Dollaro

From Nonciclopedia
(Redirected from $)
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia denuclearizzata.
In gold we trust
« $$$ »
(George W. Bush quando guarda gli emirati arabi)
« Ma che vuoi? »
(Sultano a Bush)
« Mi ci pulisco il culo! »
(Inglese sul valore del dollaro)
« Ah-ah! »
(Nelson Muntz sul dollaro)
« Non venderò più il mio petrolio in dollari. »
(Saddam Hussein poco prima di essere invaso)
« Così potrò farmi un altro paio di portaerei. »
(Bush dopo il crollo delle borse e del dollaro andando da Saddam ad esportare la democrazia)
« Siamo spacciati! »
(Popolo alla vista di banconote da un dollaro)
« Ma anche no. »
« Ecco una parte della mia carta da parati! »
(Silvio Berlusconi con una banconota da 100 $)

$[edit]

Carattere nato per occupare un posto della tastiera (e non solo), di recente ha assunto un significato internazionale, specialmente come valuta di scambio per la Figa o per il Petrolio.

Origini[edit]

Nel 1777 Caio Sempronio, mentre stava pensando a un metodo per Rompere le palle alla gente, si mise a giocare con la lavagna alfabetica del figlio; dopo numerosi tentativi di creazione di simboli strani, gli venne in mente di incastrare una I in una S, componendo così il simbolo $ e, allo stesso tempo, rompendo le palle a suo figlio, che si ritrovò il suo alfabeto rovinato.

Pochi giorni dopo, Caio consegnò il suo progetto alla Federal Reserve sotto il nome di "unico modo per conquistare una donna" ma, data la lunghezza del nome della valuta, inspiegabilmente il codice venne rinominato in "D.o.l.l.a.r.o.".

Produzione[edit]

A quel tempo, viste le scarsità economiche, i neonati USA iniziarono a emettere vari tagli di banconote su foglie di fico; da quel giorno, per ricordo le banconote sono sempre stampate su una carta verde. Secondo dati ISTAT, la banconota è composta da:

  • 20% di cocaina sniffata.
  • 10% di cotone da piantagione schiavista.
  • 20% di Cannabis (utilizzata come colorante naturale).
  • 40% di sangue umano (inchiostro rosso e nero, se rappreso).
  • 10% di foglia di fico.

Vista la modesta quantità di sangue presente nelle banconote, alcune associazioni umanitarie hanno sollevato alcune polemiche inerenti alla quantità di sangue aumentata durante le guerre, presto ritirare dopo qualche sacco di queste banconote.

Esempio di Dollaro.
Da notare le chiazze di sangue e la striscia di riconoscimento a base di cocaina.

Valuta[edit]

Generalmente, il valore di una banconota è dato dalla quantità d'oro presente in essa; il Dollaro, non contenendo alcuna percentuale d'oro, viene vlutato a seconda della percentuale di sangue presente in essa, percentuale che, stranamente, aumenta in periodo di guerra.

Caduta[edit]

Dopo la caduta delle borse di wall street del 2008, il dollaro ha perso valore, passando dal comune 1.3442234663424534 grammi di sangue a 0.000000112 grammi di sangue. Comunquesia, il dollaro ha sempre più valore della famigerata banconota da 0€

Usi[edit]

Quando non serve da pretesto per innescare guerre (per aumentarne il valore), il suo utilizzo principale è l'acquisto di figa o anche l'acquisto di pezzi di carta chiamati "azioni".

Sfortunatamente questa valuta è valida solo negli USA; se vuoi cambiare paese, devi convertire tale denaro in altre valute, come il dollaro canadese (con ridotta percentuale di sangue), l'Euro (derivato dagli scarti di Porto marghera) e lo YEN (utilizzato nei MANGA).

Il dollaro è ampiamente utilizzato come:

  • carta igienica di riserva.
  • Mezzo con cui sniffare la cocaina
  • Lama di riserva degli emo (eh sì, la carta taglia).
  • Carta da parati per Berlusconi

Informatica[edit]

Caio, non contento di incasinare già abbastanza il mondo reale, vuole di più!

Ultimamente il $ è stato avvistato nei sistemi Windows poco prima delle schermate blu, nei Driver che non funzionano, specialmente accompagnata dalla scritta CHICAGO (probabilmente letta senza H in italiano).

Famiglia[edit]

$ ha come figlio ¢ e un fratellastro opportunista