Niko Bellic

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia che si libra nell'aere.
Jump to navigation Jump to search
Freccia blu.png Voce principale: Grand Theft Auto 4
Niko Bellic, così povero da non potersi permettere nemmeno dei guanti che gli coprano completamente le mani.
« L'ho scomunicato due volte per assicurarmi che finisse all'Inferno. E in effetti ci è andato. Ma dopo sei ore era già fuori... »
(Il Papa su Niko Bellic.)
« Ha dato un forte contributo alla diminuzione del traffico cittadino! »
(Sindaco di Liberty City.)
« Sono diventato l'uomo più ricco d'America! »
« Ripensandoci, Satana non è poi così crudele... »
(Gesù dopo aver osservato per un paio d'ore Niko Bellic.)
« Questo sconvolge totalmente le mie teorie... »
(Lavoisier dopo aver visto Niko estrarre dal nulla un bazooka.)


Niko Bellic è il cugino bianco di Carl Johnson, ma per evitare che avanzasse richieste legali sul patrimonio di famiglia, gli sviluppatori lo hanno trapiantato nel 4° GTA a Liberty City.

Vita

Niko Bellic la notte di San Valentino.

Niko nasce in un campo Rom della Serbia. Cresce giocondo tra raffiche di mitra e bombardamenti assieme al suo cuginetto Roman. Un giorno però, quest'ultimo decide di lasciare quella fogna chiamata "casa" per cercare fortuna in un paese pacifico e ordinato[citazione necessaria]: l'America. Mentre Roman, nella Città della Libertà vive il sogno americano come può, ovvero dormendo in uno scatolone e facendosi il culo in un taxi, Niko opta per qualcosa di più tranquillo, arruolandosi nell'esercito serbo. Tanto comunque rubava e uccideva per vivere, quindi tanto valeva farsi dare una carta per certificare la legalità di questi atti. Durante una missione, Niko e il suo plotone vengono presi alle spalle e brutalmente massacrati da quattro cani che avevano ricevuto una soffiata.
Salvatosi la ghirba per miracolo, Niko inizia a sbarcare immigrati per due spiccioli per conto di un certo Ray Bulgarin, un uomo simpatico quanto una colica renale. La sua simpatia è accresciuta dalla sua accentuata prodigalità, per la quale è anche detto "Usuraio del piffero" dagli amici. Peccato che non ne abbia: li ha uccisi tutti pur di riavere indietro i suoi soldi. A ogni modo, Niko lavora per questo bocciolo di rosa fino all'ennesimo colpo di sfiga: mentre sta portando a riva il solito carico di criminali assortiti, viene intercettato dalla pula marittima. Tornato a riva a nuoto, trova ad aspettarlo il buon Ray, ansioso di pelargli il culo se non gli avesse ripagato barca, immigrati e pure la benzina.
A questo punto Niko urla "Dietro di te! Una scimmia a tre teste!" e approfitta dell'attimo di distrazione di Bulgarin per fuggire. Ma dove? Roman continua a spedirgli e-mail riguardo la sua vita a Liberty City, fatta di auto di lusso, ville con vista e minorenni che lo succhiano come aspirapolveri, quindi perché non da lui? Arrivato lì con una nave e pagatosi il biglietto pelando patate per tutto il viaggio, scopre che l'unico lusso che possiede l'auto del fratello è di avere una ruota di scorta consunta, che la villa in realtà è un monolocale la cui unica vista è su una discarica e che gli unici esseri viventi che frequentano abitualmente la sua dimora sono sì zoccole, ma di fogna.
Inizia così l'avventura dei cugini Bellic a Liberty City, che porterà Niko a diventare un killer e suo cugino a farsi sparare più volte. Insomma, una famiglia modello.

Tipica giornata di Niko Bellic

È dura mantenere la calma quando la portiera non si apre... Ma Niko ha sempre pronto un piano B.
  • Si sveglia già incazzato e distrugge con le granate il mobilio di casa sua.
  • Scendendo le scale, ingaggia una rissa con il portinaio e poi, stufo di discutere, gli pianta una pallottola nel cranio con la sua Desert Eagle.
  • Cerca di salire sulla sua macchina ma la portiera difettosa non si apre, quindi sfoga la sua rabbia come mostra l'immagine a lato.
  • Chiede l'autostop piazzandosi in mezzo alla strada e puntando il suo M4 contro un automobilista che gli cede volentieri il suo veicolo.
  • Guidando a 150 all'ora nei vicoli e a 200 all'ora nelle vie principali farà migliaia di vittime tra civili, pali e semafori.
  • Entra in un Internet Cafè per controllare la posta e fare incetta di pornografia.
  • Prima di andarsene dall'Internet Cafè, ruba i soldi in cassa senza che nessuno gli dica niente, uccide il commesso, poi si diverte a colpire le persone sedute ai computer con una mazza da baseball dietro la nuca, facendo loro sfondare lo schermo con la faccia. Infine, ricontrolla la posta.
  • Si dedica alle sue attività preferite: rubare, uccidere, estorcere, sparare sulla folla e andare a puttane. Contemporaneamente.
  • Tornando a casa decide di evitare morti sulle strade, quindi guida sui marciapiedi.
  • Sotto casa ingaggia una lotta contro l'intero corpo di polizia di Liberty City, del quale non rimane neanche il ricordo.
  • Nella sua casella postale trova una cinquantina di multe che rispedisce al mittente per mezzo di un pacco bomba.
  • Cerca di addormentarsi ma il ronzio di una mosca lo disturba: per liberarsi del fastidioso insetto decide di far saltare in aria l'intera abitazione.
  • Cerca un motel libero in cui dormire e paga il proprietario risparmiandogli la vita. Ma solo per quella volta.

Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

Uno dei film più famosi di Niko Bellic.
  • Alcuni teologi sostengono che sia l'incarnazione dell'Anticristo.
  • Sommando il numero di morti causato dai due conflitti mondiali non si ottiene neanche la metà delle vittime di Niko Bellic in una normale giornata di "lavoro".
  • Come Eta Beta, Niko Bellic ha il potere di portare all'interno della tasca del giubbotto una mazza da baseball, una pistola, una mitragliatrice, un fucile d'assalto, un fucile di precisione, un lanciarazzi e una ventina di granate.
  • Niko Bellic non è il cattivone che tutti pensiamo. Nel tempo libero insegna il serbo ai bambini, che poi sfrutta nella produzione di armi da vendere al mercato nero e stacca loro un dito ogni volta che sbagliano una lettera dell'alfabeto cirillico.
  • Per questo ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2023, salvo poi uccidere tutti i presenti e fottersi anche gli altri premi.
  • Una volta Niko uccise a coltellate un tizio solo per averlo guardato male. Poi si rammaricò di quanto aveva fatto. Avrebbe potuto usare la pistola senza macchiarsi di sangue i vestiti!

Voci correlate