Alberto Contador

From Nonciclopedia
Jump to navigation Jump to search
« Io sono drogato »
(Alberto Contador su se stesso)
« Sì... e io sono gay! »
(Cristiano Malgioglio su Contador, in risposta a lui)

Riccardo Riccò era lanciato verso la vittoria del Giro d'Italia 2008 grazie all'uso di stupefacenti, ma trovò a superarlo uno che semplicemente era più drogato di lui e che risponde al nome di Lupo Alberto Contador.

La vita[edit]

Contador al lavoro per Discovery, intento a fuggire dai mostruosi banani carnivori con il suo triciclo a 2 ruote

Figlio di Auro Bulbarelli e di un contatore della luce, prese da quest'ultimo il cognome, ma all'anagrafe Romano Prodi sbagliò a scrivere e invece che Contator scrisse Contador.

Bambino esuberante, fu mandato nelle steppe del Kazakistan per aver detto al padre "ma sta zitto" mentre questi commentava una gara ciclistica col suo socio Davide Cassani.

Qui viene assunto da Discovery per studiare i banani carnivori del Kazakistan, ma quindi incontra Charles Montgomery Burns, intento a formare una squadra di ciclismo per dominare il mondo vincere il Tour de France.

Contador lascia Discovery, firma un contratto e si allena nelle lande desolate insieme ai suoi compagni Andreas Kloden, Levi Leipheimer, Romano Prodi e il figlio illegittimo di Lance Armstrong nel team dell'Astana, nota marca di preservativi.

La vittoria al Tour[edit]

Il Tour inizia, e Contador assume le più potenti droghe fornite dalla bertuccia del caposquadra, di nome Homer Simpson e parte. Tuttavia, alla 2°tappa ha 257069095 ore di ritardo dal primo e allora, "per sbaglio" tutti i corridori non dell'Astana cadono in un crepaccio, riportando fratture in tutte le parti del pene. Per sbaglio, però cadono anche i suoi amici, e Contador vince il Tour, sfilando in una Parigi affollata da 5 persone.

Il Giro d'Italia e la fine[edit]

Contador va anche al Giro d'Italia, solo che qui è l'unico drogato, insieme a Ricky Riccò ed Emanuele Sella. Inutile dirlo, Contador vince ma tuttavia finisce anche qui la sua carriera, in quanto è scoperto a doparsi dal capo dell'UCI Weird Al, che lo banna a vita dopo averlo segnalato nei ciclisti problematici.

Ora, a quanto ci risulta, Alby fa il viticoltore nella provincia di Pavia.

Ma tornerà presto a prendervi...