Comunista

From Nonciclopedia
(Redirected from Comunisti)
Jump to navigation Jump to search
Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libertina.

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia di partito

Falce e Martello.png
Il Partito approva questo articolo e raccomanda ai compagni di leggerlo e diffonderlo:
Партия Ленина сила народная Нас к торжеству коммунизма ведёт!
Identikit del comunista medio.
NonNews

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Comunista.


« Meno la plebe sa, meglio sta »
(Il Numero Uno del gruppo TNT sul comunismo)
« A pranzo un bambino al volo, e ora... non ci vedo più dalla fame! »
(Nota pubblicità russa poi riadattata per la società capitalista)
« Queste sono le basi di una nuova società basata sul sesso e sul cannibalismo  »
(Pier Paolo Pasolini sul comunismo)
« Sono andato alla festa dell'Unità convinto di poter mangiare bambini in quantità, invece c'era solo qualche panino e un po' di pizza. Una delusione...  »
(Anonimo sul comunismo)
« Ma quale nonviolenza, mica siamo quelli del Movimento umanista! »
(Comunista sulla nonviolenza)
« Vuoi abbonarti a Lotta Comunista? Come no? Ah, allora ti astieni! ... POW »
(Comunista mentre ti ferma per strada su giornaletto di partito)
« È colpa dei comunisti »
« Manca un po' di sale »
(Comunista su bambino)
« Una qualità che ci manca è decisamente il senso dell'umorismo: per noi non c'è un cazzo da ridere dalla fine dell'Ottocento »
(Piero Fassino sui comunisti)
« Quel che è tuo è mio, quel che è mio è mio »
(Comunista su condivisione dei beni)
« Ma quello non era vero comunismo! Era stato solo applicato male! »
(Comunista su Stalinismo, Khmer Rossi, Holodomor, invasione del Tibet, dittatura cubana, gulag, foibe e laogai)

Il comunista è, letteralmente, "colui che professa il comunismo". Ed è convinto che in un mondo dove tutti sono poveri e straccioni, tutti sono uguali e felici.

Chi sono[edit]

Notate invece ora l'abbinamento dei colori e il simbolo sul cappello...

I comunisti sono una fanatica setta religiosa il cui scopo è ricercare la giustizia sotto forma di uguaglianza sociale, partendo dall'assunto secondo il quale se nessuno ha niente allora tutti sono uguali e se nessuno ha dei diritti allora tutti sono felici. Inoltre sono soliti usare la pratica del predica bene e razzola male, imborghesendosi una volta giunti dove vogliono. Di norma si riuniscono nella seconda notte di luna piena dell'anno per procedere con dei riti satanici che prevedono l'utilizzo di giovani bambine e bambini rigorosamente al di sotto dei 7 anni.

Loro luoghi di origine e sviluppo sono la Russia e con essa tutto l'est europeo, la Cina e tutto il medioriente, Livorno, Cuba e tutta l'america del sud e dal Sud Italia. Poi è arrivato Reagan e li ha quasi eliminati.

Caratteristiche salienti[edit]

Li si riconosce fin da piccoli per la particolare voracia con cui si succhiano il pollice, pallida ombra di quello che diverranno in futuro. Il comunista adulto si nutre infatti solo di bambini, preferibilmente bolliti.

Il metodo di caccia è semplice: adocchiata la preda, la si stordisce col martello e la si fa a fette con la falce.

I comunisti vestono esclusivamente di rosso, per passare inosservati nel loro habitat naturale: i laghi di sangue di bambino che essi stessi producono al proprio passaggio.

Altra caratteristica saliente di un perfetto comunista è che qualsiasi azione compiuta e/o idea avuta da chiunque altro di diversa fede politica, ha valore esattamente opposto; inoltre, c'è un grande enigma: come mai se, da come dicono, ognuno ha la libertà propria di espressione, quando gli dici qualcosa di opposto a quello che pensano, ad esempio se sostieni l'Israele al posto della Palestina, vieni subito etichettato come un lurido fascista pezzo di merda rovina dell'Italia? Ma tant'è... la risposta non ci è permessa saperla...

Oggigiorno però i comunisti si sono attrezzati, modificandosi a seconda dell'ambiente circostante, mascherando le proprie idee radicali con moderate, assumendo cibo differente, indossando abiti diversi dalla tuta blu o dalle magliette del Che. Attenti! anche a fianco a voi potrebbe esserci un comunista...

Poiché i vari partiti dei comunisti non riescono a vincere le elezioni in Italia senza l'aiuto del "partito dei comunisti rinnegati", uno dei loro scopi in politica è concedere il voto alle orde di milioni di immigrati clandestini in Italia, e, grazie al loro aiuto, salire al governo per creare il nuovo Impero Comunista dei Lavoratori Divoratori di neonati; con capitale Bologna.

Degenerazioni del comunismo[edit]

Un'altra specialità.

Molti comunisti hanno col tempo deviato il loro pensiero dall'ortodossia marxista, formando dei gruppi autonomi con caratteristiche peculiari.

Di particolare rilevanza sono i seguenti gruppi:

Cattocomunisti[edit]

Exquisite-kfind.png   La stessa cosa ma di più: cattocomunismo.

Gruppo di cattolici devoti a San Nicholas Lenin da Simbrisk, si differenziano dagli altri comunisti per via del loro amore (fisico) verso i bambini. Molti di loro sono anche dei papaboy oppure dei senatori dell'UDC.
Esempio di cattocomunista che parla contro la proprietà privata: <youtube>oYiDd1dp2U0</youtube>

Gattocomunisti[edit]

Definizione di relativamente recente introduzione stante a indicare una particolare e inconsueta tipologia di comunista, peculiarmente caratterizzata da un irrefrenabile appetito nei confronti dei felini in genere. Tale appetito si può manifestare, oltre che nella sua più consueta forma alimentare anche (per fortuna raramente) come appetito di natura sessuale. In quest'ultima peculiare devianza l'individuo affetto da gattocomunismo è irrefrenabilmente sessualmente attratto da tutto ciò che è connesso ai felini: gatti da compagnia, tigri del bengala, puma e (incredibili dictu audituque) i gustosi salami di felino.

Alcuni documentaristi hanno osservato, a seguito di lunghi appostamenti, una certa attitudine di questi loschi individui a muoversi in piccoli branchi (3-5 individui); in tale caso si può definirli quattrogattocomunisti.

Satanocomunisti[edit]

Seguaci del Signore delle Tenebre che vedono nel proliferare dell'ideologia stalinista l'incipit del risveglio delle Forze del Male. Il loro testo sacro di riferimento è "Il Libretto Rosso dei pensieri di Lucifero".

Nazicomunisti[edit]

Gruppo di bimbominkia che non hanno capito un cazzo dalla vita e che vanno in giro con la divisa di Stalin e lo zaino di Adolf Hitler.

Inoltre in certi casi vengono notati mentre predicano il comunismo vestiti Armani da capo a piedi mentre il papà li viene a prendere con la Porsche.

Sono ricordati da una guerra contro l'Unicef in cui sono stati sconfitti da McBain.

Curiosità[edit]

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

Pugno alzato, vestito rosso, sguardo assassino: un comunista in tutta la sua ferocia
  • Negli ultimi anni i comunisti hanno rinunciato alla pratica di mangiare i bambini. Ormai sanno tutti di prete.
  • Secondo un vecchio detto, quando 2 comunisti si incontrano formano 3 partiti.
  • Contate fino a 5. Ecco, sono nati 16 partiti solo nel centrosinistra.
  • Cosa fanno due persone che sfilano con una bandiera rossa? Il corteo unitario della sinistra. Solo in due? Sì, ma dietro di loro ci sono altri 18.000 cortei unitari della sinistra.
  • Un comunista che (non) si rispetti ha ovviamente la barba.
  • I comunisti non mangiano più i bambini, oggi preferiscono gli adulti (pur se bolliti).
  • I comunisti sono gli unici che hanno manifestato contro sé stessi.
  • Oggi in Russia è cambiato molto: si vedono perfino i bambini che mangiano i comunisti.
  • La morte ha come simbolo una falce-il comunismo ha come simbolo una falce-la morte è comunista.
  • I comunisti si ostinano a perdere le elezioni per poter continuare a urlare "Governo ladro!".
  • Nelle case dei comunisti mancano i bagni perché ai loro bisogni pensa il Partito.
  • Secondo i cattocomunisti, Gesù è stato il primo comunista della storia; secondo tutti gli altri è stato anche l'ultimo.
  • I cattocomunisti non si autodefiniscono in tal modo: parlano di tolleranza, strategia, ampie vedute ma si sentono offesi nel venir così appellati. E in effetti hanno ragione: sarebbe come dire zoppo a uno zoppo o stronzo a uno stronzo.