Samuele Bersani

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libertina.
Jump to navigation Jump to search
Samuele Bersani durante un concerto è vittima di una botta di sonno per colpa delle sue stesse canzoni.
« Samuele Bersani ci fa sognare. I suoi testi hanno la capacità di farci emozionare e piangere. »
(Associazione Depressi Di Natura su Samuele Bersani)
« I testi sono così complessi che faccio fatica a capirli... »
(Samuele Bersani su Samuele Bersani)
« Avevo pensato a lui, ma poi si è proposto Tiziano Ferro... »
(Kurt Cobain su Samuele Bersani)
« Me lo farei... Gnam! »
(Oriana Fallaci su Samuele Bersani)


Samuele Bersani (San Pietroburgo di Romagna, 1970) è un cantante italiano, figlio del leader del PD Pierluigi Bersani.

Noto per essere la seconda causa di suicidio in Emilia Romagna[1], nasce a Rimini il primo ottobre 1970 e fin da piccolo sogna di diventare un atipico, cervellotico, noioso ed incomprensibile artista.


Biografia

Il fratello sfigato.
Fin dalla prima infanzia manifesta discutibili inclinazioni: tra le sue prime dichiarazioni
« il mio più grande desiderio è scrivere una canzone per Lucio Dalla. »

L'adolescenza è vissuta in compagnia di tali Federica e Manola, in onore delle quali virtù scrive la canzone "Il Mostro", piena di espliciti riferimenti alle due e al proprio rapporto con esse. Dell'anno dopo è l'album "C'hanno Preso Tutto", con il quale si ricorda un furto in appartamento subito dallo stesso Bersani a opera di due ragazzini identificati come "Chicco e Spillo", cui è dedicato il primo singolo estratto. Lo stile di Bersani è riconoscibile fin dalle prime note di ogni sua canzone: suoni messi assieme a cazzo di cane, ideati a furia di canne. Pubblico e critica sembrano concordare sul suo indiscusso talento, tanto che viene contattato da numerosi artisti affinché scriva e canti le colonne sonore di svariati film e cartoni animati. Inoltre, un'importante azienda farmaceutica, sceglie la canzone "Freak" (tratta dall'omonimo album del 1994) come jingle per il nuovo spot del lassativo "Cagolax: la purga che ti spurga".


Altre cose

Amico intimo di Pippo Baudo, diviene un frequentatore assiduo del palco del teatro Ariston di Sanremo, ricevendo sullo stesso parecchi premi inutili. Sono molti anni ormai che tortura le nostre orecchie con canzoni del tutto incomprensibili, nonostante la sua carriera abbia subito uno stop forzato tra il 2003 e il 2006,.

Lucio Dalla, prima della sua depilazione annuale, mentre apre un concerto di Samuele Bersani.

Lo pseudo-cantante, però, impavido, è tornato sulle scene musicali con un album ancora una volta fortemente autobiografico: "L'aldiquà". La canzone "Occhiali Rotti" parla di un argomento come la rottura degli occhiali che pochi cantautori hanno affrontato, e forse c'è un motivo. Mentre "Come Due Somari" racconta dell'atroce scoperta, da parte dell'amico Lucio Dalla, della propria nuova condizione acquisita di impotenza. Ad un ascoltatore più attento, però, il titolo stesso della realise potrebbe suggerire contenuti spirituali più profondi, nonché dotti riferimenti alla ricerca del Paradiso Terrestre. Potrebbe.

Note

  1. ^ La prima è Lucio Dalla