Dionigi Tettamanzi

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libertina.
Jump to navigation Jump to search
Scappa! Ti vuole convertire!!

Dionigi Tettamanzi (nome vero: Yussuf bin Abdallah al Islam) è un pericolosissimo imam brianzolo che ogni giorno cerca di annientare con le sue perfide macchinazioni la purezza celtico-cristiana del popolo milanese[1]. Per hobby poi è il cardinale arcivescovo di una delle diocesi più importanti e vaste della cristianità cattolica.

Breve biografia

Nato in un oscuro paese della Brianza, per fortuna col tempo l'hanno mandato via dalla nostra bella Lombardia, a far fare il vescovo ad Ancona e in altri posti tipo Genova, Kabul e Najaf e via dicendo. Eravamo tutti belli contenti di questo, ma poi purtroppo il nostro vecchio arcivescovo è andato in pensione. In effetti eravamo contenti anche di questo, visto che il caro cardinale Martini sembrava anche lui un po' troppo un cristiano vero, ma poi chi è che ti mandano? Proprio il Tettamanzi[2]. Da allora, dal lontano 2002, la nostra terra piange e suda sangue ogni giorno che il buon Toutatis ci manda sulla terra.

Il pericolosissimo pensiero

Come tutti gli altri musulmani, tipo Barack Obama, questo sedicente cardinale non fa altro che cianciare dicendo cose senza senso (probabilmente perché è arabo e non parla bene l'Italiano). Difatti da un po' di tempo a questa parte siamo costretti a sorbirci innumerevoli prediche[3] parla di tolleranza di qui e carità di là, di accoglienza e di tutte quelle altre balle lì. Già questo basterebbe per bollarlo come istigatore all'odio, ma non è tutto! Come tipico della sua schiatta di gente, va da tempo sostenendo che per i musulmani ci devono avere un loro luogo di culto qui a Milano e che gli zingari in fondo sono delle brave persone e che gli immigrati in generale non vanno trattati come bestie. La cosa che poi sconvolge è che pare che il Vaticano gli dia pure ragione. Non sappiamo quindi con che malefici artifizi il malvagio mullah milanese sia riuscito a plagiare la mente di quei santi uomini, ma tant'è. E noi, da bravi cristiani osservanti, non possiamo fare altro che biasimare le parole del nostro arcivescovo, del nostro santo patrono Sant'Ambrogio, della sua Curia e del Santo Padre, che evidentemente non conoscono la dottrina come noi. E comunque, si gli piacciono tanto i clandestini, perché non se li tiene tutti in Duomo, eh?

Il rischio di contagio

Dionigi Tettamanzi è stato recentemente in un campo di zingari alla periferia di Milano blaterando le sue solite stupidaggine sul fatto che anche loro sono uomini e che inoltre sono cristiani (sì, come no...). A causa di questa sua scellerata visita[4] è consigliabile per tutti tenersi lontani da lui almeno 300 metri e indossare sempre una mascherina protettiva, per evitare contagi di tutte quelle malattie pericolosissime che sicuramente si è preso. Cioè, avete capito? Oltre a essere musulmano è anche irresponsabile e malato! Ma stiamo scherzando?!

Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Nessuno l'ha mai ancora detto, ma è palese che Tettamanzi è un cognome che fa proprio schifo.

Note

  1. ^ Già siolo il fatto che sia brianzolo dice tutto.
  2. ^ che intanto nessuno lo sapeva ma era andato in una madrassa in Iran per imparare ad adorare Allah e servirlo bene. Oltre che essere stato segretario della CEI, che sappiamo tutti voler dire Comitato Estremisti Islamici.
  3. ^ Tipico esempio di intromissione nella vita pubblica di un membro del clero. Ma dov'è finita la laicità, dico io?
  4. ^ Cioè, se MAI nessun cardinale aveva fatto una cosa del genere ci sarà pure un motivo, giusto?