Savona

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera... finché non ci beccano!
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Cartello di benvenuto.
« È una città giovane, piena di vita e in continuo cambiamento. È ricca di attrattive e non ci si annoia mai! »
(Opinione comune su Londra)

Savona è una città italiana di 7 milioni di abitanti, di cui 6 milioni e 700 mila sono morti e 200 mila risiedono alle isole Cayman. I 100 mila abitanti rimanenti comunicano tra di loro con parole formate solo da consonanti a causa dell'eccesso di alcol e droghe che rappresentano il loro bisogno primario. Il padre fondatore di Savona fu Annibale, figlio di Alvaro Vitali e Madre Teresa di Calcutta. Nel 1997 è stata premiata come città più elastica dell'anno, ma il premio non è stato consegnato a causa dell'incomprensibilità del significato del suddetto premio. Il sindaco attuale è John Woodcock, nipote e fratello di Erika e Omar, fondatore del Partito Democratico e inventore della pressione atmosferica nonché cugino di Riscassi.

Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente una voce in proposito. Savona

Monumenti e luoghi d'interesse

La più interessante attrazione turistica di Savona.

Secondo un recente speciale di Lucignolo Savona offre diverse attrattive:

  • La campanassa: è un campanile diroccato
  • La cappella sistina: è come quella di Roma, solo più piccola e brutta
  • Il porto: come ogni altra città ligure solo che in questo c'è un po' più di casino la sera. Rinomato è il fetore di carcassa putrida emanato in particolari ore del giorno.
  • La fortezza del Priamar: ideale per smarrire mogli, suocere, figli e amanti dei mariti. Usuale ritrovo di drogati, cannati in generale o gente che dovrebbe piantarla con quei bonghi (cit.)
  • Il tribunale: è orribile, ma se pensi che lo ritengono un monumento crepi dalle risate.
  • Il Filo d'acqua: grattacielo del porto color verdeacqua, venite a vederlo finché la Costa Crociere attraccata nel porto non lo farà diventare nero.
  • Il Matitino: è come il Matitone di Genova, solo più piccolo.
  • Il Santuario: un pazzo ubriaco ci ha visto la madonna e ora il Papa l'ha pure maledetto benedetto
  • Costa Crociere: messaggio subliminale per dirti "Parti pure, ma lascia qui i soldi".
  • Ciassa du belin: piazza che deve il nome alla celebre scultura postmoderna che raffigura un uomo intento a inserire il suo pene tra le sbarre di una prigione.
  • Piazza Aurelio Saffi: piazza rinomata per gli attacchi terroristici dei millemila piccioni presenti e barboni che abitano sotto le palme nella disperata ricerca di cibo.
  • Piazza con la salma di Lenin: RIP
  • Le Officine: un centro commerciale di dubbia utilità sorto dalle ceneri di una ex-Fabbrica (da notare la spiccata fantasia dei proprietari nel darci il nome). Di particolare interesse sono i bambini con evidenti problemi di peso a bordo di skate e i gusti particolari di chi ha creato questo posto, che è riuscito ad azzeccare gli unici colori che non c'entrano un cazzo con ciò che lo circonda.
  • McDonalds: rarissimo reperto. Ce ne sono solo due nella provincia (l'altro è ad Albenga). Ciò è probabilmente dovuto alla vecchissima popolazione della Liguria che può mangiare solo pasta al sugo di noci e al MOIGE che vede il cibo spazzatura come il male.

Società

Maccio Capatonda, protagonista del toccante Esse come Savona.

Savona è abitata, ebbene sì, Studio Aperto l'ha confermato: Savona è abitata da persone, case, cose, animali, cani, piccioni, politici (evidente ridondanza, perché si era già detto "cani") e gentaglia. Il 60% della popolazione invernale savonese è di vecchi piemontesi che vengono a svernare. Con l'arrivo della primavera le infermiere li prendono e surgelano fino all'autunno. Il 60% della popolazione estiva savonese è di terronesi (terroni di Torino) e milanesi scazzati che arrivano il venerdì pomeriggio e se ne vanno da domenica sera con code interminabili. Il 30% della popolazione savonese è costituita da personale sanitario che in inverno bada ai vecchi sclerotici e d'estate si fa delle panciate di ridere coi terronesi alle prese col mare e il sole. L'8% della popolazione savonese sono tamarri senza speranza di redenzione.

Il restante 2% della popolazione, non essendo vecchia, terronese, milanese, personale sanitario o tamarra, è impazzita.

Qualità della vita

Secondo Nessuno a Savona ci si diverte! I principali svaghi sono:

  • Discoteche: piene di albanesi, rumeni, truzzi, pervertiti e bimbominchia. Se volete divertirvi, scappate!!!
  • Pub, bar, localacci: ottima scelta e infatti sono tanti. Affogate la delusione nell'alcool!
  • Il cinema: almeno c'è la multisala, pensate positivo!
  • La pista di pattinaggio: mistica costruzione di ghiaccio che appare davanti al comune senza una precisa ragione, se riuscite a sopravvivere agli abominevoli albanesi delle nevi potreste anche divertirvi.
  • Tabelloni elettronici ovunque: leggere come certi idioti osano chiamare i loro figli può cambiare la giornata.
  • Pigià pe u cu: rinomati per la squisita cortesia, i savonesi si prestano volentieri a mandare affanculo i foresti che chiedono loro informazioni.
  • Le trincee (via delle trincee): noto luogo di spaccio e depravazione [1]

Cultura

Istruzione

I genitori possono facilmente liberarsi dei figli adolescenti col mugugno perenne affidandoli alle seguenti strutture rieducative:

  • Liceo classico: per finti bulli, truzzi e figli di papà.
  • Liceo scientifico: deve il nome alle numerose ricerche scientifiche per capire quale batterio o virus determini un simile rincoglionimento degli alunni. Per ora si è solo riuscito a dimostrare che ogni anno trascorso qui provochi la riduzione del 10% del proprio QI[2].
  • Liceo artistico: per checche e femmine in grado di stenderli con un rutto, a loro volta distinte in: lesbica incallita con cartella di disegni di qualche quintale, o, raramente, topa che ama l'arte.
  • Liceo delle scienze umane: per coglioni totali, in particolare capre, truzzi, troiette, effemminati, finti atleti, represse.
  • Ragioneria: non si hanno notizie sugli alunni e i corsi di questa struttura, forse a causa dei suoi interni labirintici.
  • ITIS: per sovversivi e potenziali terroristi, tant'è che la Polizia ha deciso di piazzare la sua sede proprio sopra suddetto istituto.

Economia

Savona vive grazie a:

  • le pensioni dei vecchi bacucchi piemontesi e le loro seconde case;
  • le multe per divieto di sosta;
  • l'ospedale (ci lavora il 30% della popolazione savonese);
  • il turismo (incredibile!);
  • la Costa Crociere;
  • il porto di Vado (via);
  • il chinotto.

Amministrazione

Savona è rossa, talmente rossa che Silvio Berlusconi quando è venuto a Savona ha rischiato di prendere fuoco e solo il sacrificio dell'onnipresente Sandro Bondi potè salvarlo dall'ascensione definitiva.

Tranne per poi diventare verde nel 2016 con la vittoria della sindaca leghista. Per il Partito Democratico far rivoltare Sandro Pertini nella tomba era una tentazione troppo grande.

Curiosità

  • Savona è la città del chinotto e infatti i ragazzi sono sempre molto soddisfatti e sorridenti.
  • Savona è una città, non è un paese!
  • A Savona vanno tante persone da tutta Italia, il problema è che per uno che arriva dieci scappano.
  • I savonesi non sono genovesi: sono peggio!
  • Se un torinese a Savona ti dice che se ne capisce di mare, stai sicuro che due ore dopo lo troverai all'ospedale con le infermiere che al posto di curarlo se la ridono dal modo idiota con cui è riuscito a farsi portar via dalle onde.
  • Il comico[senza fonte] che si spacciava per savonese non parlava savonese: il savonese è ancora più incomprensibile!

Note

  1. ^ Ma quando mai, è solo un luogo pieno di bimbiminchia e finti sportivi.
  2. ^ È evidente che i professori stiano lottando per mantenere l'ultimo neurone disponibile, ma che sia una lotta impari.

Voci correlate