Escursione termica

dà noccicolopedia lencicopedia libbera da lortografia
Jump to navigation Jump to search
Un'altra vittima dell'escursione termica.

L'escursione termica fa parte quegli argomenti incomprensibili che si studiano alle elementari per poi dimenticarli per sempre, come i componenti del Parlamento o il reddito pro capite del Molise.

Per tempo si è creduto che un'escursione termica sia letteralmente una camminata esplorativa in un posto molto caldo. Non sono bastate innumerevoli vittime a sfatare questo mito. Infatti, contrariamente alla credenza popolare, le agenzie di viaggi non offrono pacchetti senza escursione termica, neanche pagando di più.

Storia

Questo escursionista non è decisamente pronto per un'escursione termica.

Si pensa che la prima escursione termica sia stata compiuta dal re ittita Makkhekkazzodikaldokhefa, nel 3421 a.C., quando decise di sfidare Gilgamesh ad attraversare il deserto del Gobi senza usare branzini come scarpe. Inutile dire che da questa gare nacquero i crauti.

Altri celebri campioni di questa disciplina furono Gesù, l'intero popolo ebraico (con il famoso esodo termico) e Mosé, che detiene il record attuale di resistenza, con ben quarant'anni di escursione termica compiuta.

Nel medioevo la pratica cadde in disuso a causa del cattivo stato delle strade, della crisi economica e dei pirati saraceni che attaccavano e affondavano tutte le navi della Costa Crociere. Fu con Napoleone che l'abitudine di compiere queste escursioni tornò di gran moda in Europa, dopo l'escursione in Egitto del piccolo maresciallo infatti tutti ne vollero fare una e fu così che la pratica raggiunse fiorente i nostri giorni.

Dell'Escursione Termica parlò anche Sigmund Freud, affermando che chi fantastica su questo sport cela un desiderio represso di farsi la madre.

Oggi l'escursione termica è praticata senza restrizioni in quasi tutti gli stati del mondo[1], sia da uomini che da donne, con tanto di associazioni e attrezzature professionistiche; il CIO sta inoltre valutando se inserire questa disciplina tra quelle olimpiche.

Il fenomeno

Nemmeno loro probabilmente sono pronte, ma tanto questa foto serve solo ad aggiungere tette all'articolo.

L'escursione termica è un fenomeno nocivo che si registra annualmente con il passare delle stagioni: d'estate si fa un'escursione verso luoghi freschi, d'inverno verso luoghi caldi.

L'escursione termica ha causato nel corso dei secoli la morte o la mutilazione di innumerevoli persone, troppo malaccorta per prepararsi adeguatamente. Numerose sono infatti le vittime le cui carcasse biancheggiano ai bordi delle autostrade per Riccione o per Bolzano.
Quindi, se partite per un'escursione termica, consultate sempre i bollettini meteo-traffico. Tipo Studio Aperto.

Variabili

L'escursione termica è maggiore in luoghi caratterizzati da bel tempo sia d'estate che d'inverno; è minore invece se l'area è coperta da nubi o se le precipitazioni sono abbondanti e continue. Perché diciamocelo: nessuno ha voglia di partire alle cinque di mattina per passare i suoi due giorni di ferie al mare se fuori diluvia.

Luoghi

Le escursioni termiche più alte si possono registrare vicino a spiagge o impianti sciistici rispettivamente d'estate e d'inverno, in climi temperati. Al contrario, nelle zone tropicali ed equatoriali tali flussi sono in senso contrario.

Da notare poi che mentre nelle zone tropicali l'escursione locale è minima esiste una massiccia presenza di escursioni straniere che riempiono le spiagge e i bordelli locali.

Voci correlate

Note

  1. ^ Ad eccezione delle repubbliche pastafariane, la cui dottrina la ritiene uno sport immorale.