Rocky Balboa

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
Lo "sguardo intelligente" di Rocky dopo averle prese in un incontro
« ADRIAAAANAAAAAAA! »
(Rocky Balboa tenta di farsi aprire il portone di casa perché ha scordato le chiavi)
« Un chiaro plagio del mio capolavoro! »
( Bruno Liegi Bastonliegi su Rocky Balboa)
« E se io posso cambiare, voi potete cambiare, anche Studio Aperto può cambiare! »
(Rocky Balboa sui miracoli)
Rocky Balboa che dimostra sportività verso gli sconfitti.

Cenni Storici[edit]

Rocky Balboa è un giovane pugile americo-italiano che vive clandestinamente a Philadelphia. La sua carriera come pugile è ricca di vittorie, quelle dei suoi avversari.

Guardando gli incontri di Rocky Balboa si ha l'impressione che Rocky più che darle le incassi, grazie anche a uno stile di combattimento in cui la guardia è assente come il suo cervello. In realtà non è così: Rocky non è che non tiene alta la guardia, semplicemente para i pugni con la testa.

Rocky Balboa dopo aver combattuto un incontro. Guardate che sguardo sveglio.

Nel primo film della saga (Rocky I) la vita del giovane pugilista cambia quando il campione del mondo Opòllo Frìtt decide di dare l'occasione di far vincere il titolo mondiale universale di super campione del mondo imbattibile e super forte (del mondo) a uno stronzo qualsiasi, scelto a caso dall'elenco telefonico. La scelta cade casualmente proprio su Rocky. A questo punto Rocky decide di allenarsi seriamente e di diventare forte.
Purtroppo non ci riesce e Opollo Frìtt lo sfonda di legnate. Rocky allora per farsi allenare si rivolge al più grande trainer di tutti i tempi, il Maestro Miyagi. Un po' titubante, il maestro decide infine di insegnargli le tecniche più proibite per diventare un lottatore di poco invincibile, non senza avergli fatto ridipingere casa, raschiare i pavimenti, lucidare l'argenteria e stirare le camicie.

In possesso di queste nuove tecniche Rocky riaffronta Opòllo Frìtt, che intanto si era dato alla prostituzione per beneficenza.
In un memorabile incontro che dura 18 round pur essendo 15 il numero massimo, Rocky lo sconfigge tirandogli un calcio nelle palle approfittando di una disattenzione dell'arbitro. Alla fine del match il nostro eroe si ritrova in uno stato penoso e con gli occhi neri. Prende la sua cintura di campione mondiale del mondo dei Pesi Massimi mondiali e se ne va a casa da quella stufa elettrica di Adriana, che ha avuto il coraggio di prendersi per fidanzata. Dopo un atto simile battersi contro il campione del mondo di boxe gli è sembrata una passeggiata.

Cenni Mitologici[edit]

Rocky Balboa e la moltiplicazione dei pani e dei pesci[edit]

Narra una leggenda vera che Rocky Balboa fosse un giorno particolarmente affamato e che lo fosse talmente tanto da perdere la ragione.
Desiderava ardentemente mangiare quantità industriali di pane e pesce, di cui disponeva solo di un campione. Decise quindi di moltiplicare la quantità di cibo in suo possesso, ma, in quanto sragionevole, sbagliò clamorosamente e fece moltiplicare a un certo Allah, noto pescatore di rane nelle risaie di Vercelli. Dopo quell'increscioso incidente mutò il suo nome in Rocky Bilboa ed divenne testimonial di una nota marca di creme solari.

Voci sequel liberamente ispirate[edit]

Collegamenti esterni[edit]