Nonnotizie:I sorprendenti effetti di Nonciclopedia sulle persone

Jump to navigation Jump to search

11 settembre 2020

Uno dei ricercatori al lavoro.

Dopo anni e anni di ricerche il Professor Raimondo Scorréggio e il suo team di scimpanzé schizofrenici hanno fatto una scoperta fondamentale per l'avanzamento della scienza. L'esito della ricerca è stato pubblicato sulla rivista scientifica Playboy, nota anche per il modo in cui avvicina alla scienza gli adolescenti.

Riportiamo di seguito l'inizio del testo originale così come è apparso sulla popolare rivista:

« Io e il mio team pensiamo che la nostra scoperta possa totalmente cambiare l'attuale concezione che abbiamo del mondo e che probabilmente metterà in discussione la legge della relatività, che tra l'altro io non ho mai studiato né capito, e a cui non sono assolutamente interessato per motivi personali. Era la calda estate del '63, ed un giovane Raimondo stava correndo lungo il bagnasciuga della città di... ma sto divagando! Il punto è che abbiamo deciso di esporre agli effetti di Nonciclopedia diverse persone, e i risultati ottenuti sono sorprendenti! »

Gli esperimenti

I soggetti sono stati chiusi in una stanza priva di stimoli, con solo un portatile aperto sulla pagina iniziale di Nonciclopedia. Il resto lo avrebbe deciso la scienza. E così fu. Il Professor Scorréggio parla così del primo esperimento:

« Entra nella stanza un uomo perfettamente normale, maschio, bianco e etero. Passano poche ore e ne esce uno psicopatico. Non è chiaro però quali pagine abbia visitato perché ha distrutto il computer. »

Dopo questo interessante tentativo il team decide di provare con altri soggetti simili. Alcuni dei casi più inspiegabili:

  • Un soggetto visita la pagina emo. Quando, poche ore dopo, aprono la porta, lo trovano morto dissanguato per via di alcuni tagli sui polsi, e con una frangia ridicola che gli copre gli occhi.
  • Un altro finisce per caso sulla pagina punk, e viene ritrovato in stato confusionale che borbotta frasi sconnesse sull'anarchia e "Il Sistema", con addosso un giubbotto pieno di spillette.
  • Un altro capita sulla pagina metal e rimane incantato da tale cultura iniziando a leggere compulsivamente tutte le pagine inerenti all'argomento. Non viene più ritrovato, le uniche tracce lasciate sono un tanfo terribile e un buco a forma di metallaro nel muro.
  • Un uomo leggermente più distinto dei già distinti suoi predecessori legge tutte le pagine inerenti ai truzzi. Gli scienziati devono però interrompere l'esperimento anticipatamente perché l'intero palazzo prende a tremare per i potenti bassi che provengono dall'autoradio di quello che, ormai, non si poteva più definire un uomo.
  • Un tizio legge la pagina bimbiminkia, ma su di lui non sortisce alcun effetto poiché la sua età mentale è superiore ai sei anni.
  • Un altro legge invece quasi ogni pagina sul grunge; non tutte, perché mano a mano che prosegue con la lettura diventa sempre più lento. Alla fine viene ritrovato su un divano in stato comatoso. La diagnosi è purtroppo fatale: riduzione allo stato di grunger terminale.
  • Una donna, probabilmente unica lettrice di Nonciclopedia in tutta Italia, legge la pagina donna e cambia istantaneamente sesso.

Non è ancora chiaro come una lametta, un giubbotto pieno di spillette dei Ramones, un macchinone pacchiano con autoradio a bomba e un divano abbiano potuto comparire dal nulla in una stanza vuota. Si ipotizza che Nonciclopedia ci nasconda qualcosa.

I soggetti perfettamente malati

L'esperimento prosegue esponendo a Nonciclopedia altri soggetti, questa volta però perfettamente anormali.

  • Un emo entra nella stanza e subito cerca la pagina emo, felice di aver trovato un altro motivo per cui suicidarsi. Il suo corpo viene ritrovato in terra, i polsi devastati da numerosi tagli. Viene poi gettato con poca cura in un cassonetto.
  • Un punk viene esposto agli effetti della pagine punk e anarchia, e, strano ma vero, improvvisamente comincia a ragionare. Viene ritrovato con la mente sconvolta: esce dalla stanza salutando, senza disegnare "A" cerchiate sui muri né bruciare cassonetti, e incrociando in strada una vecchietta l'aiuta ad attraversare senza picchiarla né derubarla.
  • Un metallaro visita parecchie pagine relative al metal e viene colto da un attacco di offendite acuta. Anche in questo caso la stanza appare vuota, potendosi notare solo una puzza tremenda, un portatile distrutto e un buco a forma di metallaro nel muro.
  • Il truzzo non sa leggere e quindi fissa lo schermo per due ore chiedendosi quando parte l'audio. Tutto nella norma, quindi.
  • Un bimbominkia legge tutte le pagine a proposito della sua specie vandalizzandole una ad una. Viene bannato dalla vita senza alcun rimorso.
  • Il grunger passa qualcosa come dieci ore a cercare di raggiungere il computer. Una volta arrivato, anche gli scimpanzé schizofrenici, che aprivano la porta ogni tre o quattro ore, si sono ormai stufati. Il grunger a quel punto digita con molta calma la parola "grunge". Dopo un'ora di infruttuosi tentativi di premere il tasto invio viene spedito fuori a calci.

I risultati

Riportiamo la fine dell'articolo così come è apparsa su Playboy:

« [...] dunque siamo arrivati a comprendere che Nonciclopedia è dannosa, che può provocare idiozia in forme acute ai soggetti sani e sindrome dei sentimenti offesi in quelli già malati, e che è uno strumento di Satana per farci usare i preservativi! »

Fonti

Notizia originale
Questo articolo contiene bufale fatte in casa inventate di sana pianta da parte di uno o più contribuenti alla causa di Nonnotizie.

Non che Nonnotizie sia un granché basata sulla realtà, ma in questo caso la bufala è 100% non-verace.