Nonbooks:Attraversare la strada

Nonbooks, liberi testi di libri manuali.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
« Prima ero titubante, la paura di cosa mi avrebbe potuto aspettar dall'altro lato mi paralizzava letteralmente. Ora non posso più farne a meno! »
(Lettore entusiasta)
« Ne rimango comunque scettico »
(Quel rompicoglioni di Zenone)
« Lo so fare da solo! »
(Scettico prima di venir spiaccicato da un camion a 16 ruote)


CRAAAASH!

Brusca frenata, schianto, rumore di vetri rotti, un corpo vola a metri di distanza cadendo per terra come una marionetta, sangue dappertutto

Che orribile spreco... Salve! Sono Esiodo, forse vi ricorderete di me per articoli come Futurismo, o Kamikaze, oggi sono qui per parlarvi di come usufruire correttamente e in piena sicurezza di un'arte ormai diventata fondamentale: attraversare la strada. Domandiamoci dunque: cosa è in realtà attraversare la strada? Perché lo si fa? Come lo si deve fare? Cosa ci servirà per operar tal compimento?

Significato

Attraversare la strada: ovvero il trasferimento di un punto materiale (che siete voi. Sì, esatto, un minuscolo puntino) A ad un punto B lungo un ipotetico segmento AB. Disegnino esplicativo:
Seguire la linea tratteggiata
Può essere così, ma molte volte può essere anche così:
Qui ti voglio vedere a seguire la linea tratteggiata

Qual è la differenza tra i due? Il primo è semplice, immediato, ci vuol meno tempo per metterlo in pratica ed è soprattutto più sicuro. Il secondo è macchinoso, complicato, faticoso e vi rende continuamente esposti ai pericoli della strada, quali rumeni, albanesi e napoletani, per non parlare dei piccioni. Quindi, prima regola fondamentale per VOI, neo-attraversatori: Diffidate dei rumeni, degli albanesi e dei napoletani. E dei piccioni.

Perché attraversare la strada?

State lepidamente e placidamente camminando per la vostra viuzza preferita quando- Giusto Cielo!- vedete appropinquarsi verso di voi dei minacciosissimi Testimoni di Geova, ditemi, quale sarebbe il vostro comportamento in questa siffatta circostanza?

  • Li caricate a testa bassa sperando di ferirne almeno uno prima di scappare?
  • Emettete ogni possibile rumore organico per destar il loro disgusto e farli così fuggir a gambe levate?
  • Oppure, con mirabile colpo d'occhio, attraversate la strada, sfuggendo così silenziosamente e senza colpo ferire alle loro losche trame?
Ebbene, miei amici, come avete già furbescamente intuito la risposta B è quella giusta. Però la C lo è di più.
Dove vai, bel figliuolo? Resta su questo lato..

Domandatevi sempre Perché? Memori del detto chi lascia la strada vecchia per la nuova, lascia la strada vecchia per la nuova, ricordate sempre che attraversar la strada è solo una delle tante metafore del cammino umano, diretto verso nuovi e sconosciuti lidi. Ah, e l'atto di attraversare la strada è un po' come passare dal bene al male, dal bianco al nero, dall'eterosessualità alla frociaggine più assoluta. Almeno così c'è scritto qui.

Come attraversare correttamente e in assoluta sicurezza la strada

Bene, ora che abbiamo approfondito la teoria, passiamo alla pratica : Come attraversiamo la strada? Cosa abbisognamo? Dato che Iddio ci ha fornito di un bel paio di gambe, perché dunque non usarle, acciderbolina! E chi non può permettersi tale lusso? Noi riteniamo che, se Colui che tutto può non ha dato a queste persone la fortuna di una vita normale, un buon motivo ci sarà, maremma maiala. Bene dunque, ritorniamo alle gambe. Importante è saperle correttamente usare, cioè saper camminare:

« Spostarsi da un luogo all'altro a piedi »

Quale fortuna! Proprio ciò di cui abbiamo bisogno!
Ora, immaginatevi sul bordo di una strada, volete andar dall'altra parte, sapete ormai pure camminare, la tentazione di lanciarsi in piena allegria in mezzo alla strada è forte, ammettiamolo. Ma, fermi! È esattamente ora che dovete prestare la maggior attenzione, perché, come avete notato all'inizio di questo manuale, attraversar la strada non è sempre facile, molti han perso la vita, dovete ora sapere a quali pericoli potrete andare incontro.

Conosci il tuo nemico e guardalo negli occhi

Prima di ogni cosa, vi consigliamo molta attenzione, sempre e comunque, vi sarà utile anche per riconoscere gli eventuali pericoli, tra cui spiccano:

  • Extracomunitari come Rumeni, Albanesi, Napoletani (vedi sopra)
LUI è il Male.
  • Tutti i musi gialli, ad eccezione dei Giapponesi, che sono bravi.
LUI no.
  • Quei grossi signori con le ruote al posto delle gambe comunemente chiamati "camion".
  • I vecchini in bicicletta che sbandano da una parte all'altra (diffidate di loro, diffidate!)

Comunque, ciò di cui avete bisogno, sempre e comunque, è Attenzione. La distrazione paga, paga sempre.

Conclusione

Bene, abbiamo parlato di cosa significa attraversare la strada, cosa implica, come va fatto e a cosa dobbiamo fare attenzione, cosa manca? Adesso Voi stessi dovete trarre esperienza dalle esperienze stesse, andate, smettetela di ravanarvi a casa, che poi divenite ciechi, la paura dell'ignoto non vi attanaglierà più! Voi... Sì? Cos... Striscieche? Pedocosa? Ma di che cazzo sta parlando, Egregio Signore? Le ricordo che l'esperto in questione sono io, ora se ne vada! Qualcuno butti fuori questo millantatore e disinformatore!

Note

  • Prendere due etti di prosciutto dal macellaio all'angolo
  • Ricordarsi che domani l'altro è il compleanno della vicina, comprare regalo
  • Prendere i bambini da scuola