BMW

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Naturalmente i cerchi in lega sono di serie.
« ...e magari Budello si è anche comprato una B..BL...BM...la macchina tedesca che non è l'Alfa »
(Paolo Bitta quando Budello aveva riparato la macchina a Carminati, preso da conati di vomito)

La B.M.W., più brevemente Bayerische Motoren Werke o BIEMMEVÙ, è un'azienda tedesca che ha prodotto pentole in acciao inox fino all'invenzione della ruota, dopo di che iniziò a produrre pentole motorizzate 4x4 con airbag di serie ottenendo un discreto successo, dovuto anche alle rivoluzionarie turbine usa e getta.

Modelli ed equipaggiamenti[edit]

Ecco il modello di punta della casa bavarese

La BMW offre una vasta gamma di modelli per accontentare così le richieste dell'ampia fascia di clientela.

Ogni BMW si trova inspiegabilmente al 400% in meno del suo prezzo di listino da ogni concessionario zingaro, e nei paesi più poveri del mondo girano tutti con le BMW. Questo ha creato grossa confusione in ambito sociale, e ha sollevato domande sull'attendibilità di questo marchio; l'imprenditore brianzolo si sente preso in giro quando viene fiancheggiato al semaforo da un ventenne meccanico rumeno che, guidando il suo stesso modello, mina il suo status quo, che rappresenta il 99% della ragione per la quale ha comprato una X6.

Tutti i modelli sono equipaggiati per migliorare il comfort all'interno dell'abitacolo. Abitacolo (con mansarda e piano bar) che in media crea una plusvalenza di peso di circa 300 kg rispetto a qualsiasi automobile sportiva: tutto di guadagnato per il sovrasterzo.

La casa offre inoltre vari optional in base anche ai paesi a cui sono destinati i suoi veicoli: es. per l'Africa avranno la mangiatoia per i cammelli al posto del bagagliaio e sedili in malta e paglia, sviluppati dopo anni di ricerca dal reparto tecnico specializzato: come le plastiche che si squagliano al sole, basate sul concetto di offrire al cliente la possiblità di modellare gli interni, e svagarsi così durante le giornate estive più assolate.

Gli airbag non sono però presenti poiché i tecnici della BMW hanno pensato bene che se l'acquirente ha fondi economici per comprare una loro auto allora può anche permettersi un intervento di chirurgia plastica per rifarsi due belle tettone da usare come airbag.

I modelli della bmw in realtà sono pochi, perché alla bmw hanno capito da anni che tutti comprano il 2.0 turbo diesel a turbina ballerina. E per tale motivo hanno smesso di progettare nuovi motori, preferendo investire il 99,9% del loro profitto in marketing, per poter vendere e rivendere e ri-rivendere la stessa macchina a 20/30/40.000 euro in più.

Alla BMW sanno anche che l'utente medio non apre mai il cofano alla ricerca della fregatura, perché oramai si fida ciecamente. Quando lo sprovveduto si reca in concessionaria e un pezzo di ricambio di plastica di 20 cm gli viene dato a 200 euro, non solo li paga con il sorriso in faccia, ma è convinto che vogliano solo il meglio per lui. Ma al reparto marketing di BMW hanno capito soprattutto che il cliente si fida della denominazione della tecnologia che sta scritta sul bagagliaio.[1] Per tale motivo la dirigenza ha deciso che il restante 0,1% dei proventi sia destinato alla ricerca e sviluppo della denominazione dei modelli. Sempre per far credere all'utente medio che 50 significa che ha un motore più grande, e che se ci sta scritto 50D sul bagagliaio il prezzo è giusto che salga di almeno 50.000 euro.

Gli analisti si chiedono come la BMW possa produrre automobili, se investono tutti i soldi così. Si può giungere ad una sola conclusione: in realtà BMW è una agenzia di comunicazione che non produce automobili bensì denominazioni di modelli. Una cosa è certa: l'estintore lo danno di serie.

M[edit]

Qui possiamo vedere una BMW M7.

Il reparto M della BMW produce loghi con la lettera "M" che se apposti sul bagagliaio di un qualsiasi modello BMW legittimano un prezzo di 50.000 euro in più sul modello base.[2] La filosofia aziendale fa si che nonostante i 90.000 euro di costo medio di questi loghi, la fibra di carbonio rimanga ancora un optional a sola decorazione degli specchietti retrovisori, e il peso non si riduce ma anzi aumenta rispetto i modelli base.

Il team M è composto da ex fabbricanti di bocce guidati da un ingegnere alcolizzato. Costoro ebbero la fortuna di vincere un torneo prestigioso di bocce in salita a Busto Arsizio, attirando così l'attenzione dei tecnici BMW che, osservandoli durante le pause caffè in televisone, si convinsero che erano la chiave per portare BMW ad un livello più alto nelle competizioni.

Oggi il reparto M della BMW continua a produrre al 90% bocce e al 10% loghi con la scritta "M", anche se è da anni che gli operai provano a spiegare che loro non sanno come farli. Per placare il malcontento dei dipendenti, e mettere a tacere la polemica, nell'officina sono state finanziate due piste per le bocce nuove di zecca.

BMW e le moto[edit]

Nella foto possiamo ammirare una bella gnocca moto della bmw.
L'incriminato modello C1. Prima di finire dritto nella spazzatura.

Galvanizzati dal successo nel mondo delle automobili e non avendo niente di meglio da fare, i dirigenti della BMW decidono di entrare nel settore delle moto. Con un culo da far invidia a Eva Henger riscuotono successo pure lì con i modelli conosciuti come serie R,K ed F, lettere non scelte a caso dato che R sta per Recchione, K per Kulattone e F per Frocio, ovvero le 3 categorie di persone che le moto qui citate non ammettono in sella essendo moto per rimorchiare belle gnoccone. Ma si sa, il successo dà alla testa, quindi le menti contorte dei designer concepiscono una serie chiamata C, un incrocio tra un auto e una moto che provoca reazioni di panico tra il popolo dei motociclisti alla visione del bislacco modello.

Istruzioni per l'uso[edit]

Se si possiede una BMW non è detto che la si possa usare come strumento utile per passare il tempo, perciò per salire a bordo o in sella bisogna ricordare che l'auto che state guidando non è Need For Speed e quella cosa rotonda che avete in mano non è un joystick. Perciò:

  • Non sono ammesse derapate per entrare o uscire dal garage.
  • È ammesso impennare in auto, tanto è impossibile farlo.
  • Nessuno darà mai punti, se non di sutura, a ogni segnale stradale colpito e per ogni incidente provocato.
  • È inutile cercarlo, il NOS non c'è.
  • Non è possibile sopravvivere a uno schianto a 245 km/h contro una altra vettura, benché questo valga 100 punti.
  • Non ci si trova a Liberty City quindi è severamente vietato prendere possesso di una qualunque BMW tu veda in giro
  • La BMW non si chiama KITT, perciò durante la guida non si può giocare a Super Mario mentre la macchina va da sola.

I coglioni che non seguono le istruzioni vanno incontro a figure di merda colossali, come il baldo giovane qui sotto:

Original video
  1. ^ come ad es. il 50d... che in realtà è un 3.000 cc
  2. ^ come la D, bando alle discriminazioni