Ignoranza

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Rappresentazione artistica dell'ignoranza, Steve Inventedneim, Foto su carta, galleria OKScan mini.
« So di non sapere »
(Socrate alle prese con i postumi della sbornia)
« Perché questa è gente che c'ha l'ignoranzità! »
(Vecchietta su un ignorante)
« Erano degli ignoranti con la A maiuscola! »
(Pier Paolo Pasolini sugli studenti dell'ITIS)
« A me mi piace l'itagliano ma siccome che vado più meglio in pissicologia, vado più meglio in pissicologia. »
(Studentessa del liceo sociopscicopedagico su ignoranza)
« Cioè, bhe, oh, se avrebbimo giocato migliormente forse si fosse anche vinciuto »
(Un calciatore qualsiasi in un'intervista post-partita)
« Io? Iniorante a me? Guarda k frequento 1 dei licei + xestigiozi s'Itaglia e h la media dl 8! Cm t xmetti di dre crte cse??????? »
(Studentessa prodigio che mette in mostra tutta la sua cultura)
« Mai sentiti nominare. »
Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Ignoranza

L'ignorantezza è una cosa che non so cos'è.

Storia dell'ignoranza[edit]

L'ignoranza è coetanea della razza umana, che è nata nel nonmiricordo quando. Da lì l'evoluzione delle due cose è proseguita di pari passo.

Prima tappa importante sia per la razza umana che per l'ignoranza ha stato lo inventare della lingua e dello linguagio, ovvero del telecomunicamento ma non solo, soprattuto quello della lingua itagliana.

In seguito l'ignoranza ha portato alla nascita della poesia, della musica e soprattutto della filosofia. Ora, sarà che sono ignorante io, o sarà che erano ignoranti i filosofi, ma io della filosofia non ho mai capito una minchia.

Gli ambienti negli quali l'ignoranza fa dilagamento[edit]

L'ignoranzantezza in Televisione[edit]

La televisione è uno degli habitat preferiti dall'ignoranza per proliferare e riprodursi, o meglio, moltiplicarsi, o più meglio, espandersi e diffondersi. I principali maestri dell'ignoranza nel campo del telecomunicamento sono in grado di diffondere la sopraddetta con il rapporto di 100.000 telespettatori e telespettatrici per ogni maestro dell'ignoranza che parli dietro uno schermo colorato che non so come si chiama di preciso. E non so nemmeno cosa ho scritto sopra, ma tanto voi sarete ignoranti come me e non ci farete caso.

La scuola[edit]

« La promozione della cultura ha sempre stato al primo posto tra gli obbiettivi dei politici. »
(Politico)
« My name is Luiggi la Piazzola, what's your favourite colour? »
(Tipico esito di un esame di inglese)

La scuola è il posto dove degli insegnanti ignoranti imparano ai bambini, che però quando sono a scuola si chiamano alunni, anche se non ho capito bene il perché.

Negli ultimi anni l'ignoranza nelle scuole italiane ha conosciuto il suo periodo di massima fioritura grazie all'operato di ministri dell'istruzione seri e previdenti . I laureati italiani sono tra i più richiesti all'estero come lavacessi o come professori universitari. Riporteremo in seguito delle eccellenze italiane in entrambi gli ambiti, starà alla vostra ignoranza collocarli come lavacessi o professori universitari. [1]

Internet[edit]

Prima di parlare dell'ignoranza in rete, parliamo della rete stessa, giusto per capire meglio il fenomeno.

Internet è stato inventato dall'esercito per le comunicazioni veloci, in epoca recente è usato soltanto dalla PlayStation 3 per giocare on line e dai telefoni cellulari per far spendere un botto di soldi all'utente. Ora veniamo a noi.

L'Internetto è il tempio dell'ignoranza. L'internauta medio è così ignorante da non sapere nemmeno che cosa è l'ignoranza. Se si addestrassero dei cercopitechi a schiacciare a caso tasti il risultato sarebbe molto più colto. Lo dice anche Picasso:

« Non capite? La bellezza della casualità, la forza istintiva dell'animale... questa energia che esprime... non capite? NON CAPITE??? »

In percentuale, il popolo degli internauti è composto da: (in ordine decrescente)

  • 8/9 persone che usano Facebook, trascurando lo studio.
  • 9/4 persone che non conoscono le frazioni.
  • 45% persone che non conoscono le percentuali.
  • 36/53% persone che non conoscono nè frazioni nè percentuali nè accenti.
  • 98/100 persone che confondono frazioni e percentuali.
  • 78/' persone che confondono percentuali e accenti.
  • 89/90 persone che confondono accenti con apostrofi.
  • 90% persone che non sanno più che inserire negli elenchi.
  • 100%100 persone che vanno su internet.

Ogni riferimento a L'autore di questo articolo è puramente voluto.

Lingua della Italia[edit]

È più meglio se evito di parlarne.

Politica[edit]

« L'ignoranza è forza. »

In politica l'ignoranza è diventata punto centrale di un partito che eviterò di citare, che è la Lega Nord.

Molti politici tra l'altro utilizzano o usano l'ignoranza per farsi percepire dagli elettori come pari livello, del tipo "Se mi mostro ignorante come loro, essi si sentiranno uniti a me e mi voteranno." Altri la usano come propaganda, ovvero per pubblicizzare un prodotto.

Analfabetismo[edit]

Gli analfabeti sono quelli che non sanno scrivere o parlare oppure sono troppo pigri per farlo e sanno scrivere solo "X". e di conseguenza quando parlano dicono sempre e solo "X". È ovvio che gli analfabeti sono anche ignoranti.

Curiosità[edit]

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • L'autore di questo articolo è diversamente colto.
  • Beata ignoranza, se se sta bene de testa, de core e de panza.
  • Nell'internetto gli ignoranti sono chiamati Noob da altri Noob. Chi dice "n00b" è addirittura più ignorante di un normale noob.

Soggetti o cose ad alto contenuto di ignoranza[edit]

Note[edit]

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ La verità è che non so chi siano