Nine Inch Nails

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia che libera la gola e calma la tosse.
(Rimpallato da Nin)
Jump to navigation Jump to search
« Chi?? »
(Maurizio Mosca sui Nine Inch Nails)
Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Nine Inch Nails

I Nine Inch Nails sono una band Industrial Metal statunitense formatasi nel millenovecentoottantanove sotto trentatré trottini trotterellanti a Trento con Trentolo, altrimenti detto Trent Reznor, leader della band.

Storia del gruppo

Origini

Trent Reznor durante le prove della band (o forse al cesso).

I Nine Inch Nails è Trent Reznor.

Non è solo un orrore grammaticale, ma, anche la scritta principale del booklet di "Preetty-tunz tunz-Machine", primo disco del gruppo, che poi essendo uno solo gruppo non è.

Trent Reznor nasce dall'incestuoso rapporto sessuale tra un escremento ribelle di Chuck Norris e l'artista ricchioncello David Bowie (nel suo periodo di arsura più nera, meglio noto come il periodo "berlinese").

-In quel tempo le donne tedesche si truccavano così male che io in confronto a loro sembravo un tipo acqua e sapone- dice Bowie in un intervista al noto giornale "Escrementi e sesso sadomaso"- è stata solo l'avventura di una notte con quello stronzo, senza offesa, non pensavo di rimanere incinto-.

Una volta scoperta la posizione dell'escremento ribelle Chuck Norris lo scovò e lo calciorotò a morte- Quel lurido escremento mi aveva fatto dilatare l'ano quanto la fronte di Gigi D'alessio, gliela dovevo far pagare! Nessuno può fare questo a me, Chuck Norris!- l'intervista rimase inedita, dato che, Chuck non resistette alla voglia di calciorotare il giornalista e tutta la redazione del giornale; fu così che fin da piccolo Reznor rimase senza padre né madre, infatti Bowie per accumulare un po' di denaro vendette il figlioletto in fasce all'amico Michael Jackson, il quale lo crebbe come il suo personale schiavo sessuale fino all'età di ventun'anni (infatti è proprio da questa esperienza che prenderà vita la canzone "Happiness in Slavery").

Gli anni di "Pretty-tunz tunz-Machine"

Diventato ormai adulto Trent cadeva continuamente in depressione finché, un giorno non cadde proprio vicino agli studi della TVT records che cercava musicisti depressi per produrre un disco di successo.

Trent faceva proprio al caso loro; i giochi sessuali con le dita a cui Michael lo sottoponeva fin dalla nascita gli avevano conferito un'impressionante velocità articolare, tale da renderlo un ottimo pianista e un discreto chitarrista. Inoltre i motivetti che il patrigno canticchiava fra un "auimmauè" e l'altro lo avevano predisposto all'avere un buon orecchio per la musica e senza contare il fattore "x" dello sperma di Jackson che gli donava un'ugola d'oro!

Fu così che senza alcun vero motivo venne prodotto "Pretty-tunz tunz-Machine" che, senza alcun motivo, divenne un successone.

L'apice del successo

I Nine Inch Nails in concerto

Nonostante tutto la depressione continuava a mangiare vivo Reznor per via degli incubi frequenti sugli abusi del padre adottivo; tali incubi presero forma nel suo capolavoro "Vieni qui bambinuccio che ti presento Mr. Pitone Sbiancato". Ignorato invece un altro suo lavoro di questo periodo di nessuna importanza, ossia Broken, storia degli innumerevoli oggetti di casa rotti da Reznor quando era bambino[1].

L'album presentava sonorità terrificanti e rumori estremi: dai peti registrati segretamente sotto la poltrona di Giuliano Ferrara, agli orgasmi di Costanzo e la De Filippi, agli errori grammaticali di Biscardi.

Ancora un successo, che fece uscire finalmente Trent dalla depressione e lo ricoprì di soldi; proprio grazie ai soldi derivati dal successo nel 1995 Reznor e sua Madre David Bowie si ricongiunsero e fecero un tour insieme, alla fine del quale finirono magicamente tutti i centoni, spesi da Bowie in trucchi e spettacoli privati dei Centocelle Nigthmare.

Gli ultimi lavori

Oggi Reznor si mantiene come può con lavori occasionali (come fattorino e pizzaiolo a domicilio) e una casa discografica di scarso successo, che, continua a produrre dischi di scarso successo di tizi sconosciuti, un tale Marilyn Manson o i mai sentiti A Perfect Circle.

Gli ultimi dischi publicati con i NIN sono: Fragile, un concept album sul periodo in cui Trent lavorò come operaio in una ditta di traslochi, With Tetta, album in collaborazione con Dave Grohl e l'orchestra dei simpatici odontotecnici mattacchioni e infine Iar Zero.

Da notare gli album in cui Trent Reznor racconta la sua paura dei fantasmi (cosa che di notte lo porta a bagnare spesso il letto), che molto fantasiosamente ha chiamato Ghosts. E siccome sono secoli che se la fa addosso per queste cose ne ha pubblicati non uno, non due, non tre, non quattro, non cinque, ma ben sei capitoli di questo delirio. Gli ultimi due di questi li ha pubblicati gratuitamente (sperando che qualcuno se li filasse visto che non erano a pagamento) durante il lockdown, un po' per noia e un po' per spacciarsi per persona generosa.

Formazione

  • Trent Reznor - Voce, Synth, Peti Bassi, Peti Alti, PercussionPeti.

Ex Membri

Curiosità

  • Il soprannome di Trent Reznor è Mr TReNIN, per la sua spiccata passione per gli scarafaggi stercorari.
  • Il nome della prima formazione era 'Nani Cinesi' cambiata poi in 'Nine Inch Nails' a causa delle animate proteste dell'associazione P.S.N.C. (Protezione e Salvaguardia dei Nani Cinesi).

Discografia

Note

  1. ^ Figuramoci il suo caro padre adottivo come poteva diventare ancora più amorevole verso di lui
  2. ^ Ispirato, tra le tante cose, anche ai sentimenti degli ascoltatori del precedente album