Quella pagina là

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia che vanta innumerevoli tentativi di imitazione.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
« Basta seghe mentali su quella pagina là! »
(Oscar Wilde su Quella pagina là)
« Chiudi quella pagina là, Dai! »
(Germano Mosconi su Quella pagina là)

Quella pagina là è un concetto che negli ultimi decenni sta sfidando le menti dei più grandi scienziati del mondo. Numerosi sono gli scettici riguardo le attuali capacità della scienza.

Storia

Quella pagina là venne teorizzata da Albert Einstein durante la Guerra civile galattica, mentre cercava modi sempre nuovi e divertenti di farsi seghe mentali. Fu infatti in questo periodo che si occupò anche del:

L'idea gli venne durante una tonificante seduta di cesso; da allora la comunità scientifica non fu più la stessa.

Il paradosso

Forse i lettori più attenti si saranno resi conto del paradosso insito nel termine stesso: perché si parla di "quella pagina là" se la state leggendo ora? Non la dovremmo chiamare "questa pagina qua"? No, perché così sarebbe Questa pagina qua. Chiaramente è impossibile affermare che Questa pagina qua = Quella pagina là. Ovviamente Lui può spiegare tutto ciò in un istante, ma non lo farà.

Una spiegazione?

In tempi recenti il noto scienziato Tonio Cartonio ha elaborato un complesso procedimento logico in grado, forse, di spiegare questo intericato mistero:

  • Essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
  • Ma essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
La risposta dell'uomo comune di fronte a cotale paradosso
  • Ma essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
  • Ma essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
  • Ma essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
  • Ma essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
  • Ma essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
  • Ma essendo questa "quella pagina là" è evidente che tu attualmente stia leggendo Quella pagina là. Quindi se la stai leggendo vuol dire che sei su "questa pagina qua". E allora sei su questa pagina qua.
  • Fine

Secondo molti però, l'unica cosa dimostrata da questo ragionamento è che Tonio Cartonio è un coglione.

Altri pareri

Alcune persone sono convinte che tutto ciò sia un'enorme perdita di tempo.

Altre si chiedono che senso abbia spiegare un paradosso.

Franco Marini dice che è parente di Quella bottiglia là.

Attualmente i Ricercatori Oral-B grazie all'aiuto di un potente super-computer sono vicini a una spiegazione

Forse piuttosto che leggere (o scrivere) pagine così pregne di nonsense potresti fare altre cose interessanti come questa, questa, o al limite questa.

Oppure potresti leggere Questa pagina qua... ma che dico? Ci sei già! Come fai ad andarci? Ma aspetta... Questa è Quella pagina là, non Questa pagina qua... no ma allora ci puoi andare a quella pagina là! Perché quella è questa e quella è bella e......... NOOOOOOO! Sto cadendo nel vorticeeeeeee.........