Harry Potter e l'Ordine della Fenice (film)

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia lubrificata per il piacere di lui e lei.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
« Ma lei non si vergogna a trasformare, per soldi, il libro che le ha dato tutto quello che ha in una spazzatura commerciale? »
(Intellettuale a J. K. Rowling)
In questo quinto episodio l'espressività di Daniel Radcliffe tocca vette inarrivabili...
« No, perché? A proposito: le interessa un po' di sesso anale? »
(J. K. Rowling su prostituzione)

Harry Potter e l'Ordine della Fenice è il quinto capitolo cinematografico delle saga di Harry Potter, che dopo otto anni di tartassamento di zebedei ancora non accenna a voler finire e prosegue imperterrita, incurante delle preghiere di noi credenti speranzosi.

Le riprese del film sono purtroppo cominciate, e si sono concluse nove mesi dopo, contando circa sette attori morti per suicidio, cinque feriti gravi, ventotto esorcismi e circa cinquecento persone convertite al Satanismo.

Il film bene o male è uscito il 3 luglio 2007 in tutte le sale cinematografiche di casa Rowling, la scrittrice multimiliardaria del libro che ha dato ispirazione ai film (e che poteva pure risparmiarsi di scrivere).

Trama

Le vacanze estive di Harry Potter vengono piacevolmente trascorse fra pigliate per il culo da parte del cugino Diddy, violente seghe mentali e inquietanti inclinazioni all'arte emo. Intanto, un famoso brav'uomo, Lord Vulvemort, è resuscitato (tanto per cambiare). Ma di questo non ce ne frega una mazza.

Dopo circa cinque minuti e mezzo di film, Harry si sente in dovere di trasferirsi a casa del suo padrino Sirius, al numero dodici di Grimmauld Place, senza essere invitato, fracassando i maroni a chi deve stargli dietro. Ma sappiamo tutti che Sirius è un pedofilo, per questo non butterà mai fuori il figlioccio con un calcio rotante (come qualunque persona dotata di intelletto farebbe). In seguito si scoprirà che la sua residenza è in realtà il camioncino dell'AMIU. Ma è anche il quartier generale dell'Ordine della Sega, un'organizzazione segreta volta a spacciare cocaina nei paesi del terzo mondo e a difendere i diritti dei nerd. Capeggiata da Albus Silente, ovviamente, perché lui è dovunque comunque, ha lo scopo secondario di esorcizzare Lord Vulvemort e i suoi seguaci, i temibili Mangiamerda, nota banda di prestigiatori tossicodipendenti, per poi magari farsi una bella orgia assieme a loro.

Il film è stato vietato ai minori di 18 anni per la presenza di contenuti maturi. MOLTO maturi. I fan di Cicciolina esultano.

Tornato ad Hogwarts, nel corso dell'anno scolastico, Harry ha alcune difficoltà nell'integrarsi con i compagni, dato che hanno scoperto che è un Emo nerd e deficente, perdipiù impotente. Il Ministero della Magia intanto, attraverso la Gazzetta del Ricchione (noto quotidiano scritto grazie a riti divinatori molto antichi), nega con decisione il ritorno di Vulvemort, facendo passare Harry per un povero imbecille (che tanto non cambia perché lo è) e Silente per un vecchio gaio e rimbambito (idem). Inoltre la nuova insegnante di difesa contro le arti oscure è Dolor Es, sottosegretario vecchio del Ministro della Magia, (notiamo una strabiliante somiglianza fra i due e Silvio Berlusconi e Emilio fede), inventata al solo scopo di rompere i coglioni a tutti. Acquisirà sempre più potere a Hogwarts con il ruolo di Inquisitore Supremo, carica svolta a reprimere chi di supremo non ha niente (e infatti Hagrid è sempre sotto tiro).

Harry e i suoi amichetti si opporranno all'attività di Dolor Es formando l'ES ovvero l'Esercito delle Seghe, un'associazione di amichetti bimbiminkia sfigati e deficenti, che credono di poter conquistare il mondo con i loro incontri segretissimi. Non a caso, il nome indica ciò che giornalmente fanno i membri, con la scusa di allenarsi con gli incantesimi. Ma questo lo sapevamo tutti.

Un'anteprima esclusiva del settimo film!

In seguito Harry, poiché è un deficente, pensa che Sirius e Voldemort siano tranquilli tranquilli al Ministero della Magia a torturarsi a vicenda, infischiandosene del fatto che, come saggiamente dice anche la nerd Hermione, sono i due maghi più ricercati del mondo e quindi ciò non è possibile, e decide di andare a unirsi a loro, trascinando con se anche tutti i suoi disgraziati amici (che ovviamente lo seguono sempre come cani). In seguito, dopo la figura di merda non appena si scopre che, effettivamente, Sirius e Voldemort sono a casa loro a farsi i cazzi propri, si prepara ad affrontare i temibilissimi seguaci di Vulvemort all'interno del Ministero, appunto. Ma niente paura: arriverà anche l'Ordine della Sega, che dall'ultima volta conta cinque Emo in più. Purtroppo loro non serviranno a un emerito cazzo, e Harry e i suoi amici quindicenni dovranno cavarsela da soli, se non vogliono venir frullati e poi mangiati. Siccome se non c'è morte non si parla di Harry Potter, durante il pietoso scrontro Sirius tira le cuoia e chi s'è visto s'è visto.
Dopo l'ennesimo travaso di bile da parte di Harry, una possessione demoniaca e l'ennesima minchiata da parte di Silente, si arriva alla fatidica conclusione: da quello che rivela una profezia, Harry dovrà essere ucciso o uccidere Vulvemort. Anche questo lo sapevamo tutti più o meno dal primo libro, ma in fondo, come dice anche la Rowling, chissene frega?

Curiosità

L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Per affinare la sua parlantina isterica, Emma Watson si è ispirata al personaggio di Porky Pig.
  • Se chiudete un occhio e mettete la testa di profilo guardando Ron, apparirà un'immagine eccitante.
  • Daniel Radcliffe, l'attore che interpreta Harry, è dotato di tre sole espressioni facciali: incazzato, incazzatino e incazzato nero.
  • Inizialmente per il ruolo di Lord Vulvemort si era pensato al Teletubbies Rosso, ma quello aveva già una parte nel Signore degli Anelli, così si è preferito usare quello giallo.
  • Alla prima del film, gli attori sono stati picchiati a morte per la cagata che ne è venuta fuori.
  • Michael Gambon (Albus Silente) è un etilista perso, come si può notare nella scena in cui picchia selvaggiamente Harry (non prevista dalla sceneggiatura ma tenuta per attirare al cinema anche gli amanti dello splatter).
  • Draco Malfoy è dimagrito di 40 chili dal precedente film; forse è per questo motivo che lo si vede solo di sfuggita, poco prima della crisi di vomito da anoressia che gli sarà fatale.
  • Cho Chang è cinese (ma su questo punto i fan stanno ancora discutendo).
  • Era previsto un concerto hard rock finale ad Hogwarts ma è stato sospeso perché Daniel Radcliffe aveva distrutto durante le prove mezzo palcoscenico e fracassato la chitarra sulla testa di Rupert Grint. Nello stesso arco di tempo si era tolto la maglietta facendo venire a Cho un orgasmo anticipato.
  • Il film doveva essere lungo 3 ore e mezzo ma molte scene sono state eliminate a causa della natura sessuale troppo esplicita delle medesime, che includevano Hermione che toglieva pantaloni e mutande a Harry e Ron che faceva una gastroscopia a Malfoy.
  • Per fare i Thestral sono stati utilizzati molti dei nostri VIP
  • All'inizio il film doveva chiamarsi "Harry Potter e l'ordine dei Gesuiti", ma il titolo fu cambiato per motivi religiosi.

Collegamenti esterni

Se hai cercato questa pagina vuol dire che sei un pietoso nerd maniaco della saga di Harry Potter, quindi sarebbe assolutamente inutile fornirti i collegamenti per la raccolta di foto porno di Elisabetta Canalis, i progetti di dominio del mondo della Rowling entro il 2010 e il piano d'attacco del Vaticano agli studi della Warner Bros. [1]