Parkour

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia sporcacciona.
Jump to navigation Jump to search
Il più grande traceur di tutti i tempi. Adoratelo!
« Parkche? »
(Tua mamma su parkour)
« Corre sui tetti, sputa ai vecchietti »
(Darth Agnan su parkour)
« Basta che usi una scatola... »
(Solid Snake su parkour)
« Park our car at my house. »
(Noob su parkour)
« Ah, imparano a fare i ladri! »
(Suora su Parkour)
( Medico arricchito da parkour su parkour)
« Stunk!Crash!Crick!Sbam! »
(Ginocchia di un traceur su marmo)
« Ti esplodessero i coglioni! »
(Articolazioni a traceur)


Il parkour è l'arte del cadere, nata in Francia e per una volta tanto non comprende atti di evidente omosessualità, quindi si può praticare anche in altre nazioni. Consiste nel muoversi da un punto a un altro nel modo più veloce, efficiente, spettacolare e doloroso possibile. I praticanti di questo sport disciplina metodo di suicidio sono detti traceur, tracciatori itaglianizzando.

Che cos’è il parkour

Napoli - milano.jpg

Il parkour (pronuncia park-errrrrour) è l’arte di fare il figo senza (senza?) comportarsi da truzzo. I praticanti di tale disciplina vengono chiamati traceur e si dilettano a cadere e farsi molto male dopo aver compiuto acrobazie senza senso, facendo così la gioia e la fortuna degli ortopedici e dei fisioterapisti. Esistono poi alcuni niubbi che credono che parte integrante della disciplina consista nell’eseguire ripetutamente flips e backflips sui materassi. Alcune voci di corridoio affermano anche che la nascita del Parcourz sia dovuta al fatto che alcuni giovini pezzenti Francesi, non avendo i soldi per comprarsi uno Skateboard o gli In-Line Skates, hanno deciso di fare gli stessi tricks andando a piedi per far vedere che sono comunque dei ganzi e che hanno inventato un nuovo sport[citazione necessaria] prima degli Americani.

La nascita del parkour

Gli Yamakasi oggi.

All’alba del 2000 molti ventenni disperati (tra i quali ricordiamo un tale Davide Bella) si posero il problema di introdurre un elemento possibilmente non truzzo che possa rappresentare la loro generazione già abbastanza sputtanata a destra e a manca un po' da tutti. Fu così che venne inventato il parkour, grazie al quale alcuni di loro si sono salvati (pochi), ma continuano a essere perenni vittime dei vecchietti rompicoglioni che infestano le strade raccontando come si viveva bene a cavallo fra le due grandi guerre (mah...lasciamoli parlare).

- vecchietto che vede un traceur allenarsi: “Ma non vi fate male?”
- Traceur: “(grattata di coglioni)....[1]
- vecchietto: “Che sport fate?”
- Traceur: “Parkour.”
- Vecchietto: “ Ah imparate a scappare dalla polizia.Bravi bravi eh!”


Il traceur sta cercando il modo più veloce e silenzioso per uccidere lo scassapalle. Non ne trova di sodddisfacenti.

- vecchietto: “State attenti però!”

Il diabolico ottuagenario sta ostacolando il povero traceur in tutti i modi, lo distrae con potenti supercazzole, si siede sugli ostacoli, cammina sulla sua traiettoria e, in casi estremi, lo colpisce con il bastone.

- traceur: “Si può spostare?”
- vecchietto: “NO!”

Arrivati a questo punto, ci sono quattro possibilità:

Scenario 1

Il traceur uccide l'anziano. Che diventerà uno zombie e cagherà il cazzo fino alla morte al tracciatore.

Scenario 2

Il traceur si sposta, ma troverà ovunque dei vecchietti curiosi.

Scenario 3

Il traceur cambia sport e si dà al fancazzismo. Vivrà più a lungo.

Scenario 4

Il traceur si butta dal quinto piano di un palazzo. L'anziano guarda soddisfatto la macchia che fino a poco fa stava molestando. In fondo aveva ragione, gli aveva detto che fare parkour è pericoloso.


I primi praticanti di parkour vennero chiamati Yamakasi (ma non confondere con Yamamay, quella è un’altra cosa), e andavano in giro per le città saltando sui tetti e sputando in testa ai vecchietti. Comunque, nel famoso documentario “Bomb on London”, Sebastien Foucan disse:

« Il parkour è sempre esistito, il problema è che non c’è mai stato uno sfigato dotato di un minimo di intelletto capace di attribuirgli un nome. »

E aggiunse:

« Per praticare parkour bisogna essere fluidi come l'acqua, soprattutto quando questa viene fatta girare per effetto dello sciacquone del cesso. »

Si vocifera che i cosiddetti "traceur" abbiano paura di volare in aereo, nonostante le loro assurde acrobazie per i tetti delle case, ma questo a nessuno importa.

Fare parkour può essere sconveniente.

Moves

Tuttavia, il Parkour non è come molti credono, uccidersi in modo spettacolare saltando da un tetto all'altro, ma è anche uccidersi in modo spettacolare scavalcando oggetti o eseguendo salti mortali. [2]Insomma, ogni cosa che fa anche Spiderman, e meglio, solo che loro non vengono considerati supereroi per questo ma semplicissimi idioti.

Salti autolesionisti:

  • Salto semplice: ottimo per consumarsi le articolazioni o per atterrare di denti.
  • Doppio salto: come quello di Crash Bandicoot, infatti lui è un topo traceur.
  • Salto cieco: saltare a occhi chiusi.
  • Salto senza gambe: salto con gambizzazione.
  • Salto nel vuoto: consiste nel gettarsi giù da un precipizio; solo per i più masochisti.
  • Triplo salto con scappellamento e doppia pompa mortale: salto creato da Davide Bella ma usato unicamente da sua moglie.
  • Salto nel vuoto - variante matrix: consiste nel lanciarsi da un grattacielo all'altro, possibilmente roteando su se stessi.
  • Salto della cena: o mangi sta minestra o salti sta finestra...
  • Salto Bondi: consiste nel saltare da un partito politico all'altro con estrema agilità ed eleganza.
  • Salto Mastella: consiste nel salto Bondi sbagliato.
  • Santo cielo: ciò che dicono i vecchietti dopo il passaggio di un Traceur.
  • Salto in reparto: consiste nel saltare da un tetto direttamente nel reparto di ortopedia dell'ospedale. Così si risparmiano tempo e denaro..
  • Salto in padella findus: consiste nel saltare da un tetto dritto in una padella di prodotti Findus. Il top per chi è affamato...
  • Salto Olio Cuore: consiste nel saltare una qualsiasi staccionata: è il "trick" più difficoltoso di questo sport. La variante da effettuare cosparsi completamente di Olio Cuore è stata considerata la mossa più pericolosa di questo sport, ma se al posto dell'olio usi il burro sei gay.


Scavalcamenti

Segue un elenco delle più avanzate tecniche sadomasochistiche, sviluppate da gente che non ha un cazzo da fare. Allegherò dei video a scopo esplicativo ma soprattutto perché è sempre divertente vedere persone morire in modi improbabili.

Le mosse sono elencate seguendo i criteri dell'ambarabbaciccicocò, ma anche a cazzo di cane.

  • monkey: movimento ispirato alle scimmie. Metti le braccia davanti a te, tiri su il culo e superi l'ostacolo: facile, no?

  • Kong: Come il monkey però si allungano le gambe, si salta molto lontani dall'ostacolo e c'è una fase di volo, dove è consentito sbattere esclusivamente il naso.
  • Double Kong: Fai un kong, dopo fanne un altro. Poi schiantati pure al suolo. Doppio salto per doppio dolore!

Per i masochisti più sfrenati.

  • Dash: Prendi un flacone di detersivo, lo bevi. Poi salti, mandi avanti le gambe e poggi le mani sull'ostacolo.

Bere il detersivo serve a renderti più energico, tanto non sopravviverai al movimento.

  • Step Vault: Mano sull'ostacolo, il piede opposto sullo stesso, fate passare l'altra gamba oltre e poi il resto del corpo. Sbagliare questo movimento è praticamente impossibile.


infatti in questo video nessun traceur muore. Chepalle!

per i più coglioni esperti, anche senza mani.







I flips

Per i masochisti sopravvissuti a questo allenamento, ecco a voi i tanto agognati flips, o, per i non addetti ai lavori, salti mortali[3].

  • Front flip: consiste nel far ruotare il proprio corpo in avanti di 360 gradi. No idiota, in aria, non a terra. Ho scritto capriola, forse?
  • Back flip: come il front, ma all'indietro. Questo salto ha come vantaggio la facilità dell'atterraggio (di collo).
  • Side flip: Capitan Ovvio si sente offeso e inutile. Dopo la spiegazione di salto avanti e dietro, volete pure quella del salto laterale? Il nome non vi dice già tutto? Guardate il video e spremete il vostro neurone.


Ecco a voi un niubbo traceur. Ora capite perché i nabbi non fanno parkour. Non sopravvivono ai prime 5 petosecondi di allenamento

Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

  • Esistono varianti dei flips, come avvitamenti, passi sul muro, scappellamenti e gambizzazione[4].
  • I traceur sono stati scomunicati dalla chiesa, che considera il parkour un suicidio.
  • Tutti i lettori di questo articolo hanno perso la voglia di provare il parkour, per dedicarsi ad attività meno pericolose come l'inneggio al Ku Klux Klan a un raduno delle pantere nere, il bungee jumping con elastici più lunghi della discesa o sputare in faccia a Mike Tyson.

Traceur morti cazzeggiando

  • Tutti gli idioti nei video precedenti[5].

<Anonimo> morirà domani provando a emulare dei traceur forti[6].

  • Io ci sono andato abbastanza vicino.
  • Ljubisa Dimitrijevic (questo veramente).

Traceur famigerati

Collegamenti esterni

Note

  1. ^ spera che,ignorandolo,lo lascerà stare.Illuso.
  2. ^ l'atterraggio DEVE essere eseguito con collo,ginocchia,denti e coglioni.Contemporaneamente.
  3. ^ e se si chiamano mortali, c'è un motivo!
  4. ^ che può essere eseguita prima,dopo ma anche durante il salto
  5. ^ Meno quello che ha fatto lo Step Vault
  6. ^ si, esistono
  7. ^ Prima che imparasse a volare mandando gesti dell'ombrello ai tizi di cui sopra