Qui, Quo, Qua

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Qui, Quo e Qua cresciuti, ormai adolescenti. Il cartone in cui recitano, data appunto la loro età, prende il nome di "Quack pack" (il pacco del papero).
« Tu Qui mettiti qua »
(Paperino su posti a tavola)
« Tu Qua mettiti qui »
(Paperino su posti a tavola)
« Tu Quo mettiti dove vuoi »
(Paperino su posti a tavola)
« Sono felice di essere qui »
(Qui su felicità dell'esistenza)
« Sono felice di essere qua »
(Qua su felicità di trovarsi in un luogo)
« Sono felice di essere...ECCHECCAZZO »
(Quo su nome di merda)
« Dev'esserci stato un qui pro quo »
(Qua su malintesi)
« Pronto, mi scusi, Qui è lì? »
(Paperino chiama il Gran Mogol al telefono)
Qui, Quo e Qua entusiasti di essere rompicoglioni in una rara foto scattata durante un'overdose.
« Zio, eccomi, sono qua! »
(Qui risponde al telefono)
« Non bene olet, Qui bene semper olet »
(Petronio su Qui)

Qui Quo e Qua sono dei pregiudicati malavitosi ricercati dagli anni '90, accusati più volte di stupro e atti di vandalismo. In realtà i loro nomi, Qui Quo e Qua dovrebbero avere degli alter ego, rispettivamente Que, Quu e Quy, dai nomi delle altre vocali. Sono celebri anche per essere stati i veri scrittori della canzone a, e, i, o, u, y.
Questi alter ego rappresentano le loro parti malefiche, e sono dentro ognuno di loro, legate ai loro corpi dallo stesso rapporto che c'è fra Smeagol e Gollum.

La storia[edit]

In una mattina di venerdì 13, appena usciti dall'uovo, i tre gemelli si tuffarono nello stagno lì vicino. Tuttora non si è ancora scoperto cosa può averli spinti a compiere un gesto simile, molte voci narrano che nonna Papera stava cucinando le uova sbagliate quella mattina.

Il misterioso Qué[edit]

Sovente avviene che Qué posi tranquillamente, tra i fratelli, in mezzo alle Giovani Marmotte, il giovanile corpo paramilitare di cui fa sicuramente parte.
Nell'immagine lo vediamo completamente rilassato, senza timore alcuno di aggressioni da parte dei fratelli - perché è vietato, e, poi, chi accidenti di loro è Qué??? Come fanno a distinguersi tra di loro senza i berretti colorati? Come fanno gli altri?[1]
Qué, il quarto dei tre nipotini, riconoscibile dal colore giallo del berretto.
Ti sta osservando proprio da questa pagina.

È sicuro che i nipoti di Paperino siano veramente tre? Questa è la verità ufficiale.
Ma voi, dico voi, credete veramente alla verità ufficiale?

Come il terzo dei monelli Katzenjammer o il settimo Bassotto ("176 - ???"), alcuni avvistamenti suggeriscono una realtà differente. Alcune immagini di questi avvistamenti sono riportate al sito del CICAP, qui, qua e quo. Ehm...

Le immagini sono inequivocabili. La pagina riporta alcune delle teorie principali sul motivo della sua sparizione:

  • ostruzionismo dirigenziale: il paperotto era un sovversivo e venne cacciato via dalle alte sfere della Disney;
  • odio e invidia per le sue capacità drammatiche superiori, da parte dei fratelli; per di più il paperotto aveva un contratto con la Warner Bros, che purtroppo non l'utilizzò mai;
  • backup: i tre marmocchi erano frequentemente malati, così il quarto li sostituiva, venendo utilizzato, per così dire, come ruota di scorta (e non solo in senso metaforico, come si vede qua);
  • origini quantistiche, legate al Principio d'Indeterminazione di Heisenberg. Dopo che i tre nipotini vengono colpiti da un fulmine, si ha il fenomeno dell'apparizione temporanea di un quarto nipotino, che subito sparisce. Questa spiegazione appare in una storia svedese, "Donald Duck - Much Ado About Phooey" (1999), di Kalle Anka, Lars Jensen, Jack Sutter e Tino Santanach Hernandez, in cui vengono spiegate le origini segrete del personaggio, nonché i suoi superpoteri, in una lunga e sanguinosa saga. Si è obiettato che la storia è successiva ai fatti narrati, e quindi avremmo semmai un quinto nipote... e a questo punto non se ne può più e si arriva al punto successivo:
  • Guerra dei cloni: in realtà i paperotti sono molti, ma molti di più, solamente ce ne mostrano solo 3 alla volta. (Questa "dubbia" vignetta viene talvolta portata brutalmente a supporto dell'ipotesi).
  • Alieno: il quarto paperotto è un alieno.[2]

Resta il fatto che il misterioso Qué continua ad infilarsi nei punti più impensati, decalibrando storie altrimenti perfette e poetiche.

Il nome americano del personaggio, come indicato in una quarta vignetta, è "Phooey" o Phooie.

Per chi non ha paura dell'inglese, c'è anche l'articolo Phooey, the "Fourth Nephew!" (in inglese).

Curiosità[edit]

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • I loro nomi Qui, Quo e Qua vennero decisi il giorno dopo la loro rinascita, prima si chiamavano Ermenegildo, Claudioccolo e Stronzone XII.
  • Su una delle loro tombe c'è scritto "Qua riposa Qui", e su un'altra "Qui riposa Qua". Nessuno ha mai capito quale dei due fratelli riposa veramente in una tomba e quale nell'altra. Quo è ancora vivo e fa il simpatico con gli amici scherzando su questo fatto.
I paperotti ripresi durante uno dei loro passatempi.

Note[edit]

  1. ^ E chi lo dice che lo facciano?
  2. ^ Oppure un mago. È sempre colpa di un mago.