Henry Kissinger

D4 n0nCic10P3d1A, l'3ncIc10p3D14 L337
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Kissinger mentre ricorda a Aldo Moro che gli incidenti capitano.
« Non vedo alcuna ragione per cui ad un paese dovrebbe essere permesso di diventare marxista soltanto perché il suo popolo è irresponsabile. »
(tratto da Invadere il Cile for dummies, 1972, Hoepli Editore)
« ..e in questa foto ci sono Henry Kissinger e Lello Arena che truffano dei pensionati con il gioco delle tre carte... »

Henry Kissinger, nato Heinz Alfred Kissinkuler, è stato l'Andreotti americano, solo senza la gobba e gli imitatori, perché chi ci prova ha la tendenza a sparire.

Fu Ministro per l'avvistamento di neuroni all'interno del cranio di Paris Hilton e segretario di stato durante i governi Nixon, Ford, Chrysler e Chevrolet. Nel 1973, dopo aver minacciato di bombardare la Svezia, ottenne il Premio Nobel per la pace.

Dotato di notevoli qualità intellettuali, perlomeno per un politico americano, Kissinger si rese protagonista di una politica estera spregiudicata, soprattutto quando giocava a Risiko. Per questo, il giudizio storico sulla sua attività è molto controverso: alcuni lo definiscono un onesto servitore dello Stato, altri un subdolo doppiogiochista. La donna delle pulizie che va a casa sua tutti i giovedì, invece, lo definisce "un sudicione".

Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Henry Kissinger

Biografia

Nato a Bierhoff, in provincia di Klinsmann, Kissinkuler lasciò la Germania nel 1938 a causa delle persecuzioni del suo dietologo e si trasferì a New York, esattamente come fecero John Lennon, Giorgio Chinaglia e Amanda Knox. All'età di vent'anni, il giovane Heinz venne notato in un bagno pubblico da uno dei più importanti esperti di politica estera: Tony Ciccione.

Grazie all'influenza di Tony Ciccione, Heinz entrò nella prestigiosa Università di Hazzard, dove fece la conoscenza di alcuni dei futuri presidenti degli Stati Uniti d'America, tra cui Theodore Roosevelt, Harry Belafonte, Nikki Sixx, Gerald Ford e Mike Bongiorno.

Durante il periodo universitario, Heinz si appassionò a discipline complicatissime come:

Nel 1950 si laureò con una tesi dal titolo Sparare sulla Croce Rossa: perché no?

Carriera politica

Kissinger mentre scambia un cinque col sindaco d'Australia

Cambiato il proprio nome in Henry Kissinger, vinse un concorso per un posto alla Casa Bianca risultando l'unico ad aver unito correttamente i puntini da 1 a 25. Grazie al suo fascino teutonico, ottenne l'incarico di sollazzo sessuale della first lady Claudia Johnson. Ma Kissinger era abile e ambizioso e in breve venne promosso a sollazzo sessuale del presidente Johnson.

Repubblicano di tendenze liberal, Kissinger si creò una nomea di abile mediatore sostenendo che l'unico modo per impedire un Olocausto nucleare era bombardare l'Unione Sovietica. Con le armi nucleari. Il fine ragionamento piacque al presidente Nixon, che nominò Kissinger segretario di stato. Il primo problema che dovette affrontare furono i vietcong, il secondo un nugolo di formiche che aveva fatto tana nel suo ufficio. Kissinger risolse entrambe le questioni allo stesso modo:

« Bruciate i loro nascondigli e schiacciate quei dannati insetti! »

Nel 1971 rese possibile il clamoroso avvicinamento tra Washington e Pechino con un intelligente sistema di carrucole. Fu poi chiamato a fare da paciere nel conflitto arabo-israeliano, scoppiato nel novembre 1973 per incomprensioni su chi dovesse portare fuori la spazzatura. Kissinger riportò la calma a modo suo, bombardando sia gli arabi che gli israeliani.

Nel periodo dello scandalo Watergate, Kissinger dimostrò la propria estraneità ai fatti con un alibi di ferro: una Polaroid, scattata proprio nei giorni incriminati, che lo ritraeva mentre garrottava il primo ministro siriano. Nixon, costretto a dimettersi, lasciò il posto a Gerald Ford, il quale confermò l'incarico a Kissinger. Anche perché Kissinger gli aveva rapito il cane.

Kissinger mentre pronuncia il discorso funebre al suo funerale.

Tra le altre sue più brillanti trovate, come non ricordare:

Dopo la conclusione dell'amministrazione Ford, Henry Kissinger lasciò la scena politica e iniziò a scrivere un libro di memorie. Il libro, pubblicato nel 2001, contiene solo la frase:

« Non ricordo niente. Anzi, non c'ero nemmeno. »

Curiosità

  • Kissinger manovravava Nixon come un pupazzo. Infilandogli una mano nel culo.
  • Non è mai stato eletto presidente perché è nato in Germania.
  • E poi perché stava sul cazzo a tutti.