutto lo sfogo del Magnotta, anche se si vede chiaramente che l'ultimo colpo viene troncato sul nascere: difatti i membri del Consiglio della Bestemmia, capitanati da Paolo Chiavator, non intendono riconoscere la combo del Mario come quintupla, bensì semplicemente come quadrupla. La dottrina si divide sulla classificazione di questa opera d'arte, parte di essa infatti intende rendere giustizia al Maestro incoronandolo come miglior bestemmiatore del secolo scorso, a pari merito col Nonno Fiorucci e Germano Mosconi.

Un' ulteriore nota di merito, testimonianza dell'immensità della poesia di Mario Magnotta, si trova negli ultimi secondi della stessa telefonata, difatti nessun essere vivente ha mai chiuso una telefonata con la locuzione "Opporco dio, arrivederci, e non rompermi più i cojoni"

Il videogioco[edit]

Dopo l'enorme successo di Super Mario Magnotta Odyssey per Nintendo Switch, lo Stato Islamico dell'Ignis ha annunciato, all'E3 di Los Angeles, il nuovissimo Bontempi vs De Paolis, in uscita su PlayStation 4, XboxOne e PC.

Il primo trailer ufficiale mostra un giovane Mario Magnotta (in ultra HD) e sua moglie Giuseppina che si recano presso il negozio di elettrodomestici allora sconosciuto "Bontempi" per acquistare una lavatrice. In quella buia e fredda serata di un aprile del 1981 nessuno sapeva cosa stava per accadere, tantomeno il giovane Bontempi stesso, che lavorava a lì assieme al fratello ("chiju un po' ciecato"). Assistiamo alle battute di un dialogo tremendamente realistico e riscopriamo in terza persona "quel maledetto giorno in cui la venne a comprare da lui".

Il secondo trailer ufficiale mostra un ormai anziano Bontempi sull'orlo di una crisi di nervi dovuta alla monotonia del lavoro e ad una vita ormai vuota senza il Vate Mario, asceso al cielo e congiuntosi al Signore ormai da tempo. Aggirandosi per le strade di una freddissima Aquila ormai deserta e spenta, ripercorre tutte le vicende che lo hanno reso un eroe nazionale, dai piccoli vicoletti fino al suo negozio di elettrodomestici ormai deserto e poco frequentato. Ogni piccola cosa sembra ricordargli della sua vittima, come i profughi che camminano per le strade assieme a lui (sicuramente iscritti da tempo ai terroristi), o come i petardi sparati dai ragazzini per le piazze ("ve metto 'na bomba, eh"), e gli altri negozi di elettrodomestici specializzati in asciugacapelli. Il ragioniere va addirittura a trovare la tomba del Vate e appena giunto lì scopre di volersi togliere la vita, dunque si reca di corsa sul Gran Sasso con l'intenzione di gettarsi nel vuoto a capofitto. Ma appena inizia la scalata intravede una scena che dà inizio all'avventura, quella di 4 criminali sporchi che escono dalla casa appena svaligiata con una lavatrice in mano. Dopo aver avuto un'illuminazione ultraterrena, senza dubbio ispirata dall'aldilà dal Mario stesso, fa dietro front con un sorriso malizioso, determinato a vendicarsi di colui che lo insultò, colui che lo minacciò di fargli vendere le 'pretole', chi si permise di chiamarlo "un sozzo, un delinguente": il direttore della San Giorgio De Paolis.

Il videogioco si struttura in due modalità:

  • Avventura, dove si potrà giocare in terza persona nei panni di uno sciagurato ragionere in cerca della sua vendetta contro il direttore della San Giorgio, ormai multinazionale miliardaria che ha traffici internazionali di droga, armi ed elettrodomestici;

Multiplayer, dove si potrà gareggiare con gli altri utenti nelle modalità competitive (Deathmatch a bestemmie, Cattura la Bestemmia) e cooperative (Sci di fondo a bordo di lavatrici e Picchiaduro). Sarà possibile barare online, ma in caso di violazioni la pena sarà un assordante urlo ("NOOOO!") della durata di mezz'ora. Nella modalità storia si potrà girovagare in free-roaming nella città de L'Aquila, visitare i luoghi tipici e compiere numerosissime attività, come il tiro alla lavatrice in volo o organizzare scherzi telefonici (...). Sarà addirittura possibile incontrare Giuseppina e Bruno, ormai separati anche loro, con la possibilità di uccidere o risparmiare quest'ultimo. (SPOILER: Bruno non è altri che un fantasma dello stesso Bontempi, frutto totale della sua immaginazione, un completo alter-ego. A sua volta si scoprirà che il protagonista non è il vero Ragioner Bontempi proprietario del negozio, morto anni prima del Mario nazionale, ma l'autore dello scherzo. Non ve l'aspettavate, eh? Dite la verità!])

Il prezzo di uscita è di 480.000 lire.

Filmografia completa[edit]

La locandina del film "Maledetto il giorno che ti ho comprato".
  • Trappola da Bontempi
  • L'avvocato della San Giorgio
  • Star Wash ep.1: La lavatrice fantasma
  • Lavatrice Meccanica
  • Star Wash ep.2: L'attacco di Bontempi
  • The Washing Machine Project
  • Maledetto il giorno che ti ho comprato
  • Magnotta Before Christmas
  • Star Wash ep.3: La vendetta della San Giorgio
  • Harry Portamela, e chi te la paga
  • Il signore dei Bidelli, la compagnia di Bontempi
  • Il signore dei Bidelli, le due lavatrici
  • Il signore dei Bidelli, il ritorno della San Giorgio
  • Il Signor Panarelli, la storia infinita
  • Magnottic Park
  • La Bestemmia Infinita
  • Star Wash ep.4: Una nuova lavatrice
  • Resident Magnott
  • M per Magnotta
  • Lavatrix
  • Lavatrix Reshaqued
  • Lavatrix Centrifugation
    Il volantino di reclutamento per le nuove iscrizioni. Affrettatevi!
  • Star Wash ep.5: Bontempi colpisce ancora
  • Io, Magnot
  • Star Wash ep.6 Il ritorno di Magnotta
  • Magnotta in Black
  • The Bruno Identity
  • The Ring: Pagherai tra 7 giorni
  • The Ring 2 - La bestemmia corre sul filo del telefono
  • The Ring 5 - Paura e deliro ad Imperia
  • In linea col pasticciere
  • La bestemmia nel cuore
  • Le bestemmie che non ti ho detto
  • Magnotta Vs. Mosconi
  • Magnotta Vs. Mosconi 2, lo scontro finale
  • Briscitte Bardò - Divine B.B. (a cui non darei centomila lire)
  • Tutto su mia moje
  • Sette anni a Pettino
  • Brüno (in 3D)
  • Una notte a ju Torrione
  • Magnotta non deve morire
  • Mario scatenato
  • Via col contratto
  • Il grande Marzantelli
  • Signora Cinque's List

Ballate e componimenti poetici[edit]

Volantino di propaganda delle Brigate Rozze
  • I miss you, Mrs. Five Empire
  • Bona tempora currunt
  • Bestemmia in fa diesis minore
  • Ex-moglie che vieni, ex-moglie che vai
  • Il bombarolo si scrive ai terroristi
  • Azzurro (telefono)
  • Nato sotto il segno dei fessi
  • La lavatricha (que no quiero jo pagár)
  • Una TAC al cervello a mia moje
  • Fiumi di Bestemmie/Fiumi di bestemmie tra noi/prima o poi, ci shparano in bocca

Videogiochi[edit]

  • Super Mario Magnotta Odyssey
  • Bontempi vs De Paolis
  • The Eagle Within
  • Mario Gear Solid
  • Mario Gear Solid 2: San Giorgio of Liberty
  • Mario Gear Solid 3: Terrorist's Eater
  • Mario Gear Solid 4: Blocco 'ste Pratiche
  • Mario Gear Solid V: The Phantom Pina
  • Final Blasphemy (I-VII)
  • Barzetti's Creed
  • Magnottcraft
  • The Mark of Brì
  • Call of Bruno: Magnotta Warfare
  • Need for De Paolis: Mario Wanted
  • Bontempfield
  • The Legend of Romilda
  • LittleBigPanarelli
  • Shadow Offreghete Colossus
  • Kingdom Mario (I & II): Final Brì
  • Kingdom Mario: Chain of Blasphemies
  • Kingdom Mario 358 Bestemmie over 2 Telefonate
  • Kingdom Mario: Bruno by Sleep
  • Kingdom Mario 3PD

Voci Correlate[edit]

Altri progetti[edit]

Collegamenti esterni[edit]

480 Denari Ubi lavatrix, pecunia cessat

Mario Magnotta (1942-2009) | Magna Magnotia | Il mestiere più antico del mondo | Vecchio Conio | Scontro Finale | Il signore dei Bidelli, la compagnia di Bontempi | Star Wash ep.3: La vendetta della San Giorgio

Wikiquote.jpg Plìs, visit aur templeit; bat plìs, rimember det LAIF IS NAU ! Union Jack.jpg]]
Lingue assassinate ItalianoLatinoEgizioPunteggiatura
Neolingua italica BimbominkieseNeolingua del TGLatino degli atteggioniISO 639-3: Xke'Svizzero
Lingue che fingi di studiare al liceo FrrrrançaisInglisc (Ænglisc - The cat is on the table)TeteskenEspaniol
Metodi di tortura glottotetica GrΣkoLatinorvmGnam!Bip!Binario triste e solitario
Lingue da BTA U'KKalaBBrisiSocmel SpeakFurlânLadinumZeneiseL'è un gran Milan / InterUllukanu'O NapulitanoLingua pe te scrive a li terroristiLa lingua che non esisteL'oriundoL'oriundo, 2 la vendemmiaPiedmonteisAuz!'A mejo linguaSa Limba'U SicilianuTosHanoVenexian
Lingue che tutti fingono di parlare PortogheseRumenoSpagnolo
Lingue conosciute (per finta) dagli otaku e dai cosplayer GiapponeseCoreano (per otaku perversi)Cinese (per cosplayer allo stadio finale)Nadsat (per cosplayer di Arancia meccanica)Klingon (per funboy irrecuperabili di Star Trek)
Lingue degli alieni comunisti ЯцššфArmenoБiэloяцššфБulgaroGeorgianoBoratianoKirghizioMoldavoSerboTagikoTurkmenoUčяaiиoVìẽtnạmĩtẵ
Lingue indoeurasiatiche
ma anche no
AlbaneseAsturianoBosniacoCatalanoCeco (e sordo)CroatoDanese (non il cornetto)EstoneFinlaandeeseeLingua provenzofrancaleLlalinguadelgallesgogogochIrlandeseIszlandeseLettoneLituanoLussemburgheseMacedone (bis)NorvegeseOlaandesePolaccoLingua romanciaScozzeseSlovaccoSlovenoSvervegeseUngherese
Lingue indoincomprensibili AraboBengaleseBirmanoEbraicoGiavaneseHindiIndonesianoNepalesePersianoSondaneseThailandeseTurcoUrduYiddish
Lingue di popoli sterminati dal colonialismo a cui è stata esportata la democrazia AmharicoBantuCecenoCheyenneGuaraniIncaicoKurdoMayaNameccianoSiouxSwahiliTibetanoZulu
Alfabeti ed ideogrammi: 1000
e non più 1000 modi di scrivere
FΣŠ$Ф ԸЊן ГЭĜĠΣ
Amharico←obarAAramaicoArmenoBengaleseBirmanoCineseCingaleseChamСiяilliкoCoptoCoreano←ociarbEGeorgianoGeroglificoGiapponeseGlagoliticoGrΣκθHindiInuktitutKhmerLaoLatino1337MayaMongoloRunicoSanscritoTamilThaiTibetano
Linguisti e glottoteti online Aldo BiscardiGiovanni BivonaChic BipapoGennaro GattusoLuca GiuratoTiziano LugaresiMario MagnottaGermano MosconiMike il PolloFrancesco RutelliFrancesco TottiMago GabrielGiovanni Trapattoni
Diese modèle ist tojuours updatable: Bitte, ayuda nos otros to complete-lui: Spassivo Drug !